gpt skin_web-benessere-0
gpt strip1_generica-benessere
gpt strip1_gpt-benessere-0
1 5

Lascia a casa il mal di testa quando sei in vacanza!

/pictures/2017/07/26/lascia-a-casa-il-mal-di-testa-quando-sei-in-vacanza-921207488[3802]x[1583]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-benessere

CONTENUTO SPONSORIZZATO - Per evitare che il mal di testa ci venga a far visita proprio durante le attesissime vacanze, ci sono alcuni accorgimenti che possiamo seguire e 3 semplici regole che ci aiutano a gestire l'eventuale insorgenza di questo disturbo

Tieni lontano il mal di testa in vacanza

Dopo un anno di intenso lavoro abbiamo veramente bisogno di partire, andare in vacanza e riposarci. Le vacanze sono indispensabili per ritrovare energie e motivazioni e nulla dovrebbe intromettersi in questo attesissimo momento di relax. Tuttavia sappiamo bene che ci sono disturbi che possono turbare la tranquillità delle nostre ferie e il mal di testa è senza dubbio uno di questi.

Le piccole preoccupazioni in vista delle vacanze, le ultime prenotazioni, la preparazione delle valigie e così via, rischiano di diventare motivo di stress e di portare al verificarsi di episodi di mal di testa. Del resto, anche i cambiamenti positivi che viviamo in vacanza, i ritmi di vita più lenti e la maggiore attività fisica, modificando le nostre normali abitudini, possono essere fra le ragioni per cui il mal di testa si presenta anche quando ogni preoccupazione ci appare lontana.

A questo proposito Gennaro Bussone, Primario Emerito dell'Istituto Neurologico C. Besta di Milano e Presidente Onorario ANIRCEF ci spiega che: “In vacanza cambiano i ritmi di vita: si passa in genere da uno stile di vita sedentario e in ambienti chiusi ad attività all’aria aperta che aumentano il movimento giornaliero. Anche l’equilibrio sonno-veglia viene alterato così come le abitudini alimentari, sia nei cibi che mangiamo sia negli orari e, a volte, si saltano addirittura i pasti. La lista potrebbe allungarsi ancora, con molte altre cause che stravolgono la routine quotidiana e che possono quindi scatenare episodi cefalalgici, spesso di natura tensiva e occasionale”.

Non dobbiamo però dimenticarci un altro dato fondamentale che, se ponderato con la dovuta attenzione, ci aiuterà a combattere il mal di testa più efficacemente: i mal di testa non sono tutti uguali e le cause scatenanti possono essere diverse. Individuare la causa specifica del mal di testa, che può essere lo stress ma anche le fluttuazioni ormonali nel periodo del ciclo, è essenziale per ricorrere al rimedio più adatto. Scegliendo la tipologia di farmaco più adeguata e il prodotto con il dosaggio migliore da assumere, ci libereremo rapidamente della cefalea.

Fra i farmaci analgesici e antinfiammatori i più efficaci quando si parla di mal di testa sono senza dubbio quelli a base di ibuprofene, che agiscono rapidamente se assunti con tempestività. Il Professor Bussone infatti dice che: “Tra le diverse soluzioni disponibili, l’ibuprofene nel dosaggio da 200mg risponde bene proprio a questa esigenza, offrendo un buon profilo di efficacia e sicurezza e agendo in tempi rapidi per bloccare l’evolversi del disturbo. Insieme a qualche accorgimento e attenzione in più per prevenirlo, sarà più facile godere di una vacanza rilassante e senza mal di testa”.

Ricordiamo quindi di mettere in valigia il rimedio mirato per il nostro mal di testa, così da averlo sempre a portata di mano. Infine, sempre il Professor Bussone, ci suggerisce 3 regole d'oro per prevenire e combattere il mal di testa in vacanza:

  • Prendersi cura di mente e corpo - Uno stile di vita equilibrato, fatto di alimentazione sana, attività fisica, gestione attenta del sonno, ci aiuta a vivere meglio le vacanze, a ritrovare il benessere e tenere lontano il mal di testa.
  • Scegliere i nostri alleati - Significa conoscere ciò che ci fa star bene e ciò che contribuisce a prevenire l'insorgenza del mal di testa, come ad esempio bere molto e mantenersi adeguatamente idratati. Dedicarsi ad attività piacevoli e rilassanti, come delle belle passeggiate, è un ulteriore aiuto.
  • Agire tempestivamente - E se il mal di testa dovesse presentarsi in ogni caso? Assumiamo subito il farmaco antinfiammatorio con il dosaggio più basso, così da stroncare l'episodio di cefalea sul nascere.
gpt native-bottom-foglia-benessere
gpt inread-benessere-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-benessere-0