strip1-coppia
1 5

Il turismo sessuale, un affare da donne

Molto più diffuso di quanto non si pensi, il turismo sessuale femminile coinvolge tantissime realtà e donne di età e tipo diverso

Siamo erroneamente abituate a collegare il turismo sessuale all'universo maschile (LEGGI), ma commettiamo un grave sbaglio, il turismo sessuale riguarda anche il mondo femminile e molto da vicino. Sono sempre di più le donne che scelgono di organizzare una vacanza a sfondo sessuale ed il trend non accenna a scendere. Le mete preferite del turismo sessuale femminile sono i paesi del sud Europa (FOTO), come la Turchia o le repubbliche balcaniche.

GUARDA LE FOTO: BELEN, LA REGINA DEL SESSO


C'è chi però punta più lontano, a mete esotiche e cerca la sua dose di emozioni forti in paesi come il Kenya, Cuba e le altre isole del Caribe. In media le donne che partono alla ricerca di un gigolò compiacente che si lasci mantenere e portare in giro per qualche giorno in cambio di sesso e tenerezze hanno fra i 45 e i 65 anni.

LEGGI ANCHE: 4 CONSIGLI PER UN'ESTATE BOLLENTE


I motivi che le spingono ad intraprendere questo viaggio sono soprattutto il desiderio di trasgressione ma anche, anzi forse ancora di più, il bisogno di sentirsi importanti e di condurre il gioco, ribaltando le consuete dinamiche fra uomini e donne. Il fatto che il turismo sessuale femminile sia un fenomeno in espansione lo dimostra l'attenzione che sta ricevendo al cinema.

Già nel 2006 Charlotte Rampling (GUARDA LE FOTO: CHARLOTTE RAMPLING, DIVA DI GRAN FASCINO)aveva incarnato il prototipo della donna in cerca di avventure in Verso il sud, in cui viveva un'appassionata relazione sessuale con un ragazzo del luogo, cedendo alla pericolosa illusione di avere qualcosa di più. Ma anche quest'anno a Cannes 2012 la tematica è tornata alla ribalta grazie al film Paradise: Love in cui Teresa, una donna sulla cinquantina in sovrappeso, parte alla volta del Kenya per trovare le gioie del sesso e, chissà, l'amore.