gpt skin_web-notizie-0
gpt strip1_generica-notizie
gpt strip1_gpt-notizie-0
1 5

Lasciami per sempre: la recensione della nuova commedia corale di Simona Izzo

/pictures/2017/04/19/lasciami-per-sempre-la-recensione-del-film-con-max-gazze-2161503378[4976]x[2077]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-notizie

La nostra recensione della nuova commedia di Simona Izzo Lasciami per sempre con Barbora Bobulova, Valentina Cervi e Marco Cocci che vede nel cast anche il cantante Max Gazzè

Lasciami per sempre Film

La famiglia quando c’è spesso pesa, non è mai come la si vorrebbe, spesso la si detesta e si fa di tutto per evitarla. Quando non c’è, però, ci manca. La famiglia è un porto sicuro, ma è anche il luogo dove tutto può succedere, è il posto dove puoi odiare di più, ma è anche quello dove sarai sempre amato da tutti. Ed è proprio di una famiglia che Simona Izzo parla nel suo nuovo film Lasciami per sempre è un film che racconta una famiglia allargata, sgangherata, che si rincontra per un compleanno, un’occasione per rivedersi e per mettere sul tavolo tante cose non dette. Ecco la nostra recensione della pellicola.

Piccoli Crimini Coniugali, la recensione del film con la coppia Castellitto-Buy

Lasciami per sempre, la trama

È il 20esimo compleanno di Lorenzo (Andrea Bellisario) e la mamma, Viola (Barbora Bobulova), creatrice di profumi, decide di organizzare una festa invitando tutta la mandria parentale nella sua villa. Ci sono Nikos (Max Gazzè), musicista in crisi e nuovo compagno di Viola, le sorelle Aida (Valentina Cervi), che ha vissuto la sua omosessualità sempre con grande serenità e che attualmente è sposata con Fiamma, e Carmen (Veruska Rossi), separata con una figlia, Giulia (Camilla Calderoni), adolescente inquieta e sofferente. C’è il nonno Renato (Mariano Rigillo), l’amico di famiglia Yuri (Marco Cocci) e Sean (Sean Cubito), figlio canadese di Nikos.

gpt native-middle-foglia-notizie

Ma la tavolata non è finita qui, perché Viola ha deciso di invitare anche Davide (Vanni Bramati), padre di Lorenzo e suo ex marito e Pietro (Maurizio Casagrande), ginecologo ed ex marito di Carmen. Ci sono tutti alla villa di Viola ed è tutto pronto, ma le cose non vanno esattamente come previsto. Quella che doveva essere una piacevole festa di compleanno si trasforma in una tragicomica resa dei conti, nella quale tutti tirano fuori quel rancore che hanno dentro di sé; un rancore misto a rabbia, delusione, solitudine e ad una buona dose di infelicità. E a rendere ancora più critica, una situazione già di per sé non ideale, arriva Martina (Myriam Catania), una ragazza bellissima che ha qualcosa in comune con più di un membro di questa famiglia strampalata e allargata. Il risultato? Un’esplosione incontrollabile ai limiti del surreale.

Lasciami per sempre, la recensione

In questa famiglia allargata, ognuno avrebbe potuto voltarsi le spalle e andare per la sua strada e, invece, nessuno lo fa. Viola avrebbe potuto non organizzare questa scomoda festa di compleanno e continuare a lavorare ai suoi profumi con accanto il dolce e comprensivo compagno Nikos. Lorenzo sarebbe potuto non andare a quella festa che lui non avrebbe mai voluto. Sorelle, cugini, amici di famiglia, ex mariti avrebbero sicuramente potuto declinare l’invito e, invece, si ritrovano tutti lì, chi a tavola, chi in cucina, chi a riparare l’impianto idraulico del giardino, chi a bere vino in cantina, ma ci sono tutti. Perché?

Perché come la regista Simona Izzo e gli sceneggiatori Roberta Colombo e Matteo Bondioli hanno sottolineato, amarsi è sempre difficile, ma lasciarsi per sempre è addirittura impossibile. Lasciami per sempre è una commedia corale, come quelle che tanto ama Simona Izzo, ma è soprattutto una commedia bipolare, nella quale tutto è il contrario di tutto, nella quale tutti si odiano, ma in fondo si amano, si lasciano per poi ritrovarsi e rilasciarsi ancora, ma in modo diverso.

La verità, vi spiego, sull'amore: la recensione del film con Ambra Angiolini

Lasciami per sempre, Simona Izzo

A dirigere questa folle famiglia è Simona Izzo, la quale ha scelto di girare questo film nella sua casa: quale miglior posto per parlare di una famiglia? A 20 anni da Maniaci sentimentali, dunque, la regista è tornata a scegliere la sua casa come set. “Io credo che questa sia la 30esima opera che realizzo, tra cinema e tv, però, proprio come i figli, sembra sempre la prima volta. Poi si dice che i figli delle donne più mature siano anche più intelligenti perché cresciuti con più informazioni: può darsi che sia così anche per questo film – ha detto Simona Izzo – certo è che mi sono molto divertita, ma ho anche sofferto, perché Lasciami per sempre è un film in cui si ride, ma il tessuto è drammatico”.

Simona Izzo ha scelto l’unità aristotelica di luogo, spazio e tempo per la sua storia: tutto avviene in una giornata. “Tutti vogliono andare al pranzo di famiglia, ma portano con sé un carico, che è quello di pensare che la propria infelicità possa sempre dipendere dal nucleo familiare. Pochi si assumono la responsabilità della propria infelicità. La famiglia, in realtà, è sì un cordone ombelicale, ma è anche un cordone sanitario, qualcosa che ti può far bene”, ha sottolineato la regista.

Simona Izzo e gli altri due sceneggiatori, hanno tessuto la tela del loro film, con intorno a loro i temi delle coppie di fatto, della stepchild adoption, dell’utero in affitto, della famiglia arcobaleno, di quella mononucleare e di quella multirazziale e tutti questi temi, alcuni più velatamente ed altri più palesemente sono presenti in Lasciami per sempre. La regista ha parlato anche con molti figli di separati durante la scrittura e ha riflettuto sulla difficoltà del “doppio compleanno” che nel film diventa un unico compleanno, cuore e fulcro di tutta la storia.

Lasciami per sempre, il cast

Il cast di Lasciami per sempre è ricco e ben variegato. La protagonista è Barbora Bobulova nei panni di Viola, la mamma creatrice di profumi intorno a cui gira tutta la storia, colei che si prende il rischio di organizzare questo pranzo di famiglia. Con lei Vanni Bramati (Davide), Valentina Cervi (Aida), Marco Cocci (Yuri), Maurizio Casagrande (Pietro), Myriam Catania (Martina), Mariano Rigillo (Renato) e Veruska Rossi (Carmen), attrice di teatro per la prima volta al cinema. Ma un valore aggiunto alla storia lo si deve agli attori giovani: Andrea Bellisario (Lorenzo), al suo secondo film, Sean Cubito (Sean) al suo primo film e Camilla Calderoni (Giulia), scelta inaspettatamente da Simona Izzo in corso d’opera e passata dal reparto costumi direttamente sul set.

“Mi sono ritrovata come Alice nel paese delle meraviglie – ha dichiarato Barbora Bobulova in conferenza stampa – perché provengo da una cultura nella quale i sentimenti sono molto più trattenuti, sono cresciuta in un ambiente in cui se uno alzava la voce, già un momento dopo si scusava, per cui ritrovarmi in questo ‘circo’ è stato per me come un corso accelerato sulla famiglia allargata”.

Diversa l’esperienza di Valentina Cervi che è cresciuta in una famiglia allargatissima: “Mio padre ha avuto 4 figli con 4 donne diverse, quindi so bene cosa significa vivere in una famiglia allargata, però, c’erano sempre tanti non detti, si sorrideva per andare tutti d’accordo, invece, in questo film, tutti hanno l’opportunità di fare questo grande salto liberatorio, di dire all’altro, in maniera forse troppo urlata, strampalata, strillata, come sta dentro”.

Lasciami per sempre, Max Gazzè

L’attore rivelazione di Lasciami per sempre è, senza dubbio, Max Gazzè che nel film della Izzo interpreta un musicista in crisi, portando la sua musica e la sua musicalità nella storia. “Non ho un’esperienza come attore, ma in questo film mi sono completamente affidato alla regia di Simona e a questo personaggio, perché è un personaggio molto delicato e non era facile interpretare questo tipo di sensibilità; senza la sensibilità femminile di Simona Izzo, che mi ha suggerito come dire certe cose, forse non sarei mai riuscito”. A colpire e a convincere Max Gazzè è stata anche l’importanza che la regista dà alla musica: “La musica per Simona Izzo è fondamentale, il tono, il suono, al di là della scrittura”, ha sottolineato il cantante.

Lasciami per sempre, il trailer

 

Lasciami per sempre, tutte le informazioni

gpt native-bottom-foglia-notizie
gpt inread-notizie-0
gpt skin_mobile-notizie-0