gpt skin_web-ros-0
gpt strip1_generica-ros
gpt strip1_gpt-ros-0
1 5

Come organizzare la stanza degli hobby

/pictures/2017/06/14/come-organizzare-la-stanza-degli-hobby-2437835839[5610]x[2335]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-ros

Vi piace dedicarvi al fai-da-te? Avete un hobby che richiede tempo ma soprattutto spazio? Allora sarà indispensabile organizzare una stanza o un angolo della casa in maniera funzionale alla vostra attività. Ecco tanti consigli per una stanza degli hobby perfetta

Organizzare la stanza degli hobby

Ami cucire, dipingere o fare lavoretti creativi? Spesso chi ha la passione della maglia, del cucito, dello scrap... ha anche bisogno di tanto spazio per organizzare il proprio lavoro, perchè non tutti hanno la fortuna di avere una stanza degli hobby vera e propria, ma spesso devono accontentarsi di una scrivania messa in un angolo della casa. Ecco allora alcuni consigli utili per sfruttare al meglio i grandi o i piccoli spazi della casa, per dedicarci in modo più organizzato nella pratica dei nostri hobby, senza perdere tempo a cercare i materiali stipati in modo inaccessibile. 

Crafting, nuovi hobby da provare

Il tavolo

Il tavolo è forse l'elemento centrale della stanza degli hobby: deve servire sia per usare il PC, che spesso anche per tagliare stoffe, disegnare, fare scrap e usare la maccina da cucire. Se non si dispone di abbastanza spazio per disporre la macchina da cucire su un tavolino a se stante, la si può riporre su una cassettiera a rotelle e appoggiare sul tavolo da lavoro al bisogno. Se si ha a disposizione una grande stanza per gli hobby, la posizione ideale per riporre un lungo tavolo rettangolare è il centro della stanza: in questo modo si avrà tutto il materiale a portata di mano e molto spazio per i movimenti.

Se invece ci si muove in spazi più ristretti, si può optare per un tavolino più compatto, allungabile al bisogno, in modo da non bloccare il passaggio durante gli altri momenti della giornata. Esistono dei tavolini a ribalta molto compatti, che da chiusi misurano pochi centimetri, facilmente apribili, che possono essere tenuti dietro l'armadio o dietro la scrivania, e aperti solo nel momento del bisogno.

Dove sistemare attrezzi e materiali?

Una parete attrezzata 
Per attrezzare un'intera parete lungo la scrivania, è sufficiente procurarsi quei pannelli di compensato usati nelle officine: sono muniti di piccoli fori in cui si possono agganciare dei sostegni (in dotazione), su cui possiamo riporre i nostri oggetti: forbici, penne, righelli, perforatrici... gli oggetti più ingrombranti possone essere tenuti in alto, comunque a portata di mano.

I nastri e le passamanerie possono essere arrotolati sui tubi vuoti dello scottex o della carta igienica, e fermati con uno spillo. Possono poi essere riposti in un cassetto, all'interno di contenitori bassi e lunghi, oppure appesi ad un'asticella di bambù o a un porta asciugamani fissato al muro, che rende più comodo lo srotolamenteo, quando serve. Per evitare di fare troppi buchi nel muro, le asticelle di bambù possono essere appoggiate sulle staffe di mensole già esistenti , se a triangolo. Penne, pennelli e colori possono essere riposti in contenitori di latta o in portaposate appesi ad una barra da cucina: in questo modo si hanno sempre a portata di mano e non sparsi per tutta la scrivania.

Le stoffe e gli scampoli 
Chi dispone di molto spazio può utilizzare una bella credenza con le ante trasparenti, magari restaurando quella della nonna, per riporre le stoffe e gli scampoli in modo ordinato, impilandole per gradazione di colore e tipo di materiale. Chi invece ha poco spazio, può riporre gli scampoli ripiegati dentro dei cassetti profondi, oppure all'interno di cesti alti.

Progetti in bella vista 
Se si sta dipingendo, o si amano conservare i propri bozzetti o anche ritagli di riviste e giornali da cui trarre ispirazioni, invece che accumulare tutti i fogli in altissime pile che tolgono spazio sulla scrivania, si possono appendere dei cordini lungo la parete. Fissati alle estremità con due semplici chiodini, servono per appuntare i fogli e le idee, servendosi di clips da lavoro o mollette da bucato. Allo stesso modo, i prototipi di cucito, i lavori in corso e i vestiti possono essere appesi a normali grucce porta abiti, appese a vari pomelli fissati contro la parete. Per chi ha poco spazio

La soluzione ideale per chi ha poco spazio libero, è quella di approfittare di un piccolo sgabuzzino o di un armadio a muro per gli hobby, rifinito con una pittura chiara e luminosa e con alcune scaffalature fissate direttamente alla parete. In questo modo, quando si hanno ospiti, sarà facile chiudere le ante dello sgabuzzino per avere un ordine immediato. In una piccola nicchia del muro è possibile infilare anche un tavolino per il PC e la stampante, e una piccola cassettiera per riporre gli oggetti più piccoli o la cancelleria.

Le scatole 
Un altro 'segreto' per sfruttare al meglio gli spazi ristretti, è rappresentato dalle mensole, che possono ospitare tante scatole impilabili. Ad ogni scatola, il suo materiale. Ciascuna scatola può essere decorata in modo particolare, o contrassegnata con un'etichetta, o ancora dipinta. Un'altra soluzione per ricordare il contenuto delle scatole, è quella di incollare nella parte frontale un campione del materiale che contengono: un bottone, del nastro, ecc... Un'altra soluzione pratica è quella di trovare scatole trasparenti o contenitori di vetro, con cui sia facile scorgere ciò che ci serve, senza doverlo cercare forsennatamente. Esistono in commercio anche scatole basse e larghe, munite di rotelle, che possono essere infilate sotto al letto: una buona soluzione se lo spazio è davvero troppo limitato e non si vuole lasciare il proprio materiale in giro, alla portata dei bambini: una volta terminato il lavoro, sarà facile riporre i propri lavori di nuovo sotto il letto. 

Chi ha ancora meno spazio a disposizione ed è costretta a lavorare sul tavolo della cucina, può munirsi invece di scatole di cartone alte e capienti, che serviranno per portarsi dietro il materiale che si usa in quel momento. All'interno della scatola si possono mettere altre scatoline più piccole (anche scatole riciclate, come ad esempio le scatole vuote dei cereali, i barattolini dei gelati e degli yogurt, ecc...), in cui troveranno posto piccoli e grandi oggetti in uso. Se per esempio devo creare delle decorazioni in pannolenci, nella mia scatola metterò i ritagli di pannolenci da assemblare, un po' di riempimento sintetico, i fili dei colori giusti e un piccolo porta aghi. In questo modo avrete tutto a portata di mano, seppur in uno spazio ridotto, e non dovrete alzarvi mille volte per andare a prendere ciò che vi serve.

A cura di Mammafelice

gpt native-bottom-foglia-ros
gpt inread-ros-0
gpt skin_mobile-ros-0