gpt
gpt
gpt
1 5

Buffet di Capodanno low cost: tante idee sfiziose

/pictures/20151209/buffet-di-capodanno-low-cost-tante-idee-sfizione-1398569559[980]x[408]780x325.jpeg
gpt

Tutti i consigli per organizzare un cenone di Capodanno spendendo davvero poco e facendo comunque una splendida figura con i nostri ospiti

Buffet di Capodanno economico

Si avvicinano le feste di Natale e dobbiamo pensare ai menù dei vari pranzi e cenoni del caso. La vigilia di Natale, il pranzo, la cena a base di pesce, il giorno di Santo Stefano e Capodanno! Per la fine dell'anno saremo quasi al verde ormai: e se propendessimo per un cenone low cost? Ecco allora qualche consiglio per come preparare un cenone di Capodanno a costi davvero molto bassi, organizzarsi con un certo anticipo tutto è possibile!

In questo articolo troverete queste ricette per il buffet di Capodanno:

I lievitati

Dovremo lavorare un pochino di più ma spenderemo decisamente meno: si parte dal pane, che faremo a casa. Con un kilo di farina faremo quasi due chili di pane al costo di nemmeno 2 euro! Inoltre, possiamo allungare qualche striscia e lasciarla a fine cottura a forno più basso per un po’ più di tempo, cospargendola di spezie e sale faremo dei deliziosi grissini snack o altri sfizi in versione finger food. Se poi vogliamo proprio esagerare a Capodanno, possiamo anche fare qualche pezzetto di focaccia da servire con il pane tagliata a striscioline. Economico no? E soprattutto da leccarsi i baffi! Se abbiamo una casa piccola cerchiamo di non utilizzare troppo spazio e utensili.

La ricetta dei biscotti di Natale

Gli antipasti

Antipasti a go-go a Capodanno! Quelli non devono mai mancare. Prendiamo i formaggi (fondi e avanzi) che abbiamo nel frigo e fondiamoli in un pentolino con un pochino di latte, prendiamo dei broccoletti e cipolla a cubetti, bolliamo il tutto e lasciamo poi un momento a colare. Recuperiamo dalla dispensa del pane secco e tagliamolo a cubetti: passiamolo in pentola un minuto con un filo d’olio per farlo rosolare. Prendiamo poi delle piccole cocotte monoporzione e disponiamo uno strato di pane a cubetti sul fondo, qualche ciuffo di broccoletti verdi e cipolla sopra e di nuovo qualche cubetto di pane. Questa idea è ottima anche per un menù vegetariano.

Ricette di Natale senza latte

Coliamo poi fino a coprire il tutto, la crema di formaggio. Spolverizziamo con un tocco di pan grattato e parmigiano e mettiamo in forno per 10 minuti a rosolare. Sforniamo quando belli dorati e serviamo tiepidi. Economico e delizioso! Se desideriamo proporre anche un antipasto vegetariano, ecco allora palesarsi una delizia col radicchio. Tagliamo a strisce sottili del radicchio rosso e della cipolla e facciamo rosolare in pentola con un filo di olio e un goccio di vino bianco per circa mezz’oretta.

Come gestire gli ospiti a Natale

A parte tostiamo delle fette di pane abbastanza sottili e disponiamole in un piatto: a fine cottura, facciamo con la forchetta dei nidi di radicchio e disponiamoli ben raccolti uno per fetta di pane. Sgusciamo delle noci e disponiamone una metà per ogni nido. Se abbiamo il tempo, passiamoli 5 minuti in forno per renderli croccanti. Leggero e davvero molto gradevole.

Primo piatto: pasta o risotto?

Possiamo proporre un primo di pasta oppure un risotto a nostro gusto, o perché no, anche due piccole porzioni di entrambe. Ecco due sfiziose ricette che ci lasceranno davvero a bocca aperta. Per la pasta possiamo proporre un mix di sapori con farfalle panna speck e carciofi. Prendiamo un carciofo, puliamolo bene e tagliamolo a listarelle sottili, mettiamolo in pentola ad appassire con uno spicchio di aglio e un filo d’olio. A parte mettiamo a bollire l’acqua per la pasta e iniziamo la cottura.

Come decorare la tavola di Natale

Aggiungiamo poi ai carciofi un etto di speck a listarelle sottili e facciamoli rosolare. Scoliamo la pasta al dente e incorporiamola al sugo, completando e mantecando tutto con la panna. Serviamo immediatamente e finiamo il piatto con una grattata di parmigiano fresco. Per il risotto invece, il gusto si fa più delicato. Utilizzeremo infatti solo un leggero battuto di erbette e spezie per dargli sapore: facciamo un trito finissimo di salvia, rosmarino, basilico, cipolla, carota, sedano e mettiamo in pentola con un filo d’olio e un etto di riso a commensale. Facciamo saltare per circa 3-4 minuti a fuoco vivo e poi incorporiamo un bel bicchiere di vino bianco per sfumare.

Ricette di Natale senza glutine

Completiamo poi la cottura con un litro circa di brodo di carne e lasciamo coperto per dodici minuti. A questo punto, mescoliamo e aggiungiamo due fette di formaggio fuso per mantecare. Portiamo in tavola all’onda e serviamo fumante dopo qualche minuto. Spolveriamo con parmigiano e gustiamo.

Se invece preferite potete sperimentare dei piatti di pesce semplici.

Secondo piatto tradizionale

Nessuno ci toglie il piacere di cedere alla tradizione: il secondo di capodanno, non si tocca! Niente novità, niente cambiamenti: per secondo ci saranno le lenticchie con il classico cotechino (ovviamente se lo prendiamo da un macellaio e non di quelli confezionati il gusto sarà delizioso). Per dare un tocco in più alle lenticchie aggiungiamo in cottura del pomodoro e un rametto di rosmarino. Saranno deliziose!

Il dolce

A questo punto pandori e panettoni saranno in svendita: accaparriamocene uno e decoriamolo farcendolo a dovere.. ecco come fare. Prendiamo un pandoro e tagliamo in orizzontale a fette di circa 2 cm. Prepariamo una farcitura con sei tuorli d’uovo (prendiamo uova biologiche e della grande distribuzione per una maggiore sicurezza) e sbattiamole con 2 etti di zucchero fino ad ottenere una crema bianca e spumosa. Il risultato sarà davvero appetitoso, anche se non propriamente adatto a chi è a dieta e deve limitare le calorie.

I drink di Natale

Aggiungiamo, fredda di frigo, una confezione di mascarpone da 250 grammi e misceliamo con calma e molto delicatamente. Per completare, aggiungiamo qualche goccia di caffè che darà un tocco in più. Spalmiamo ogni strato e ricomponiamo il pandoro curandoci che ci sia quasi un centimetro di crema tra ogni taglio. Mettiamo in frigo a rapprendere e dopo un paio d’ore, tiriamolo fuori per decorarlo: utilizziamo una colata di cioccolato fondente, a cascata.

Se poi siamo davvero golose, completiamo con qualche pralina, smarties o torroncino a pezzetti la superficie. Rimettiamo in frigo e tiriamo fuori 15 minuti prima di servire. Sarà il tocco di dolcezza che completerà la serata accompagnata da un bel vino bianco dolce. Se cercate idee più particolari, consultate la nostra lista di dolci di Capodanno, e ovviamente per surriscaldare l'atmosfera date un'occhiata alle ricette per i drink di Capodanno.

/var/www/orion/src/Orion/FrontendBundle/Resources/views/Templates/pianetadonna/advblocks/adv-block-blocco-seo-pd-natale.html.php
gpt
gpt skin_mobile-cucina-0-0