strip1-ros
1 5

Come aprire un bed and breakfast in casa

Un'attività sempre in crescita nel nostro Paese. Ecco tutto quello che devi sapere che vuoi trasformare la tua casa in un bell'alloggio per turisti!

adsense-foglia-300
A cura della Dott.ssa Valentina Grilli

Negli ultimi tempi sta prendendo molto piede l’idea del B&B (acronimo di Bed & Breakfast). Questa attività molto discreta può essere una buona fonte di guadagno per una famiglia che dispone di qualche camera in più, per lo più inutilizzata, da adibire agli ospiti. Inoltre, questa tipologia di sosta-alloggio, è in costante crescita anche nelle preferenze dei viaggiatori. Questo grazie alla diversificazione della tipologia offerta che si è avuta negli ultimi anni e alla diffusione capillare su tutto il territorio nazionale

LEGGI ANCHE: COME RENDERE LA STANZA DEGLI OSPITI PIù ACCOGLIENTE E CARINA


Quello che più soddisfa un viaggiatore nel B&B è l’accoglienza familiare, il contatto con la gente, che diversamente in un hotel non si ha a questi livelli, la filosofia della formula d'alloggio familiare dove il valore aggiunto è dato anche dalla scoperta del territorio incluso il contatto con la gente che abita in quei luoghi. Inoltre anche il rapporto qualità/prezzo riveste un ruolo importante per la scelta di un B&B rispetto ad altre formule di alloggio e accoglienza. Infatti permette anche a chi ha dei mezzi economici ridotti, di viaggiare o di viaggiare più a lungo e condividere lo stile di vita del luogo e la gente che vi abita. Aprire un B&B significa poter beneficiare di un' “entrata” familiare in più e di aprirsi al mondo esterno con la voglia di condividere esperienze trasmettendo l'amore per la propria città o località

COME APRIRE UN'ATTIVITÀ DI BED AND BREAKFAST

Il B&B è una attività ricettiva a conduzione propria gestita da privati che avvalendosi della loro organizzazione familiare, utilizzano parte della propria abitazione con camere e posti letto limitati,stagionalmente o in determinati periodi dell’anno, sulla base di leggi regionali di settore o regolamenti comunali specifici

Le Leggi regionali si rifanno alla Legge Principale

Legge 29 marzo 2001, n. 135 - "Riforma della legislazione nazionale del turismo", pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 92 del 20 aprile 2001.

QUI IL LINK
http://www.bed-and-breakfast.it/leggi_bed_and_breakfast_nazionale.cfm

La prima cosa da fare per aprire un B&B è quella di consultare la specifica LEGGE REGIONALE in materia.

Successivamente bisogna accedere tramite Internet o recarsi allo sportello SUAP del Comune di pertinenza per ritirare la modulistica necessaria per la Dichiarazione di Inizio Attività.

La SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività), è la nuova procedura che sostituisce la DIA (Denuncia di Inizio Attività). Il vantaggio offerto da questo nuovo strumento è quello che con la presentazione della SCIA l'apertura del B&B è immediata.
Alla SCIA vanno allegati i documenti necessari per la completa definizione della pratica (avvio dell'attività di somministrazione di alimenti e bevande, autorizzazione targa o insegna)

I passi successivi riguardano l'avvio delle pratiche, gestite dalle locali A.A.P.I.T. o dagli Uffici Turistici, per la classificazione della struttura e per il monitoraggio e la comunicazione degli ospiti alle Autorità di Pubblica Sicurezza. Riguardo a queste procedure vanno consultati gli uffici competenti in quanto ci potrebbero essere delle differenze tra regione e regione

REQUISITI PER L'ALLOGGIO


(i requisiti variano da regione a regione):

•    massimo 3 camere (debitamente arredate con letto, armadio, comodini, lampade, sedie, cestini gettacarte, per un massimo di 6 posti letto)

•    un'interruzione di almeno 90 giorni, anche non consecutivi, nel corso dell'anno (per rispettare il carattere saltuario dell'attività è prevista, in questo caso non serve l'apertura della partita IVA)

I requisiti minimi richiesti (possono subire delle variazioni da regione a regione) :
•    camera doppia 14 mq
•    singola 8 mq
•    conformità alle norme si sicurezza degli impianti elettrici, a gas, di riscaldamento, rispetto delle norme igieniche ed edilizie

IL SERVIZIO: dovrà essere unicamente a livello familiare fornendo a chi è alloggiato, per la prima colazione, esclusivamente cibi e bevande confezionate senza alcun tipo di manipolazione. Dopo l'entrata in vigore del nuovo codice sul turismo ci son novità sui B&B. Infatti dal 2011 si distinguono due tipologie: i classici B&B a carattere familiare, dove è previsto alloggio presso la propria residenza e offerta di cibi e bevande preconfezionate a colazione, e i B&B a carattere imprenditoriale.
I primi non necessitano di partita IVA e sono un un’attività economica non imprenditoriale, i secondi invece sono imprese a tutti gli effetti

LEGGI ANCHE: I MIGLIORI E I PEGGIORI OSPITI DA RICEVERE IN CASA


La nuova figura del B&B a carattere imprenditoriale è inclusa all'interno delle attività ricettive paralberghiere pertanto si potrà, all’interno di essi, erogare il servizio di somministrazione di alimenti e bevande alle persone alloggiate e ai loro ospiti. Per quanto riguarda il buon gusto invece, il consiglio è sempre quello di fare le cose con moderazione. Scegliete uno stile sobrio nei colori e nelle forme e rendete l’ambiente il più accogliente possibile. Curatevi di conoscere le modalità di preparazione di una camera: come si fa un letto ad esempio, come si sistemano gli oggetti, come posizionare le tendine, come piegare le asciugamani e riporre le salviette da bagno: tutta questa cura sarà motivo in più di scelta, nei confronti della vostra struttura. Infine poi, prima dell’arrivo, un fiore fresco reciso in vaso sarà sicuramente gesto gradito ai vostri ospiti!