strip1-moda
1 5

Come riconoscere una borsa falsa

Avete trovato la vostra borsa dei sogni in vendita on line? Ecco tutti i trucchi per distinguerla da un ottimo falso. E riuscire a sfoggiare una vera Gucci o una stupenda originiale LV

adsense-foglia-300
Non dite mai a una donna che ama la moda di non comprarsi quella borsa perchè costa un occhio della testa solo per via di quella GG stampata. O di quel Lous Vuitton ripetuto all'infinito sulla trama del suo totem. Piuttosto ditele come distinguere una vera borsa di un prestigioso marchio da un falso d'autore o da una ottima copia. E lei ve ne sarà per sempre grata. Nota bene. Questo vademecum può anche essere usato al contrario. Se siete donne con un grande spirito del risparmio e volete sfoggiare comunque una meravigliosa Pashmy assolutamente finta, cercate quella che somigli il più possibile all'originale, grazie ai nostri preziosi suggerimenti.

GUARDA LE FOTO: GRACE KELLY, LA DONNA CHE HA ISPIRATO UNA IT BAG


Ovviamente il consiglio più banale resta quello di andare a comprare la borsa dei propri sogni direttamente alla fonte. Nel negozio più chic, che si trova in ogni strada santa dello shopping di ogni città, nessuno vi rifilerà mai un falso. Ma se siete patite degli acquisti on line o cercate di risparmiare qualche euro, se credete che si possano ancora fare affari nel paradiso dello shopping con un click - ovvero EBay - ecco tutto quello che dovete sapere prima di mettere mano alla carta di credito.

Una buona idea di partenza può essere quella di recarsi in un negozio che venda originali o sul sito del marchio in questione (http://www.vuitton.com/ oppure http://www.eluxury.com/ ), e studiare nei minimi dettagli il vostro oggetto dei desideri.

LEGGI ANCHE: LE BORSE PIU' BELLE ED ECONOMICHE!

Con un po' d'attenzione potrete immagazinare molte informazioni sulla qualità del prodotto, da usare al momento dell'acquisto. Se il vostro tempio dello shopping è EBay - o siti simili - mettete subito in conto che difficilmente troverete degli originali in vendita. Borse cult come quella di Louis Vuitton non perdono mai di valore. Se qualcuno le mette in vendita si tratta molto probablmente, nel migliore dei casi, di pezzi usati. Difficile trovare un vero affare perciò o risparmiare tanto. Stiamo parlando di pezzi intramontabili come Marilyn Monroe, pregiati, rifiniti, unici. Difficile anche trovare all'asta rimanenze di magazzino o capi invenduti. Diffidate da chi vi inoltra foto prese dal sito ufficiale del prodotto. Richiedete voi espressamente delle foto originali della vostra borsa. O meglio ancora un piccolo video in cui vengono illustrati tutti i dettagli da controllare. Inoltre, banale ma sempre efficace da notare: accertatevi che il modello in vendita sia esistente. Se nonostante questo avete la sensazione che si tratti veramente di un pezzo originale ecco cosa verificare.

Borse Louis Vuitton


Se il rivenditore è attendibile molto probabilmente sarà raccomandato da siti come MyPoupette (http://www.mypoupette.com/), istituizioni chic che assicurano l'autenticità dei pezzi che comprate on line. Per modelli come Speedy o Papillon il primo passo è verificare che un lato della borsa presenti il monogramma a rovescio, poiché la maison fabbrica ogni borsa con un pezzo unico di canvas di cui una parte si ritrova quindi girata.

Bisogna invece diffidare da chi ci mostra il codice seriale nella nostra borsa Vuitton perchè le borse della maison non possiedono codice seriale.
All'interno della borsa è presente una cifra, il data code, ma si riferisce in particolare al periodo di fabbricazione e alla tipologia dell'oggetto. Occhio poi al colore. Il cuoio di Vuitton è famoso per la sua cromatura speciale. Quando è nuovo è di colore beige, molto chiaro. Col passare del tempo e con l' uso, si scurisce diventando una tonalità color miele scuro. Ma già dopo una settimana puoi notare una certa differenza di colore specialmente sulle parti più esposte alla luce e all'usura tipo i manici. Nelle borse contraffatte questo non avviene o se avviene il colore è imbruttito tipo plastica marrone. Le cuciture della vostra Louis Vuitton sono tutte eseguite a mano e perfettamente curate. Il logo LV non è mai tagliato e le lettere del logo sono sempre simmetriche. Diffidate poi da chi vi offre borse super accessoriate perchè ogni singolo accessorio di una LV originale (dalla tracolla al lucchetto) è venduto a parte, a un prezzo abbastanza alto.

Per il modello super richiesto Speedy Multicolor di Murakami,  ricordatevi che i loghi colorati delle borse originali hanno dei bei colori vivaci, ma mai fluorescenti. I manici, inoltre, sono molto proporzionati e corti.

LEGGI ANCHE: COME AVERE LE BORSE DELLE VIP SPENDENDO POCO

Inoltre il taschino anteriore della Speedy Murakami Multicolor ha la linguetta molto corta, mentre i fake di solito ce l'hanno molto lunga.



Borse Gucci

Anche in questo caso dobbiamo osservare attentamente il materiale poiché nella maggior parte dei modelli manici e rifiniture sono in pelle e non in plastica. Come secondo passo dobbiamo accertarci che i manici non siano incartati. Si possono riconoscere facilmente i falsi grossolani che al posto della doppia G presentano un 69 stilizzato, ma ci sono altre manifatture che sembrano originali. La G di gucci vera si attacca alla stanghettina orizzontale facendo una specie di mezza piramide rovesciata. In quelle finte l'attaccatura forma due angoli retti. Meglio diffidare poi dalla foto della Card di controllo, che potrebbero presentarvi come garanzia. E che non deve essere mai verde-bianca, come accade in molti casi; idem per la dustbag, che deve essere in stoffa lucida marrone, rigorosamente monogrammata. Infatti molto spesso vengono presentate borse in tela (fake) monogrammata, ma i cui modelli o i colori dei profili non sono prodotti dalla maison.

Stesso discorso fatto sopra poi per quanto riguarda le cuciture, che devono essere sempre perfette. E se abbiamo già acquistato una borsa e temiamo non sia autentica? In questo caso basta contattare le boutique e verificare se il codice seriale è effettivamente esistente.


Borse Fendi


Tutte le borse Fendi hanno l'ologramma di sicurezza. Inoltre ogni borsa ha un un codice stampato su una striscia di pelle cucita all'interno. Se vi mandano la foto della vostra Fendi con etichette attaccate all'esterno della borsa diffidate.  Stessa cosa per i vari cartellini che si vedono spuntare dalla borsa. La maison delle famose sorelle presenta una card interna logata Fendi con i dettagli dell'acquisto (codice borsa, materiali, tessuti, colore....). La prensenza di cartellini è ammessa solo per borse fatte in particolari materiali.


Se tutto questo non vi basta, fate allora un salto su The Fashionspot