gpt skin_web-notizie-0
gpt strip1_generica-notizie
gpt strip1_gpt-notizie-0
1 5

Memoria di Ragazza: il ritorno in libreria di Annie Ernaux

/pictures/2017/05/22/memoria-di-ragazza-il-ritorno-in-libreria-di-annie-ernaux-1021970338[618]x[258]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-notizie

Memoria di Ragazza è il nuovo libro di Annie Ernaux edito da L'Orma, un ritorno attesissimo in libreria per una grandissima scrittrice vincitrice del Premio Strega Europeo. La nostra recensione.

Memoria di una Ragazza di Annie Ernaux

Il 1958 è l'anno in cui esce postumo, edito da Feltrinelli, Il Gattopardo e viene ritirato dalle librerie il libro di don Milani. Il 1958 è l'anno della consacrazione di Pelè ai mondiali in Svezia ed anche l'anno in cui la Francia, vince un già esistente e pubblicizzatissimo Eurovision Song Contest.
Già la Francia.

Il Premio Strega 2017: chi sono i candidati?

È proprio una storia francese, ambientata nel 1958, quella che racconta nel suo ultimo libro edito da L'Orma editore Annie Ernaux. Si tratta di Memoria di ragazza l'ultimo attesissimo libro della scrittrice transalpina.

È una storia minima, intima e personale fino al midollo.

Avete presente quel paradosso scientifico secondo cui se un potentissimo telescopio fosse in grado di viaggiare ben oltre la velocità della luce, allora sarebbe in grado di riprendere scene dal Pianeta Terra avvenute diversi milioni di anni fa? Perché è quello il tempo che serve nello spazio per ricevere una luce proveniente da molto lontano e le immagini in essa contenute.

Questo esercizio metafisico lo fa in parte la Ernaux, che a sessanta anni di distanza e dopo diversi tentativi sempre sopiti o sospesi, scrive un memoir in cui ripercorre la sua vita da diciottenne e racconta con un estremo distacco (usa la terza persona per parlare della se stessa ragazzina) i giorni in cui è cambiato tutto sia intorno, sia dentro di lei.

Scavare in fondo a quel 1958 significa accettare la polverizzazione delle interpretazioni accumulate nel corso degli anni. Non appianare nulla. Non costruisco un personaggio di finzione decostruisco la ragazza che sono stata.

E così la scrittrice ricorda tutto (o tutto quel che può) rianalizzandolo quasi sessanta anni dopo canzoni, film, marche di dentifricio, la voglia di crescere e staccarsi dal grembo materno, la voglia irresistibile di fare l'amore per la prima volta e poi di farlo ancora. E ancora. Ricorda la sua semplicità di “ragazza di campagna” che si scontra con la complessità dei suoi coetanei già pronti al mondo. Racconta tutto senza filtri, scendendo nei dettagli e rivivendo momenti e sensazioni spingendosi fin dove la memoria le consente di arrivare.

Annie Ernaux non corre nostalgica dietro un passato che non esiste più, ma procede spedita a testa alta e col vento in faccia verso quello che lei è stata nel passato distruggendosi e ricostruendosi. Un esercizio per niente banale e che nasconde non poche insidie.

Il gioco non è poi così distante da quello che almeno una volta nella vita abbiamo fatto tutti: quello di ripensare a noi stessi nell'estate dei nostri diciotto anni. Quante cose cambieremmo? Di quante cose ci vergogniamo ancora e quante rimpiangiamo di non aver fatto?

Il fulcro del libro è tutto qui e sta nello sforzo, mai banale, di non cacciare nel dimenticatoio dei ricordi con cui non vogliamo confrontarci, ma affrontarli, attaccarli e farci attaccare da essi senza revisionismi. La realtà è nuda e cruda, come nuda e cruda – leggi schietta - sa essere solo una donna appena maggiorenne che non vede l'ora di iniziare a vivere.

Annie Ernaux è tutti noi e noi tutti siamo Annie. Leggere il suo ultimo libro significherà aprirci dentro delle voragini spazio-temporali che non ci lasceranno indifferenti, ma significherà anche un po' riappacificarci con quello che siamo stati e che purtroppo – o per fortuna – non potremo più essere.

La Ernaux lo ha fatto e ce lo ha raccontato in 236 pagine che scivolano via troppo veloci, proprio come troppo veloce sa essere un'estate spensierata. A diciott'anni.

gpt native-bottom-foglia-notizie
gpt inread-notizie-0
gpt skin_mobile-notizie-0