strip1-ros
1 5

Pancakes a colazione!

La ricetta fatta in casa delle dolci s soffici frittelle lievitate, da servire fumanti con frutta, sciroppo d'acero o yogurt, per iniziare la giornata con energia!

adsense-foglia-300
In qualsiasi telefilm americano con una scena ambientata all'ora di colazione li vedete arrivare in tavola, accatastati e fumanti: sono i pancake, le mitiche frittelle (LEGGI QUI) tonde e gialle, impilate su un piatto colorato e coperte da abbondante sciroppo color caramello!

LEGGI LO SPECIALE DEDICATO ALL'AMORE!

Una vera leccornia energetica per la colazione ma anche per altri momenti della giornata. Decisamente più spessi e gommosi delle "cugine" crepes, i pancake, a differenza di quanto si creda, non sono però diffusi solo nelle cucine statunitensi.


GUARDA LE FOTO: NICOLE KIDMAN VIP SUPER GOLOSA!



E sebbene sia impossibile lasciare gli USA senza averli mangiati in tutte le salse, viaggiando un po' li ritroverete serviti nei caldi caffè di Amsterdam, nel freddo Nord Europa, in Russia, India e Cina. La ricetta che vi proponiamo é quella simile alle frittelle americane fatte in casa, senza ricorrere all'uso di preparazioni già pronte, ormai in vendita ovunque. Alla ricetta base, dolce, seguono poi tutta una serie di variazioni e guarnizioni a portata di fantasia...

La ricetta dei pancakes

Ingredienti: 125 gr di farina autolievitante, 2 cucchiai di zucchero, 2 uova, 185 ml di latte.
Preparazione: sbattete con una frusta a mano (o un mixer) le uova con il latte, aggiugete farina



setacciata e zucchero, e continuate a sbattere finchè la pastella non sarà liscia e priva di grumi. Lasciate riposare in frigo prima della cottura per almeno 15 minuti. Con queste quantità potrete ottenere fino a 10 pancakes

Come cuocerli e servirli


Togliete la pastella dal frigorifero
. Mettete a scaldare su un fornello medio una padellina apposita o una per crepes (in alternativa va bene anche una piccola padella antiaderente). Passate pochissimo burro sulla superficie. Quando la padella sarà calda versate una cucchiaiata abbondante di preparato, in modo da formare una grossa goccia tonda.



Aspettate finchè sulla superficie non compaiano delle bolliccine e girate velocemente il pancake con una paletta. Quando entrambi i lati saranno dorati (color marroncino) con bordi più chiari la frittella è pronta per essere tolta dal fuoco. Spesso il primo pancake non si cuoce mai bene, ma dalla seconda cucchiata sfornerete solo delizie di bell'aspetto! I pancake vanno serviti caldi, uno sopra l'altro (3/5 per piatto) coperti di abbondante sciroppo d'acero (in vendita in tutti i supermercati) dolce al punto giusto e pronto a penetrare le spumose frittelle...

Variazioni dolci sul tema

Oltre allo sciroppo d'acero, potete servire i pancake praticamente in qualsiasi modo. Le variazioni più semplici sono: zucchero a velo, marmellata di frutti di bosco o succo caldo di mirtilli, gelato alla vaniglia (per una merenda) oppure una spolverata di cannella. I più golosi riusciranno a mangiarli per fino cosparsi di Nutella. Un'alternativa dolce e golosa? Aggiungete alla pastella, prima della cottura, pezzi grandi di frutta come banana, o fettine di mela, fragole, ciliegie, e cuocete il tutto.



I pancake con pezzi di frutta all'interno sono veramente deliziosi e nutrienti! Le più golose possono aggiungere al preparato un cucchiaio di cacao amaro o una manciata di gocce di cioccolata, e servire le frittelle con marmallata di arancia e un thè speziato. Yogurt bianco, miele e frutta fresca sono invece la compagnia ideale per pancake salutisti, preparati con la metà dello zucchero e serviti senza guarnizioni. I pancake possono essere preparati anche nella versione salata, con tante verdure, ma questa è un'altra golosa storia che vi racconteremo presto...