gpt skin_web-cucina-0
gpt strip1_generica-cucina
gpt strip1_gpt-cucina-0
1 5

Limonata perfetta: ricetta classica e varianti

/pictures/2017/06/28/limonata-perfetta-ricetta-classica-e-varianti-1037228019[1000]x[416]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-cucina

La limonata è la bevanda estiva per eccellenza, e anche la sua preparazione non è così banale come potrebbe sembrare: ecco tutti i segreuti della ricetta tradizionale e le golose varianti

Come fare la limonata in casa: ricetta classica e varianti

La limonata è la bevanda estiva per eccellenza, ma non sottovalutatela, perchè non è banale come sembra, e oltre alla ricetta originale che bisogna conoscere esistono tante sfiziose alternative da provare. Tutti la vogliono, tutti ne parlano, tutti la bevono, dalle strisce dei Peanuts agli organic-bar di New York. Il più semplice cocktail del mondo appena sale la temperatura diventa un must da servire e sorseggiare.

La dieta del limone

Fra le cose più belle dell'estate  indubbiamente il bicchiere colmo di acqua fresca aromatizzata al limone ha il suo bel posto. E se l'idea di versare limonata nei calici durante cenette fra amici e party estivi vi sembra ancora poco invitante, è perchè non conoscete la ricetta segreta e le deliziose varianti di questo gustoso drink casalingo, vintage e sano.

gpt native-middle-foglia-cucina

Ecco tutti i segreti della limonata che scopriremo in questo articolo:

Ricetta classica della limonata fatta in casa o limonata americana

Andiamo con ordine, qual è la vera ricetta originale della limonata perfetta conosciuta anche come limonata americana? Le proporzioni (per una buona quantità da servire a grigliate e pic-nic) sono:

  • 3 tazze di succo di limone spremuto fresco
  • 4 tazze di acqua fresca (liscia o leggermente frizzante)
  • 2 tazze di zucchero superfino
  • ghiaccio a piacere

Poi ovviamente procuratevi bicchieri colorati, cannucce e servite ben fredda. Ma se credete che la limonata sia solo questo vi sbagliate di grosso: questa bevanda super estiva può essere preparata in tantissimi modi diversi, e ora andremo a vedere i più sfiziosi.

Limonata senza zucchero

Cominciamo dalla versione "dietetica" della limonata: la ricetta originale infatti contiene un bel po' di zucchero, che ovviamente potete dosare a piacere a seconda dei vostri gusti. Ma c'è qualche trucco per preparare la limonata senza zucchero?

Le alternative sono due:

  • limitarsi a preparare un'acqua aromatizzata al limone senza altri ingredienti: possiamo regolarci spremendo mezzo limone per ogni bicchiere di acqua. In questo caso il sapore acido del limone sarà ancora sopportabile e non ci sarà bisogno di dolcificanti.
  • sostituire lo zucchero con del miele o meglio ancora con la stevia, un dolcificante naturale estratto da un'erba con pochissime calorie e con un potere dolcificante esponenzialmente superiore a quello dello zucchero.
Le ricette dei ghiaccioli fatti in casa

La limonata siciliana o limonata concentrata

In Sicilia è molto diffuso un metodo alternativo per fare la limonata davvero ingegnoso, che permette tra l'altro di conservare molto bene la limonata e produrne in grandi quantità: si tratta di una ricetta detta anche "limonata concentrata" e ne capirete presto il motivo.

Per questa ricetta occorrono uguali quantità di succo di limone e di zucchero (esempio: 100 gr di succo di limone per 100 gr di zucchero). I due ingredienti vanno ben mescolati finchè lo zucchero non si scioglie completamente: in questo modo avremo preparato un concentrato di limone e zucchero che va messo in congelatore in un barattolo per un minimo di tre ore.

In congelatore ritroveremo un composto che non ghiaccerà del tutto, ma avrà le sembianze di una sorta di gelatina solidificata. Ogni volta che vorremo una limonata basterà prelevare un cucchiaio di questo composto, metterlo in un bicchiere e versarci sopra l'acqua fredda mescolando finchè la gelatina non si scioglie completamente: ed ecco pronta la limonata.

E dopo aver visto i diversi modi di preparare la limonata, passiamo a qualche idea per aromatizzare la limonata con tanti ingredienti diversi.

Limonata alla menta

La limonata alla menta è un must estivo, ed è sicuramente l'aromatizzazione più amata per questa bevanda. Per realizzarla basta seguire la ricetta base della limonata e poi procurarsi delle foglioline di menta fresca: potete gestire voi la quantità di menta a seconda dei gusti, ma calcolate in media tra le 15 e le 20 foglioline per un litro di limonata. Dopo aver preparato la limonata aggiungete la menta e lasciate riposare per 2-3 ore prima di consumarla.

Tutti i segreti della marmellata fatta in casa

Limonata allo zenzero

Se vi piace lo zenzero potete preparare una limonata aromatizzata con la popolare radice, che ha anche parecchie proprietà benefiche. La preparazione però è un po' più lunga. Prima di preparare la limonata vera e propria infatti dovete mettere a bollire l'acqua che utilizzerete per la limonata e metterci dentro alcuni pezzi di zenzero fresco (circa 50gr per ogni litro di acqua, o di più se lo gradite), facendo poi sobollire per 4-5 minuti. Fate raffreddare l'acqua allo zenzero e procedete con la normale ricetta della limonata.

Limonata alle fragole

E' la versione primaverile della limonata: quella alle fragole, che si può preparare in due modi, cioè semplicemente aromatizzando la limonata o unendola a purea di fragole.

Calcolate una quantità di 300 gr di fragole per ogni litro di acqua. Se volete semplicemente aromatizzare la limonata, una volta pronta metteteci dentro le fragole a pezzi e fate riposare per circa un'ora.

Se invece desiderate un sapore di fragola più intenso frullate le fragole, filtrate la purea ottenuta e aggiungetela alla limonata mescolando bene.

Seguendo questi stessi procedimenti potete arricchire la limonata con tanti frutti diversi: lamponi, frutti di bosco e chi più ne ha più ne metta.

Limonata alla lavanda

La limonata alla lavanda è una versione davvero particolare e profumata di questa bevanda, che ha anche l'ulteriore vantaggio di essere efficace nell'alleviare il mal di testa. Anche in questo caso abbiamo due modi per preparare la limonata alla lavanda:

  • con olio essenziale di lavanda da aggiungere direttamente alla limonata, ma solo se ne preparate grandi quantità. Le dosi sono infatti di una goccia di olio essenziale per ben 2 litri d'acqua.
  • con fiori commestibili di lavanda: in questo caso bisogna prima fare un infuso facendo bollire i fiori di lavanda nell'acqua (circa 10 gr per un litro di acqua). Poi si fa raffreddare l'infuso e si prepara la limonata.

Limonata alla curcuma

Semplicissima da preparare, questa limonata mutua tutti gli effetti benefici della curcuma. Vi basterà preparare una normale limonata, e poi aggiungere a ogni singolo bicchiere un cucchiaino di curcuma in polvere e mescolare bene.

Limonata alla vodka

E dalle limonate più salutari come quelle alla curcuma passiamo senza colpo ferire a una versione decisamente meno salutista ma molto più godereccia: la limonata alla vodka, o vodka lemon che dir si voglia. Si tratta in tutto e per tutto di un cocktail, che potete facilmente servire agli ospiti in occasione di un party casalingo (meno indicato però per i pomeriggi afosi d'estate). Preparate i bicchieroni da cocktail, riempiteli di ghiaccio e unite tre parti di vodka e due parti di limonata precedentemente preparata. Ovviamente se ne desiderate una versione meno impegnativa potete diminuire la dose di vodka.

Limonata al sale

Ecco un'ennesima versione della limonata davvero particolare, che ci arriva da una tradizione tutta messinese. Per prepararla le dosi sono le seguenti:

  • due limoni
  • un cucchiaino di sale grosso
  • un bicchiere di acqua molto frizzante

Bisogna mescolare bene il succo dei due limoni con dell'acqua molto fredda e quindi aggiungere il sale grosso, mescolando fino a farlo sciogliere. Questa ricetta sfrutta la proprietà del sale di neutralizzare l'acido del limone. Attenzione però a consumarla immediatamente dopo averla preparata.

Limonata calda per digerire

Più che una limonata questa è una bevanda della salute, perfetta da consumare al mattino appena svegli a stomaco vuoto oppure dopo un pasto lauto per favorire la digestione. Basta scaldare l'acqua e spremere un limone in un bicchiere di quest'acqua.

Come conservare la limonata

Concludiamo con qualche dritta utile nel caso in cui voglia preparare molta limonata in anticipo per poi consumarla con calma. In che modo è meglio conservare la limonata, e per quanto tempo possiamo conservarla?

In realtà la limonata tradizionale andrebbe consumata velocemente. Un buon modo di conservare la limonata è fare la limonata concentrata, che vi abbiamo spiegato sopra, che si può tenere in congelatore almeno per un mese. Un metodo simile consiste nel fare un concentrato di succo di limone e zucchero (vanno bene parti uguali di zucchero e succo di limone), portare a ebollizione il composto e poi conservarlo in bottiglie di vetro sterilizzate. In questo modo la limonata si può conservare in frigo per almeno due settimane: ovviamente quando si va a consumarla bisogna allungare questo concentrato con altra acqua.

Perchè la limonata fa bene?

Concludiamo ricordandovi che - oltre a essere gustosa e rinfrescante - la limonata ha anche numerose proprietà benefiche, e per questo può avere effetti positivi consumarla ogni giorno. Il succo di limone infatti migliora generalmente la digestione, alza le difese immunitarie, è antiinfimmatorio, è disintossicante, aiuta a regolare il metabolismo e migliora la pelle.

gpt native-bottom-foglia-cucina
gpt inread-cucina-0
gpt skin_mobile-cucina-0