strip1-blog
1 5

Ricetta per fare il pandoro in casa

E' il dolce di Natale per eccellenza dal gusto ricco ma semplice. Ecco gli ingredienti per farlo in casa a cui aggiungere tanta tanta pazienza!

adsense-foglia-300
Qualche giorno fa sono riuscita a trovare finalmente lo stampo per fare il pandoro.Considerata la difficoltà dell'impresa mi ero quasi rassegnata; di certo non avrei potuto comprarlo ne' di carta ne' di silicone considerando che durante le lunghe lievitazioni tendono a deformarsi e a compromettere inesorabilmente il risultato finale.

Ho trovato lo stampo in alluminio da Peroni a 22€ (stampo da 1kg), un negozio di casalinghi vecchio stile che si trova in Piazza dell'Unità n° 29, in realtà una stradina che costeggia il mercato di via Cola di Rienzo, a Roma: guardando il mercato a sinistra. Probabilmente un tempo il mercato era scoperto e alla stradina è rimasto il nome della piazza che fu...
pandoro
Dopo la difficoltà del trovare lo stampo ho affrontato la difficoltà della ricetta. Fare in casa il pandoro è piuttosto complesso per via delle molteplici lievitazioni e della lavorazione a sfoglia finale ma il prodotto finale da' un sacco di soddisfazione (eh eh, questa qui accanto è la foto di come è venuto a me)! Ed è tutto un'altra cosa...

Così come era successo per la colomba di Pasqua, anche nel caso del pandoro una riflessione è nata spontanea: cosa c'è dentro pandori/panettoni/colombe & co che costano 3,50 € se io solo di ingredienti in questo caso ne ho spesi 8? Insomma, il solo discorso che le grandi aziende comprano tutto all'ingrosso non basta, non ci credo. Io ne faccio anche una questione di qualità!

Per la ricetta ho fatto riferimento a quella delle "Sorelle Simili" che Sigrid Verbert riporta nel suo blog.

Ingredienti
- farina manitoba 450g
- zucchero 135g
- burro a temperatura ambiente 170g
- uova 4
- lievito di birra 18g
- sale 1 cucchiaino
- vaniglia 1 bacca
- acqua

1. il lievitino

acqua tiepida 60g
farina manitoba 50 gr
lievito di birra 15g
zucchero 10g
tuorlo 1

Sciogliere il lievito nell’acqua, aggiungere gli altri ingredienti, mescolare bene con una forchetta e lasciar lievitare coperto per un'ora circa.

2. primo impasto
Al lievitino aggiungere: farina manitoba 200g, uovo 1, burro 30g, zucchero 25g, lievito di birra 3g, acqua tiepida 2 cucchiai. Sciogliere il lievito di birra nell’acqua, versarlo sul lievitino, aggiungere gli altri ingredienti, impastare e far lievitare per 45/60minuti, fino al radoppio.

oandoro_23. secondo impasto

Al primo impasto aggiungere farina manitoba 200g, zucchero 100g, uova 2, sale 1 cucchiaino, vaniglia 1 bacca

Aggiungere all'impasto gli altri ingredienti (la bacca di vaniglia si apre in due e l'interno si raschia con un coletello per prenderne i semi aromatici) e impastare il tutto per una decina scarsa di minuti. Coprire di nuovo la ciotola e lasciar lievitare per circa 1h30, fino al radoppio della pasta. Poi trasferire la ciotola con l’impasto in frigorifero, per 45 minuti.

4. sfogliare l’impasto
Riprendere l’impasto dal frigo, reimpastarlo velocemente con le mani su una ripiano leggermente infarinato, e stenderlo al mattarello in un quadrato di 1 cm di spessore circa (circa 30cm di lato). Sistemare al centro i 140 gr di burro lasciato ammorbidire a temperatura ambiente, poi ripiegare gli angoli del quadrato sul centro, chiudendo il burro, formando un secondo quadrato (una busta :) più piccolo. Chiudere bene le pieghe, poi con il mattarelle stendere in quadrato in una strischia davanti a sé (lungo circa 3 volte il lato iniziale del quadrato). Ripiegare la striscia in 3 (come si farebbe con la pasta sfoglia: ripiegare il terzo superiore sul centro e il terzo inferiore sui due di prima). Avvolgere con la pellicola e mettere al fresco per 20 minuti. Ripetere due volte questa ultima operazione.

5. ultima lievitazione e cottura
Spenellare il pacchettino di pasta sfogliata con un po’ di burro fuso e, con le mani, formare una palla, riportando tutte le chiusure sotto la palla di impasto. Imburrare per bene lo stampo, sistemarci la palla con la chiusura dell’impasto verso l’altro, coprire con della pelicola, meglio se spennellata con un goccio d’olio, e lasciar lievitare fino a quando l’impasto inizierà a uscire dello stampo 8circa 10/12 ore)
Infine, fare cuocere il pandoro per 10 minuti a 165° poi per 20 minuti a 155° e infine altri 15 minuti a 150°. Per verificare il grado di cottura fare una prova stecchino con un lungo spiedino di legno che dovrà uscire asciutto. Sfornare, capovolgere e sformare. Lasciar raffreddare e infine cospargere con dello zucchero a velo