gpt
gpt
gpt
1 5

La calze della Befana fatte a mano

/pictures/2016/12/12/la-calze-della-befana-fatte-a-mano-145692792[985]x[411]780x325.jpeg Shutterstock
gpt

A ciascuno la sua calza della Befana! Ecco tante idee per creare una calza della Befana fatte a mano in occasione dell'Epifania il 6 gennaio

Calze della Befana Fatte a Mano

Con l’Epifania si chiudono ufficialmente le festività legate al Natale. Per le amanti del fai da te e dell’home decor non è tuttavia ancora tempo di riposare! I numerosi pacchi e pacchettini che hanno rallegrato il mese di dicembre sono ormai stati scartati, ma al loro posto è tempo di far comparire meravigliose calze della befana straripanti di prelibatezze!

Rispolverate dunque le macchine da cucire, perché non c’è modo migliore per concludere le vacanze invernali se non sorprendendo i nostri famigliari facendo trovare loro tante calze della Befana fatte a mano appese al camino.

Per realizzare calze della Befana fai da te, il materiale più facile da usare è il pannolenci: morbido e flessibile, non perde pelucchi e non tende a sfilacciarsi, quindi non necessita di orli o cuciture di finitura. Si tratta di un materiale molto semplice da lavorare ed è perfetto per chi non ha grande dimestichezza con ago e filo. Chi invece ha un po’ più di esperienza, può optare per calze realizzate in stoffa, riciclando vecchi scampoli, maglioni ormai dimessi, vecchi pantaloni, lenzuola, felpe o perfino realizzate a maglia, all’uncinetto, o ricamate.

In fase progettuale, teniamo sempre presente a chi è destinata la nostra calza e cerchiamo di abbinare materiali e colori alla sua personalità: per un amante delle passeggiate in montagna, potremo ad esempio utilizzare del pile verde scuro; per le amanti delle tradizioni natalizie, optiamo invece per il classico bianco e rosso, mentre per una bimba che pratica danza mettiamo in conto di utilizzare del tulle e dei dettagli rosa.
Una volta riordinate le idee e radunato il materiale, è tempo di creare il cartamodello che ci permetterà di realizzare le nostre calze della Befana: disegniamo la sagoma di una calza su di un cartoncino e andiamo a ritagliarla.

Potremo utilizzare un unico cartamodello per tutte le calze o realizzarne di diverse dimensioni, a seconda delle età dei destinatari o del contenuto che abbiamo predisposto per le varie calzette della Befana. Quella per un bimbo piccolo potrebbe ad esempio contenere un omogeneizzato alla frutta ed un ciuccio e quindi essere più piccina rispetto a quella della sorellina più grande, per la quale abbiamo acquistato un paio di collant colorati e vari dolcetti.

Realizzati i cartamodelli, questi andranno sovrapposti alle stoffe e fermati con degli spilli. Con una matita si segna quindi il contorno della sagoma ed infine si ritaglia la stoffa. Necessiteremo di due ‘facce’ per ogni calza, che andranno poi cucite insieme lasciando aperta la parte alta, che ci consentirà di inserirvi dolcetti e regalini.

Chi ha dimestichezza con la macchina da cucire potrebbe anche sperimentare la tecnica del patchwork, che consente di realizzare originalissime combinazioni di colori e tessuti, recuperando anche gli scampoli più piccoli. Si tratta tuttavia di una tecnica un po’ complessa, poiché prevede di cucire insieme tanti ritagli di tessuto, fino ad ottenere la faccia anteriore e posteriore della calza della Befana. Ancor più utile in questo caso risulta l’utilizzo del cartamodello, che può guidarci nell’assemblare le stoffe nell’ordine più congeniale alla forma da ottenere. Terminato il primo passaggio, le due ‘facce’ vanno quindi cucite insieme al rovescio e la calza della Befana andrà infine risvoltata prima di procedere con eventuali decorazioni.

Per personalizzare ulteriormente le vostre calze della Befana fai da te è possibile utilizzare il pannolenci per ‘scrivere’ il nome del destinatario, oppure le diciture ‘DAD’, ‘MUM’, ‘GRANDMA’ e via dicendo. Basterà ritagliare le varie lettere e incollarle sulla calza della Befana con qualche punto di colla a caldo, ricreando la parola desiderata. Altrettanto utili potrebbero tornarvi pizzi, bottoni, feltro, nastri e ogni piccola decorazione che sia intonata alla personalità del destinatario della calza per l'Epifania. Applichiamo infine il nastrino che ci permetterà di appendere la calza della Befana al caminetto o alla credenza. A questo punto non resta altro da fare se non riempire le nostre creazioni con dolciumi artigianali, carbone,  caramelle, biscotti e qualche piccolo pensierino.

/var/www/orion/src/Orion/FrontendBundle/Resources/views/Templates/pianetadonna/advblocks/adv-block-blocco-seo-pd-natale.html.php
gpt
gpt skin_mobile-cucina-0-0