gpt skin_web-notizie-0
gpt strip1_generica-notizie
gpt strip1_gpt-notizie-0
1 5

Gatta Cenerentola: trama e recensione del film di animazione che ha conquistato Venezia 74

/pictures/2017/09/14/gatta-cenerentola-trama-e-recensione-del-film-di-animazione-che-ha-conquistato-venezia-74-870509993[1235]x[513]780x325.jpeg Promo Material
gpt native-top-foglia-notizie

Gatta Cenerentola è il film di animazione che ha conquistato Venezia 74, ecco la nostra recensione della pellicola di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone con le voci di Massimiliano Gallo, Maria Pia Calzone e Alessandro Gassman

Gatta Cenerentola Film

Presentato al Festival del Cinema di Venezia 2017 nella sezione Orizzonti, il film d'animazione Gatta Cenerentola ha ricevuto il plauso di critica e pubblico. Dietro il successo di questa piccola meraviglia del cinema italiano ci sono quattro grandi professionisti della regia, del disegno, dell'illustrazione e, naturalmente, dell'animazione: Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone. Questa ottima squadra, i nostri fab four del cinema animato, aveva già lavorato precedentemente insieme al film L'arte della felicità (2013), anch'esso un successo e ora sono tornati alla grande con Gatta Cenerentola.

A dare voce ai protagonisti di questa favola cupa e magnetica sono Massimiliano Gallo, Maria Pia Calzone e Alessandro Gassman, un cast vocale irresistibile che dà sprint al film.

Spiderman: Homecoming, la recensione

Gatta Cenerentola, la trama

Vittorio Basile è un armatore lungimirante, uno scienziato che vuole che la sua città, Napoli, e il suo porto, rinascano. Basile ha un grande progetto, costruire il Polo della Scienza e della Memoria a bordo di un'avveniristica nave chiamata Megaride. All'interno dello scafo insieme agli essere umani convivono degli ologrammi che registrano le attività degli abitanti della nave per poi riprodurle. Primo Gemito, fedele guardia del corpo di Basile, è preoccupato per il suo capo perché sa che chi prova a portare innovazione e benessere a Napoli seguendo la via della legalità non è mai benvenuto in città. E infatti, proprio il giorno del suo matrimonio con la bellissima Angelica, madre di 6 figlie, Basile viene ucciso, sua figlia Mia, ancora piccolissima, rimane orfana e viene affidata proprio alle cure della sua nuova matrigna e delle sorellastre.

Tutto si svolge secondo i piani di Salvatore Lo Giusto, detto 'o Re, amante di Angelica e desideroso di impossessarsi di tutto quanto apparteneva a Basile. Ben 15 anni però deve attendere prima che questo sogno malvagio diventi realtà, Mia infatti deve compiere 18 anni per poter firmare e lasciargli così tutto il patrimonio. Questi 15 anni sono lunghi per tutti, per la matrigna che si trova sola a gestire l'Asso di Bastoni, locale ospitato dentro Megaride e anche per Mia, nel frattempo diventata per tutte la "Gatta" per la sua capacità di infilarsi nelle tubature e nei pertugi più reconditi della nave per sfuggire alle angherie delle sorellastre.

Il giorno prima del diciottesimo compleanno di Mia o' Re torna in città, deciso a mettere la parola fine a tutta la faccenda, ma ciò che non sa è che anche Primo Gemito è sul piede di guerra, determinato a sua volta a mettere dietro le sbarre colui che ha ucciso i sogni di Vittorio Basile e a salvarne la figlia.

Gatta Cenerentola, la recensione

Avendo letto con quanto calore Gatta Cenerentola è stato accolto a Venezia 74 le aspettative prima della visione erano certamente alte e, come ogni tanto per fortuna succede, sono state addirittura superate. Gatta Cenerentola è un film di animazione curato e bellissimo, con una storia che profuma di verità e dei personaggi nati dal colore che non hanno nulla da invidiare a tanti altri in carne e ossa ben più scialbi.

Gatta Cenerentola spicca nel panorama dei film d'animazione perché anche dal punto di vista visivo sceglie una strada diversa e per certi versi più coraggiosa rispetto a quanto siamo abituati a vedere. Lontano anni luce dai "pupazzi" della Pixar (che comunque amiamo molto) e molto differente anche dai colori gentili dello Studio Gibli, Gatta Cenerentola offre l'esperienza di un colore pieno, del chiaroscuro deciso, dei personaggi dalla fisionomia reale e non ammiccante.

La rielaborazione della trama è eseguita con grande sapienza, raggiungendo quello che dovrebbe essere lo scopo ultimo di ogni riscrittura, quindi non tanto "aggiornare" balmente la storia, ma lasciare che essa ci permetta di leggere le verità dell'oggi. I personaggi di Gatta Cenerentola sono in linea perfetta con il contemporaneo, perché esprimono quei sentimenti umani che sono veri sempre, in ogni epoca. Non mancano certo le novità, vere e proprie invenzioni, come la nave Megaride che da progetto futurista si trasforma in un archivio di ricordi, riproducendo in continuazione vite e azioni dei suoi vecchi ospiti, ricordano almeno un pochino il meccanismo creato da Morel nel romanzo di Bioy Casares.

Un altro aspetto certamente interessante del film sono le voci, la musica e le canzoni. Va riconosciuta la grandissima abilità di Massimiliano Gallo ('o Re) che veramente domina la scena dal suo volto colorato, così come quella di Maria Pia Calzone, una matrigna perfetta, una donna complessa e affascinante. Funzionano benissimo anche le figure delle sei sorellastre, dipinte in poche pennellate capaci di farci cogliere le loro personalità e forse la scena in cui si scontrano con Mia prima e con gli scagnozzi di 'o Re dopo è una delle più belle di Gatta Cenerentola. Chissà che questo film non possa volare direttamente fino all'Oscar 2018.

La Gatta Cenerentola di Roberto De Simone e La favola originale  di Giambattista Basile

Gatta Cenerentola nasce da una lunga tradizione, è legata a doppio filo tanto alla favola originale contenuta ne Lo cunto de li cunti di Giambattista Basile, quanto a La Gatta Cenerentola di Roberto De Simone, opera teatrale cantata. Come spesso accade la tradizione è ben più feroce delle rivisitazioni, infatti in Basile la protagonista, Zezolla, viene spinta ad uccidere la matrigna dalla sua insegnante di ricamo (madre delle sei figlie), cosa che la giovane fa schiacciandole la testa nella cassapanca. In De Simone le cose vanno solo marginalmente meglio, perché la protagonista vorrebbe uccidere la matrina ma fallisce.

Gatta Cenerentola, trailer

 

Gatta Cenerentola, clip esclusiva

 

Gatta Cenerentola, tutte le info

  • Durata: 86 minuti
  • Data di uscita: 14 settembre 2017
  • Distributore: Videa
gpt native-bottom-foglia-notizie
gpt inread-notizie-0
gpt skin_mobile-notizie-0