gpt skin_web-bellezza-0
gpt strip1_generica-bellezza
gpt strip1_gpt-bellezza-0
1 5

Cosa non dire mai a una donna sui suoi capelli

/pictures/2014/10/08/cosa-non-dire-mai-a-una-donna-sui-suoi-capelli-3993463400[2202]x[919]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bellezza

Ricci, lisci, lunghi, corti, nessuna donna al mondo è soddisfatta del proprio scalpo, ecco perchè il più delle volte è meglio parlare di tutto tranne che di... capelli!

Cosa non dire ad una donna sui suoi capelli

Ammettiamolo, il rapporto che ogni donna ha con  i propri capelli può tranquillamente definirsi in un’unica parola: problematico. C’è chi le ha provate tutte, dal riccio afro al liscio japan, dal rosso fuoco al nero corvino, e  nonostante ciò ancora non si dice entusiasta del risultato ottenuto. Accettiamolo, non esiste al mondo donna soddisfatta della propria chioma, e questa è una regola applicabile in tutto il mondo. Ci sono pertanto due correnti di pensiero ben distinte tra le vittime della spazzola: le tenaci e le arrendevoli. Le prime sono capaci di impiegare 3 ore per mettere in piega fino all’ultimo filino ribelle, loro sono quelle ammirate da tutte, quelle con il look curato, l’aspetto gradevole, e la piega perfetta anche dopo una sessione di step.

Tinture per capelli: la dannazione di noi donne?

Poi ci sono le seconde, che hanno sventolato la bandierina bianca in senso di resa fin dall’età dell’adolescenza, quando i capelli stessi sembravano vivere il periodo scontroso e ribelle tipico di chi ha gli ormoni impazziti. Sono quelle che hanno rinunciato a domare le loro chiome tanto tempo fa e che ora lasciano che i loro capelli siano liberi di esprimersi in tutta la loro follia… insomma un vero disastro!

Come portare i capelli grigi

Ma c’è una regola che accomuna le due tipologie di donna: mai e poi mai fare commenti indesiderati sullo stato dei loro capelli. Ecco dunque le 30 frasi off-limits che è sempre bene ricordare se non si vuole davvero rischiare la pelle:

  • "Che cosa hai fatto ai capelli?";
  • "Questo taglio è… interessante";
  • "Ma te li sei tagliati da sola?";
  • "Sembri Miley Cyrus";
  • "I tuoi capelli sembrano così sottili...”;
  • "Hai la ricrescita a vista";
  • "Avevi dei capelli così belli una volta. Che cosa è successo?";
  • "Posso darti il nome di un buon parrucchiere";
  • "Per caso volevi farli come in questa foto?";
  • “È vernice quella che hai sui capelli? (Riferendosi ad una striscia grigia)";
  • "Wow ma sono morbidi! Sembravano più crespi";
  • "Ti sei fatta il colore da sola?";
  • "Questo taglio ti fa il viso più tondo";
  • "Ti sei tagliata/colorata i capelli così perché stai attraversando un periodo di crisi?";
  • "Preso l’acqua eh!”;
  • "Mmm.. carini… ma ti preferivo con l'altro colore";
  • "Non è che mi faccia impazzire questo nuovo taglio";
  • "Dai ricresceranno";
  • "Quanto hai intenzione di tenere questo taglio di capelli?";
  • "Ma ti sei pettinata stamattina?";
  • "Dovresti provare questo prodotto rinforzante";
  • "Certo che sono grassi, eh…";
  • "Fossi in te mi farei ridare indietro i soldi dal parrucchiere”;
  • "OH MAMMA. Che hai fatto ai capelli?";
  • "Capelli disordinati, eh?";
  • "Ma sono tutti tuoi?";
  • "Ma ci sei stata dal parrucchiere?";
  • "Questo taglio ti fa sembrare più vecchia";
  • "Forse dovresti tingerli un po’…”;
  • "Sembri Bob Marley!”.

Cari amici, abbiamo tutti lo specchio a casa, quindi i vostri commenti oltre che sgraditi sono anche abbastanza scontati, risparmiateceli!

gpt native-bottom-foglia-bellezza
gpt inread-bellezza-0
gpt skin_mobile-bellezza-0