gpt strip-gpt-moda-0
1 5

Sfilate Milano pe 2012, i commenti alla seconda giornata

I commenti della redazione di Pianetadonna alla seconda giornata di sfilate milanesi per la primavera estate 2012 che ha visto sfilare tra gli altri Fendi, Blugirl, Max Mara e D&G

adsense-foglia-300
A cura di Laura Cappelli ed Emanuela Cerri

La fashion week milanese avanza, ancora passerelle distese e accese sull'estate 2012. Tutte le sfilate, le modelle, i vip presenti agli eventi più cool o nel parterre vi aspettano nel nostro Speciale Milano Moda Donna collezioni pe 2012. La seconda giornata milanese ha sfilare grandissimi nomi e capi originali e ricercati che preannunciano un'estate senza troppe regole. Lo stile oscilla dal navy-sexy di Fendi - con una collezione di accessori tutta da desiderare - al tripudio floreale e maculato di Blugirl, dall'eleganza pastello di Ermanno Scervino ai colori mare e sabbia di Max Mara ai tessuti ultra stampati e leggeri di D&G. Scopri queste e altre sfilate nel nostro speciale, sfoglia le foto, leggi i commenti, vivi la moda della MFW

Max Mara

Il turchese chiaro del mare e il beige della sabbia sembrano aver contaminato questa collezione, pulita nelle linee ma molto femminile. Tessuti impalpabili e dettagli in pelle - come bordi o maxi cinte - per micro-giacche e leggings, abiti lunghi e bluse. Le sfumature si stratificano e si alternano in modo essenziale, per giorno e sera, senza distinzione. Gli accessori, meno essenziali e più civettuoli, ammorbidiscono e sdrammatizzano degli outfit che potrebbero stare bene a ogni donna



Blugirl

La primavera esplode sulla passerella di Blugirl. E' elettrica, rosa, verde, maculata. E' un volo di farfalle nelle stampe, una ghirlanda di fiori in bracciali e collane, una cascata di balze e rouches nei fiori-bocciolo veramente deliziosi. Oppure è misteriosa e avventurosa nei tessuti che richiamano la jungla: stampe animalier, verde foresta, oro e dettagli. In alternativa, per chi desidera uno stile meno eclettico, arancio, giallo beige, alternati o in abbinamenti decisi ed eleganti per il giorno. La sera è un trionfo di rouches, mini drappi o abiti con maxi paillettes, audaci e sexi



Fendi

La donna Fendi per l'estate 2012 è spiritosa, autoironica e ultra glam. Accosta le righe, sceglie modelli e tessuti navy in modo sbarazzino. Oppure gioca alla scolara, con abiti-grembiule e divise collegiali, camicia, cravatta e gonnellino. Per l'outwear lo spolverino è scamosciato e traforato. La sera è in nero, con trasparenze sexy ma sbarazzine




Ermanno Scervino

Una collezione dai tessuti ricercati, dove si alternano pizzi e capi traforati, rouches e balze per la sera, decori barocchi. L'abito è iperfemminile: bustier, tagli aderenti, curve accarezzate da motivi raffinati, scollature eleganti, in tonalità chiare: verde acqua, bianco, caramello, denim celeste. Per il giorno la donna di Scervino riscopre invece il knitwear: maglie e maglioncini lavorati, su gonne aderenti ma morbide



D&G

La collezione più young di Dolce & Gabbana è dominata dal tema della stampa. Tessuti lucidi, abbinamenti inusuali e audaci, colori decisi per stampe che attraversano tutto l'abito, decori barocchi e disegni importanti. Non c'è spazio per tinte unite - a parte le eccezioni di taglio maschile in denim scuro - e l'accessorio fa la differenza, in spiaggia come in città. Cappelli maxi in paglia, mini pochette gioiello, bijoux in oro, occhiali scuri. E' lo stile di una gitana metropolitana, che per la sera sceglie ancora lo stampato, in versione mini abito fasciante o pareo sexy, con micro giacche o spalle nude



Genny

Abbiamo capito che l'azzurro sarà il colore top della prossima estate? NO? e allora ci pensa anche la collezione Genny a ricordarcelo esordendo con un abito turchese che più turchese non si può e continuando con tubini e completi che lo alternano al beige e ai toni della terra. Terra e mare per una donna sempre raffinata, anche a 40 gradi all'ombra!



Krizia

Iniziamo col dire che questa è una collezione davvero tosta, coraggiosa e per donne coraggiose. Colori, linee, volumi e materiali sembrano ruggire come una tigre e il fatto che la prima uscita sia un abitino bianco con una mega cintura corsetto che da lontano sembra la stampa di una pantera, la dice lunga. tanto giallo, rosa e verde nelle tonalità più pop e accessori fuori proporzioni ma davvero originali e divertenti (e scommettiamo copiatissimi). Avete visto le vorse lunghissime? E vogliamo parlare delle scarpe assassine? Stivaletti a calza spuntati e con un plateau che indossandole ti regala 15 cm buoni.. non da tutte ammettiamolo! Tanti i dettagli sportswear regalati al pret a porter: le ginocchiere, le borse a mò di sacca da plaestra, gli shorts con canetta (dove torna la pantera). Pr l'aperitivo sgorts ancora ma dorati con camicia di chiffon bianca e a metà sfilata si ha la virata fetish in pelle nera. Bella, bellissima questa collezione, una ventata di nuovo!



Prada

Quando si apre la sfilata con abitini così (e mon Dieu, con quegli occhiali da soleeee) già si capisce dove si andrà a parare, ovvero nell'ennesimo successo, nell'ennesimo accavallarsi di copertine con modelle vestite così da qui alla prossima fashion week. Perchè non è un caso che Prada, Gucci e D&G li sappiano pronunciare in tutte le lingue.. perchè loro sono quello che ci fa, fortunatamente ancora, grandi per qualcosa agli occhi del mondo. Ma andiamo avanti con la sfilata: ecco le stampe tanto amate e copiate nelle precedenti collezioni, stavolta ad animare i vestitini sono macchinine, geometrie floreali anni Sessanta e fiamme. Tanti capispalla anche se parliamo di estate, molti in raso o con parti in raso.
E che dire dei costumi interi con tagli conformati che sembrano uscire da mad Men? Ricorrente il motivo del corsetto disegnato da tessuti diversi. Una collezione chicchissima ma sempre moderna per i materiali, come solo Miuccia prada sa fare