gpt skin_web-coppia-0
gpt strip1_generica-coppia
gpt strip1_gpt-coppia-0
1 5

Come trovare il coraggio di lasciare una persona e chiudere una storia

/pictures/2015/12/15/come-trovare-il-coraggio-per-chiudere-una-storia-2167348100[1646]x[687]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-coppia

Trovare il coraggio di lasciare una persona: lasciarsi è sempre brutto, da qualunque parte stiate, ma trovare il coraggio di chiudere una storia è davvero difficile. Ecco qualche consiglio per prendere la decisione giusta

Trovare il coraggio di lasciare una persona

Lasciarsi è brutto, sempre e comunque, da qualunque parte stiate: essere lasciate infatti è un’esperienza orribile, forse quella che emotivamente fa più paura; ma credetemi lasciare qualcuno non è per niente edificante, non fa sentire meglio (almeno non subito) e di sicuro non è una conquista da attaccare al muro come un trofeo. A meno che il compagno in questione non sia un mostro.) Per quanto le cose vadano male fra voi infatti, per quanto non ci sia più attrazione o amore, si tratta pur sempre di una persona a cui hai voluto e probabilmente vuoi ancora bene.

TEST: Lui ti sta lasciando?

Eppure senti che portare avanti la vostra storia non è più giusto. Ed è a questo punto che si spalancano davanti a te due problemi enormi: il primo è quello della sofferenza che causerai, una sofferenza per la quale non solo sarai impotente, ma per cui i sensi di colpa ti devasteranno. Il secondo è quello della tua sofferenza, quella che verrà di pari passo con una rinnovata solitudine talvolta difficile da mandare giù. Perchè spesso questa solitudine porta con sè insoddisfazione, frustrazione e anche tristezza.

Tutto quello che le donne fanno per farsi amare: un libro e il parere dell'esperta

gpt native-middle-foglia-coppia

Come trovare allora il coraggio per affrontare tutto questo? Ve lo dico subito: una ricetta bella e pronta non esiste. Non ci sono regole, non ci sono certezze. Ognuno vive le cose a modo suo, ma soprattutto ci sono situazioni che è impossibile quantificare o qualificare in modo oggettivo. Lasciare qualcuno è una di queste. Dunque rimangono alcuni consigli per tentare di rendere il tutto un po’ più sereno e un po’ meno inaffrontabile.

TEST: Sai risolvere i problemi di coppia?

Innanzitutto: fermatevi. E riflettete. Approfittate di tutti i momenti che avete da sole per chiarirvi con voi stesse e capire. Perchè il primo passo è quello di comprendere se sia davvero necessario affrontare tutto questo o se il disagio che sentite nei suoi confronti è soltanto qualcosa di passeggero. Se però riflettere non fa altro che confermare i vostri dubbi, allora non rimane che agire, non ci sono alternative. Sarà un sapore amaro che sa di sconfitta quello che sentirete subito dopo aver preso una decisione di questo genere, una grossa delusione in poche parole, un profondo senso di fallimento e smarrimento. Ma sarà il primo passo verso una risoluzione definitiva.

I passi successivi saranno un progressivo allontanamento da lui, fisico ed emotivo, cominciando anche a dire no alle sue proposte, e soprattutto un atteggiamento proattivo (cioè che prevenga una conseguenza agendo per risolvere il problema prima che si presenti), iniziando già a pensare come affrontare il “dopo”, con tutti i suoi contro, con tutti i suoi sensi di colpa e con tutta la sua solitudine. La vostra domanda più frequente sarà: come starò di nuovo da sola? Quando troverò di nuovo la fiducia in un’altra persona?

Pensate a come dedicarvi a cose che vi piacciono per non lasciare il tempo alla solitudine di impossessarvi di voi; pensate alle libertà che potrete riavere; e pensate ai vantaggi della singletudine, che arriveranno una volta passata la sofferenza per la mancanza: perchè preparatevi lui vi mancherà.

Forse non vi mancherà a letto o come compagno di vita, ma vi mancherà più o meno come potrebbe mancarvi un amico o un fratello e dovrete resistere a qualunque tentazione di chiamarlo o cercarlo nei momenti di debolezza, per il bene di entrambi, ma soprattutto per non illudere lui. E’ una questione di onestà. E sì, ancora di coraggio.

Quel coraggio che no, non si trova, a meno che siate sprovviste di empatia. Dovete soltanto farvi forza, agire, sopportare e convincervi che questa sia la soluzione migliore per tutti, anche per lui, che merita di trovare qualcuno che lo ami davvero. Pensate che il momento in cui gli parlerete della vostra decisione sarà il più difficile, ma che poi tutto lentamente si normalizzerà. Aspettatevi urla, pianti, minacce o preghiere. Oppure un silenzio imbarazzante, estremamente destabilizzante. Dopo però, entrambi ricomincerete da un altro punto, perchè ogni fine è un nuovo inizio. E ogni nuova nascita non verrà mai dispensata dal dolore.

gpt native-bottom-foglia-coppia
gpt inread-coppia-0
gpt skin_mobile-coppia-0