gpt skin_web-ros-0-0
gpt strip1_generica-ros-0
gpt strip1_gpt-ros-0-0
1 5

Pancia piatta in 5 mosse!

/pictures/20150519/pancia-piatta-in-5-mosse-3173619228[5423]x[2261]780x325.jpeg

Mettete in conto almeno un mese, tanto impegno e un occhio alla dieta e con i nostri 5 consigli per assottigliare e tonificare il giro vita vi godrete la prova costume senza troppi problemi!

Pancia piatta in 5 mosse

Nessun miracolo, ma 5 saggi consigli per aggredire la pancia in un mese, sgonfiarla e renderla sexy. Armati di sorriso, impegno e un buon proposito da rispettare: fare sport tutto l'anno!

1) Fai il pieno di fibre e tieni sotto controllo gonfiore e bilancia!

Pancia gonfia, intestino pigro o problemi a digerire? Il gonfiore poi si combatte a tavola con le fibre, assunte sotto forma di: cereali integrali, meglio se a base di crusca, pane e pasta integrali, frutta con la buccia e verdure, soprattutto crude. Assolutamente bandite le bibite gassate di ogni genere, preferite acqua liscia. Evitate verdure che gonfiano come cipolle, crauti, verza, cavolfiori e condite sempre con olio di oliva, meglio se a crudo. Occhio poi al consumo di alcolici, soprattutto della birra, che è tanto buona quanto “pericolosa”. Per finire, attenzione alla bilancia, non saltate mai la colazione e non esagerate con i grassi, i condimenti, i dolci: non riempiono di aria, ma di grasso, che sulla pancia è veramente difficile da mandar via!

2) Creme ad hoc, centri benessere e... tanto mare!

Le creme non fanno miracoli ma possono aiutare, se non a ridurre, almeno a tonificare i tessuti, a rendere la pelle più bella ed elastica e regalano anche un pizzico di sano ottimismo! L’importante è usarle mattina e sera, per almeno un mese, spalmandole su tutta la pancia con movimenti lenti e circolari, fino al totale assorbimento. Se siete pigre, rivolgetevi alla vostra estetista di fiducia per farvi consigliare un trattamento d’urto. Fra i più innovativi ci sono il massaggio connettivale, i massaggi abbinati a fanghi drenanti e riducenti, l’uso di macchinari come quello per la termoterapia e trattamenti a base di alghe o ispirati alle proprietà del mare, vero alleato della linea. A proposito, consiglio gratis ed efficace: tanto movimento fra le onde!

3) Un, due, tre, ginnastica tonificante!

La pancetta non va via con i miracoli, ma con lo sport praticato tutto l’anno. In ogni caso la situazione può essere migliorata anche ora, mettendo in conto almeno 4 settimane di allenamento costante! Sport che tonificano le fasce addominali sono il nuoto, gli sport di combattimento, la danza e gli esercizi di aerobica mirati. Anche il pilates e lo yoga hanno un ottimo effetto sui muscoli dell’addome ma si tratta di sport che richiedono tempo per essere eseguiti correttamente e portare effettivi risultati. Per fare degli ottimi addominali in casa vi basta un tappetino morbido da palestra, un peso da un chilo, tanta buona volontà e magari un bel cielo da guardare, al posto del solito soffitto.

Non iniziate mai gli esercizi a terra a freddo, ma solo dopo aver praticato almeno 15 minuti di attività aerobica (corsa, camminata veloce, pattinaggio in linea, nuoto, salto con la corda, ballo sfrenato, a seconda delle vostre capacità!). E ora ecco qualche esercizio per avere una pancia piatta. Stese sul tappetino, supine, gambe piegate, tenete la testa indietro il più possibile e salite lentamente col busto fino ad “abbracciare” le ginocchia. Le braccia potete tenerle incrociate sul petto o dietro la nuca, in questo caso farete attenzione a tenere i gomiti molto aperti rispetto al viso. Lo sguardo è sempre rivolto verso l’alto. Ripetete questo movimento, contraendo i muscoli della pancia, per 20 volte. Aumentare col tempo le serie da ripetere, fino ad arrivare a realizzarne 3, con una pausa di un minuto fra l'una e l'altra. Questo esercizio può essere ripetuto poi senza arrivare fino alle ginocchia, sollevando di poco il busto e schiacciando al massimo la schiena contro il pavimento. Per renderlo più impegnativo dopo i primi tempi potete eseguirlo con un piccolo peso da un chilo appoggiato sotto le costole. Potete poi iniziare a salire e scendere in due tempi o a salire in tre e a scendere in uno.

Lo stesso esercizio poi, eseguito cercando di alzarsi prima verso destra e poi verso sinistra, con una torsione immediata del busto, farà lavorare le fasce laterali. Per gli addominali bassi, più difficili da tonificare, tenete le gambe tese e a squadra e eseguite una o più serie da 20, tenendo le mani sotto al sedere e spingendo le gambe e le punte dei piedi verso l’alto, con movimenti controllati. Tornate dopo pochi secondi e ripetete. Un altro esercizio si svolge nella stessa posizione, ma con le braccia aperte in terra. Cercate di toccare la punta dei piedi salendo con corpo e braccia ma tenendo la testa il più possibile indietro e lo sguardo sempre rivolto verso il soffitto.

In piscina, per far lavorare gli addominali, praticate molto dorso e rana. Esercizi da ferme possono essere la bicicletta, tenendovi il più possibile a galla. Oppure: con la faccia rivolta verso il bordo, mettete le mani sotto al mento e i gomiti sul bordo e sollevatevi, facendo leva sulla pancia. Oppure: con la nuca verso il bordo della piscina, tenetevi con le mani all’indietro, piegate le gambe, fate aderire la schiena al bordo. Sollevate lentamente le gambe dal basso verso l’alto e ripetete.


Ricordatevi però sempre queste fondamentali regole:

  • Respirare bene. Quando si sale, l’aria va buttata fuori, mentre quando si scende, l’aria va inspirata. Se si salta questo fondamentale passaggio gli addominali diventeranno faticosi, i movimenti saranno più contratti e non avranno gli effetti desiderati.
  • Non inarcare la schiena, ma tenere il bacino ben schiacciato in terra.
  • Alternare delle serie da 10-20 esercizi a una pausa. Aumentare ogni settimana ogni serie di esercizi e aggiungerne sempre di nuovi.

4) Bere, bere e bere: tanta acqua e qualche tisana ad hoc

Il consiglio d’oro per la linea resta sempre quella di bere il più possibile, durante tutto l’arco della giornata, prima, durante e dopo i pasti, almeno un litro e mezzo di acqua, meglio se naturale, non troppo fredda e a basso contenuto di sodio per evitare la ritenzione idrica. Un’altra ottima idea è quella di bere dopo ogni pasto una tisana a base di finocchio, cumino, coriandolo, anice, rabarbaro. Ma ricordatevi sempre di associare all'acqua anche il consumo di cibi molto diuretici (verdure amare, finocchi, riso, verze, patate, cereali tipo quinoa, mele, zucchine) e di ridurre quelli molto salati (insaccati, formaggi, melanzane, peperoni) E per finire

5) Via lo stress, guardati allo specchio e….sorridi!

La pancetta un po’ sporgente può essere assottigliata, ma non far diventare la tua forma fisica motivo di stress! Lo stress negativo è nemico del benessere e senza sorriso la silhouette ne risente e il gonfiore è in agguato. Perciò smettetela di accanirvi contro madre natura – o vostra madre – se non vi ha regalato un vitino da vespa, mettete nell’armadio le ansie ed uscite a passeggiare, goditevi un momento tutto per voi, un bagno profumato, una corsa col cane, una serata fra amiche sorseggiando un cocktail analcolico a base di frutta e verdura!

Regalatevi un week end fra la natura o in una beauty farm, prendete un po’ di sole, riposatevi quando potete, e godetevi quello che vi circonda. E quando arrivate in spiaggia il primo giorno, invece di fissare con sguardo cupo chi ha un fisico tonico, levate il pareo e buttatevi fra le onde, che oltretutto sono ottime per la linea. Una persona allegra e che si piace vive meglio con sé e con gli altri, molto più di Miss-conta-calorie, sempre alla ricerca di una perfezione che non c’è.

/var/www/orion/src/Orion/FrontendBundle/Resources/views/Templates/pianetadonna/advblocks/adv-block-native_tisanoreica1.html.php

In linea con Tisanoreica

contenuto sponsorizzato

Il mondo Tisanoreica offre diversi prodotti utili per ridurre il peso corporeo, aumentare il benessere e migliorare l'aspetto... continua

gpt skin_mobile-ros-0-0