strip1-ros
1 5

Leone d'oro a Venezia 69: vince il coreano Kim ki Duk

Coppa Volpi per migliori interpetazioni maschili ex-aequo a Philip Seymour Hoffman e Joaquin Phoenix

adsense-foglia-300
Si è conclusa la sessantanovesima edizione del festival di Venezia e lo ha fatto con im giallo. Secondo quanto riporta l’Hollywood Reporter la giuria avrebbe voluto premiare The Master sia come migliore film che come migliori interpetazioni maschili ad ex-aequo (Philip Seymour Hoffman e Joaquin Phoenix, VEDI FOTO), dando quindi ben tre “massimi” riconiscimenti al film di Paul Thomas Anderson, contravvenendo alle regole del festival che vuole che leone d’oro e migliiori interpretazioni non possano mai andare allo stesso film.

LEGGI ANCHE: JOAQUIN PHOENIX DIVO MALEDETTO A VENEZIA 69


Ecco che quindi, per non fare torto ai due attori, il Leone d’oro è stato assegnato a Pietà di Kim Ki-Duk (VEDI FOTO), il film che tutti davano per favorito e che di fatto ha confermato i pronostici, mentre a The Master è andato il Leone d’argento

LEGGI ANCHE: TUTTA LA CRONACA DI VENEZIA 69



Il regista coreano già aveva vinto il giorno prima il Leoncino d’oro, il premio dato da un nutrito gruppo di liceali di varie parti d’Italia, insomma, il suo Pietà non è un film difficile di quelli che piacciono solo agli intellettuali, ma un film poetico ed accessibile per chiunque. L’Italia ha potuto  festeggiare grazie a premi collaterali: Miglior contributo tecnico a Daniele Ciprì per E’ stato il figlio e il Premio Mastroiannni al giovane attore Fabrizio Falco presente sia nel film di Ciprì che in La bella addormentata di Bellocchio. Migliore attrice è stata ritenuta l’israeliana Hadas Yaron 

TI POTREBBE INTERESSARE: I FILM PIU' BELLI CHE VEDREMO IN AUTUNNO AL CINEMA



Durante lo scambio il leone d’argento è anche caduto a terra, provocando nervose risate tra tutti i presenti. La serata è stata condotta da Kasia Smutniak (VEDI FOTO) così come lo era stata la cerimonia d’apertura.



Dopo tutti i vari premi è stato proiettato il film di Kim Ki-Duk e subito dopo una grande cena di chiusura è stato allestito sulla terrazza dell’Excelsior alla presenza di tutti i premiati e della giuria, da Michael Mann a Matteo Garrone, da Samantha Morton a Laetitia Casta (VEDI FOTO), da Marina Abramovic a Bon Sinclair. Anche chi si era chiuso in sala per questi dieci giorni di festival si è finalmente riversato vicino alla spiaggia a bere, mangiare e chiacchierare stavolta non solo di cinema