NAVIGA IL SITO

Il bucato dei neonati: consigli da seguire e miti da sfatare

Se a tutti piace annusare un bucato pulito e profumato, con i più piccoli si fa sentire ancora di più l'esigenza di avere capi senza macchie, odori e, trattandosi di neonati, anche perfettamente igienizzati. Certi comportamenti ritenuti virtuosi, però, possono avere un risvolto della medaglia e conseguenze a cui non avevamo pensato

baby_lettoTanto il bucato dei piccoli come quello dei grandi deve essere pulito, privo di macchie e di cattivi odori ma l'igiene non deve diventare un'ossessione. A parte indumenti intimi, pannolini in tessuto, bavaglini e lenzuola, non è necessario igienizzare ogni signolo capo e quando la situazione lo richiedesse questo si può fare anche senza riversare enormi quantità di sostanze chimiche nei fiumi, sostanze nocive che, inoltre, rimangono depositate sui tessuti e possono essere causa di allergie e dermatiti sopratutto nei più piccoli. Vediamo quindi quali sono le verità ed i falsi miti sul tema del bucato dei neonati.

Gli indumenti dei più piccoli vanno lavati separatamente

Vero. Il bucato dei neonati ha esigenze diverse, a cominciare dal detersivo che bodyva impiegato. Alcuni prodotti tradizionali normalmente usati per lavare i panni degli adulti posso risultare aggressivi per la pelle dei più piccoli, diventando fonte di irritazioni ed allergie. Rispetto al detersivo tradizionale è più sicuro utilizzare il sapone da bucato perchè contiene meno additivi oppure orientarsi verso un detersivo biologico o che non contenga fosfati. In merito alle quantità è importante attenersi alle dosi indicate nella confezione per evitare che -usandone troppo- rimangano residui nei tessuti o viceversa, usandone poco, le macchie non vengano eliminate. Ricordiamoci però che il bucato deve essere pulito, non necessariamente sterile! Non ha senso, infatti, infilare il pupo in un pigiamino asettico e farlo poi prendere in braccio alla nonna o a chiunque altro non sia altrettanto disinfettato.

Ammorbidente: meglio di no

L'ammorbidente conferisce sofficità agli indumenti ma per farlo deposita su questi una pellicola che, fissandosi sulle trame dei tessuti, può provocare dermatiti e allergie. Come garantirsi un bucato morbido anche in presenza di acqua molto calcarea? L'alternativa all'ammorbidente è il bicarbonato: un cucchiaio colmo nella vaschetta del detersivo della lavatrice renderà ogni bucato morbido, pulito, disinfettato e privo di cattivi odori.

Gli additivi disinfettanti e gli effetti collaterali di un eccesso di igiene

Numerose ricerche scientifiche imputano ad un eccesso di pulizia i fenomeni in costante crescita di fenomeni allergici, sopratutto tra i bambini che, non entrando in contatto con germi e batteri rischiano di non sviluppare gli anticorpi. Troppa igiene, inoltre, causa dermatiti, una patologia di cui in Italia soffre un ragazzo su 5.

Temperature

A parte il lavaggio di pannolini in tessuto, bavaglini, lenzuola o qualora si debbano smacchiare capi bianchi non è necessario sottoporre gli indumenti dei neonati a temperature troppo elevate.

calziniIl momento di stendere

I vestiti dei bambini vanno tutelati anche dopo il lavaggio, ad esempio stendendo la biancheria al rovescio affinchè non ingiallisca al sole.
Le magliettine vanno appese dal bordo inferiore, i pantaloncini e le gonnelline dalla vita in modo che non rimangano pieghe difficili da stirare.
Anche in questa fase possiamo intervenire per evitare che i tessuti di più piccoli assorbano troppe sostanze chimiche. E' importante ritirare il bucato non appena questo si asciuga affinchè non si depositi polvere dannosa per la cute. Nelle città va evitato di lasciare il bucato all'aria aperta dalle 7.00 alle 10.00 del mattino e dalle 16.30 alle 20.00, ovvero in quelle fasce orarie in cui si registra una maggior presenza di gas di scarico e polveri nocive.

Caricamento in corso: attendere qualche istante...

0
Commenti

Chiudi
Aggiungi un commento a Il bucato dei neonati: consigli da seguire e miti da sfatare...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori