NAVIGA IL SITO

Impara il Patchwork!

Le nozioni di base, gli strumenti da usare, i link utili per scoprire associazioni e negozi online o scaricare tutorial gratis. Prima lezione di cucito e fantasia

/gallery/foto_gallery/casa/fiere-del-fai-da-te-e-del-bricolage-italia-estero/passatempi-e-passioni.jpeg Vedi le foto: Creatività in fiera!
In un delizioso film di qualche anno fa, intitolato Gli Anni Dei Ricordi, un gruppo di donne di ogni età, si riuniva attorno a un tavolo per realizzare una bellissima coperta patchwork. Ognuna di loro portava con sè pezzi di stoffa, un progetto e la sua vita, raccontata e cucita insieme alle altre. Lo spirito del patchwork (LEGGI QUI) (letteralmente: lavoro con le pezze) é proprio questo. Cucire con amore, portare a termine un progetto, condividerlo. Per diventare esperte di questa tecnica di cucito creativo serve soprattutto fantasia, pazienza e qualche piccola nozione di base, che vi raccontiamo.

GUARDA LE FOTO: KATE MIDDLETON, PRINCIPESSA CHE AMA IL CRAFTING

Tecniche e stili

Il patckwork è una tecnica creativa attraverso cui, pezzi di stoffa colorata, vengono uniti fra loro, spesso cuciti (ma non sempre!), per creare un disegno astratto o un soggetto, un pannello, una coperta imbottita, come quelle che si vedono in tantissimi film americani, una borsa, dei pupazzi o dei quadretti, a seconda dello stile prescelto. Il tutto a partire da un modello in carta o cartoncino disegnato (o stampato o fotocopiato), ritagliato in scala reale e seguito. Ecco alcuni fra i metodi più famosi

Stile inglese: usato soprattutto per realizzare motivi geometrici e piccoli, si avvale dell'uso di sagome di carta su cui vengono appuntate delle toppe di tessuto ritagliato (ad esempio, una serie di esagoni cuciti fra loro, con sfumature diverse, per ottenere un disegno finale)

Stile americano: qui le pezze vengono accostate e unite diritto con diritto, usando la cucitura a mano (più ricercata) o quella a macchina. Fondamentale è la scelta dei colori, che accostati in modo speciale, faranno ottenere un disegno

Appliqué: è usato per cucire su stoffa sagome curve (cuori, pupazzi, lettere, disegni) e sovrapporre disegni ritagliati, che vanno anche in questo caso prima disegnate, ritagliate e appuntate sulla stoffa e poi, la maggior parte delle volte, imbottite.



Questo è lo stile perfetto per ottenere copertine per bambini, decorazioni di borse o altri oggetti. E' la tecnica più semplice da imparare

Baltimora: simile all'appliqué, questo metodo si basa su piccoli pezzi di stoffa che vengono applicati sul blocco

Log cabin: i pannelli lavorati con questo metodo risultano composti da quadrati con i lati formati da strisce di stoffa cucite fra loro e portano a volte, al centro, un ricamo o un disegno.

LEGGI ANCHE: CRAFTING, NUOVI HOBBY DA PROVARE!

Questa tecnica richiede molta pazienza ed esperienza, nell'uso della carta quadrettata e nella scelta dei colori, se si vogliono realizzare grandi progetti

Folded patchwork o stile giapponese: uno stile particolare, ricercato e molto complesso con cui realizzare bellissime composizioni geometriche

Crazy patchwork: attraverso questo metodo potete sbizzarrire la fantasia. I pannelli sono realizzati cucendo fra loro pezzi di stoffa irregolari.

LEGGI ANCHE: CORNICI FAI DA TE, IDEE DELIZIOSE

Attraverso il crazy potete realizzare su stoffa paesaggi bellissimi e perfino copiare quadri e fotografie. Tutto dipende infatti dalla scelta giusta dei colori


Patchwork su polistirolo: senza bisogno di ago e filo e grazie ad alcune forme in vendita nelle mercerie specializzate, rivesti con pezzi di stoffa e crea (info su hobbybyme.com)

Strumenti di base

Per fare patchwork due cose sono essenziali. La fantasia e un minimo di capacità di tenere l'ago in mano. Detto questo, ogni tecnica può essere appresa e, progetto dopo progetto, si possono fissare obiettivi sempre più importanti.

Il bello del patchwork é anche la possibilità di lavorare in più persone sullo stesso pezzo (per esempio, ognuno fa il pannello di una coperta dell'amicizia). A parte questo, se siete interessate a iniziare l'avventura, ecco l'indispensabile di cui avrete bisogno oltre alla macchina da cucire (non sempre serve, anzi le vere amiche del patchwork la usano raramente) e al ferro da stiro:

spilli sottili e appuntiti, ideali quelli lunghi con la capocchia piatta
aghi di dimensioni diverse
matite di grafite per i disegni preparatori
pastelli per le prove colore
matite solubili per il trapunto
telaio da ricamo con anello esterno regolabile

LEGGI ANCHE: TENDE FAI DA TE DI OGNI TIPO

taglierino a disco
tappetino sintetico con squadrature
righe e squadre trasparenti (si comprano in merceria)
carta quadrettata, cartoncino e carta lucido
stoffa di puro cotone (in commercio le migliori sono quelle importate dagli USA e dal Giappone, ma per inziare, andranno bene tutte) che va ammollato in acqua calda e stirato prima di cucire quando é ancora umido

Link utili per cominciare

Il panno blu, raccolta in PDF di tantissimi siti utili per scaricare modelli, scoprire fiere e mercatini, o siti con video dedicati al quilting

Qulitalia - Associazione italiana patchwork con consigli, mostre, negozi, tutorial, community e molto altro. La stessa associazione si è occupata di tenere corsi di patchwork gratuiti a donne e ragazze abruzzesi colpite dal terremoto, con una bellissima iniziativa di cui trovate qui delle informazioni

Needlepointer.com alla sezione quiliting tanti modelli, consigli, shopping on line, tutto sul patchwork

Patchworkworld.com.au da uno dei paesi dove questo hobby è più diffuso, un sito immenso dove trovare tutto di tutto sul patchwork

Freequiltpatterns.com enorme directory dove trovare tantissimi modelli patchwork da scaricare e visionare

Qnntv.com una vera e propria quilting television dove guardare tantissimi video e imparare in fretta

(La foto con la Sunbonnet Sue pubblicata in homepage è presa dal blog Pezzepezzidivita)


Caricamento in corso: attendere qualche istante...

1
Commenti

matilde venerdì, 25 luglio 2014

Makeitland

Ciao! vi segnalo questo sito http://www.makeitland.com registrandovi sarete avvisati appena sarà on line. Partiranno con dei corsi in italiano... da quello che ho capito sarà una piattaforma molto simile a Craftsy

n° 2
Barbara venerdì, 19 febbraio 2010

Ad Abilmente tutto il mondo del patchwork!

ATELIER “LA CASA VESTITA”
Collezioni tessili e ultime tendenze nel mondo del patchwork

Con l’Atelier “La Casa Vestita” lo spazio abitativo diventa lo scenario in cui si confrontano linguaggi, stili, gusti e tendenze per mettere in luce le contaminazioni esistenti tra la produzione di tessuti e il mondo del patchwork che, grazie alle attrezzature più evolute come le sofisticate macchine da cucire o i versatili attrezzi per il cucito creativo, si è straordinariamente arricchito, rappresentando un repertorio di esperienze artistiche di tutto rispetto.
Protagoniste dell’Atelier “La Casa Vestita” saranno le aziende 01 Fabrics, che presenterà i tessuti della norvegese Tilda, Agomago che presenterà i tessuti giapponesi, Coats Cucirini che proporrà i tessuti di Kaffee Fassett, Hft Distribution, che presenterà la collezione black and white della Benartex e Roberta De Marchi che presenterà i tessuti francesi, oltre alle quilter Giuliana Nicoli Andretta, Rita Frizzera, Silvia Momesso e Sonia Bardella che presenteranno manufatti tessili che caratterizzano la propria produzione artistica di patchwork.
Tessuti e manufatti tessili (che saranno disponibili presso gli stand nell’area commerciale) verranno scenograficamente ambientati nell’Atelier con i mobili e complementi d’arredo in legno di Tosato (Cerea - VR) e in ferro battuto di Caporali (Arezzo) dalla squisita fattura artigianale. L’area sarà inoltre scenograficamente allestita grazie alle lampade di Bassano lux srl (Marostica –VI), tappeti di Paolo Zani (Milano) e complementi d’arredo in ceramica di BS Collection (Cartigliano - VI).
Non mancheranno all’interno dell’area due importanti aree dimostrative (Atelier del Patchwork) dove l’Associazione Nazionale Quilt Italia e l’Associazione Casa, Patchwork e Quilting terranno per l’intera durata della manifestazione corsi e dimostrazioni sulle varie tecniche che caratterizzano il mondo del patchwork.
L’Atelier “La Casa vestita” mette in luce le ultime tendenze nel mondo dei tessuti come:
- il gusto “New Romantic” che propone decori dalle atmosfere nostalgiche abbinati a delicate tonalità pastello, o come nelle collezioni di tessuti giapponesi che già da qualche anno spopolano nel mondo del patchwork, colori polverosi, spenti (tutte le declinazioni dei grigi, dei viola, dei melanzana) decori raffinati e sobri, che affiancano l’inossidabile “country”.
- il gusto “Vintage” che propone i decori tipici degli anni Sessanta/Settanta (cerchi, righe e forme geometriche), ispirati all’optical art che ha dominato oltre un decennio con i disegni in bianco-nero.
Carte da parati, tendaggi, complementi d’arredo, abiti, borse, cappelli, i tessuti ispirati al vintage dominano già da qualche anno le passerelle e i grandi saloni d’arredamento.
- il gusto “Multicolor” che esprime la grande voglia di colore che esplode con l’avvicinarsi della bella stagione (spiccano l’arancio, il fucsia, il verde, il rosso fluo e anche nei tessuti per l’arredamento s’incontrano mix di colori forti e accesi).
Una straordinaria fonte di ispirazione è rappresentata dall’espressionismo, corrente artistica che ha dominato la scena nei primi anni del Novecento. Attualissimi anche i decori di gusto “liberty” ritornati in auge da un paio di stagioni.
Le collezioni tessili sono la fonte di ispirazione delle quilter, che interpretano i colori e i decori secondo la propria personalità, realizzando manufatti a cui danno un’impronta singolare come le quilter selezionate dall’Associazione Nazionale Quilt Italia: Giuliana Nicoli Andretta, Rita Frizzera, Silvia Momesso e Sonia Bardella.
Il mondo del patchwork si avvicina sempre più a quello della “fiber art”: le quilter di oggi non si accontentano di accostare i tessuti così come vengono proposti nelle collezioni tessili, ma amano sperimentare, mixare, ricercare espressioni inusitate abbinando al tessuto anche altri materiali o tingendo e decorando il tessuto stesso.
La continua ricerca di accostamenti innovativi anche nel colore e’ il motivo che ha spinto ad inserire nel vasto programma degli Atelier Creativi di Abilmente, uno spazio- laboratorio particolare in cui è possibile apprendere “dal vivo” le tecniche di tintura naturale dei tessuti e dei filati: l’ “Atelier delle Tinte Naturali”. Organizzata dall'Associazione Maria Elda Salice (che dal 1986 si occupa di riscoprire, documentare e diffondere le tradizionali tecniche di tintura con i colori vegetali) l’atelier offrirà alle amanti del patchwork, stimoli e spunti per realizzare quilt originali, caratterizzati da giochi cromatici propri dei pigmenti vegetali, attraverso un percorso alla scoperta delle virtù cromatiche delle piante.
Il gioco delle prospettive, dei colori, delle forme e dei giochi di luce risiedono nei quilt di provenienza austriaca che saranno protagonisti della Mostra “Art & Patchwork”. La mostra, allestita lungo il colonnato del padiglione G della Fiera, presenta quilt di piccolo e grande formato di creative austriache dell’Associazione nazionale austriaca di pathwork “Patchwork Gilde Austria”.
Il gioco, l'inventiva, l'applicazione, la fantasia e la creatività sono gli ingredienti primi di quest'arte e di questi quilt meravigliosi, oggi tanto ricercati dagli appassionati e dai curiosi che si avvicinano a questo mondo.

n° 1
Chiudi
Aggiungi un commento a Impara il Patchwork!...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori