gpt skin_web-notizie-0
gpt strip1_generica-notizie
gpt strip1_gpt-notizie-0
1 5

Calendar Girl: dodici mesi per cambiare una vita

/pictures/2016/06/17/calendar-girl-dodici-mesi-per-cambiare-una-vita-2633443363[571]x[238]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-notizie

Cosa succede quando una ragazza che ha bisogno di soldi (tanti) incontra un mondo dove le apparenze non sono così superficiali come sembrano? Nasce una storia dal successo mondiale, edita in Italia da Mondadori

Calendar Girl di Audrey Carlan

Non si sa cosa si è in grado di fare per il bisogno disperato di soldi, finché non lo si ha. Ma a volte quella che può sembrare una situazione di disagio si risolve in un viaggio che cambia la vita. E’ questo il senso del nuovo best seller mondiale Calendar Girl, di Audrey Carlan, serie di romanzi pubblicata in America nel 2015 e arrivata in breve tempo in tutte le classifiche dei più letti.

Video: Audrey Carlan risponde in diretta alle domande delle lettrici italiane

 

Oggi Calendar Girl arriva in Italia, edito da Mondadori, in quattro volumi, i prossimi usciranno rispettivamente  il 5 luglio, il 30 agosto e il 20 settembre. Per ogni volume vengono narrati tre mesi dell'anno vissuto dalla protagonista, Mia, che spinta dalla necessità – ma forse anche dalla voglia di trovare davvero sé stessa – scoprirà un mondo sconosciuto, fragile, intrigante e sensuale. Un anno destinato a cambiarla, forse in meglio, e a cambiare le persone intorno a lei. Il primo libro, che comprende gennaio, febbraio e marzo, è già uscito, mentre i prossimi saranno in vendita il 5 luglio, il 30 agosto e il 20 settembre.

Calendar Girl di Audrey Carlan, la trama

“Avevo bisogno di soldi, tanti soldi. In ballo c’era la vita di mio padre. Io però non avevo un centesimo, per arrivare a fine mese facevo la cameriera. Non avevo un amore e, diciamolo, all’amore, quello con la A maiuscola, non ci credevo neanche più tanto. Le mie storie fino ad allora erano state solo fonti di guai e delusioni. Mi hanno offerto un lavoro. Recitare il ruolo della fidanzata di uomini di successo. In pratica per un mese dovevo fingere di essere la loro compagna davanti agli occhi di tutti e in cambio ognuno di loro sarebbe stato disposto a pagarmi centomila dollari. 12 mesi, 12 città, 12 uomini ricchi, famosi, inarrivabili, 12 ambienti esclusivi, 12 guardaroba diversi. Più di un milione di dollari. Il sesso, chiariamoci, non faceva parte degli accordi. Quello dipendeva e dipende sempre solo da me. L’amore neanche quello faceva parte del piano. Ma intanto quello non dipende da nessuno...
Gennaio, Los Angeles, uno sceneggiatore con un corpo sexy quanto la sua mente. Febbraio, Seattle, un artista francese in cerca della sua musa. Marzo, Chicago, un ex pugile imprenditore dal cuore spaventato. Tutti uomini da sogno. Che poi sono persone. Intriganti, fragili, che hanno paure, segreti e verità nascoste. Loro hanno scelto me. Per un mese sono entrati nella mia vita. Tutti mi hanno lasciato qualcosa. E uno mi sta chiedendo di cambiare le regole del gioco, ma l’amore, tutti lo sanno, di regole non ne ha. Ho intrapreso questo viaggio perché era l’unico modo per salvare la vita di mio padre. Mi sono fidata, ho buttato il cuore oltre l’ostacolo. Ed è iniziata la favola. Il viaggio ha salvato la mia, di vita.
Trust the journey,
Mia

Tutto inizia quando il padre di Mia le rivela di avere un debito. Un debito record: un milione di dollari. Se non salderà, in cambio dovrà dare la vita. Mia dovrà trovare questa cifra in breve tempo, ma in suo soccorso arriverà la zia Millie, che le proporrà di lavorare per la sua “Exquisite Escorts”. Il lavoro? Accompagnare per un anno dodici uomini diversi, uno per mese. Esserne la fidanzata in affitto, la musa, la compagna, mai l’amante però. Quello dovrà deciderlo lei. E chissà, magari dopo tante delusioni subite cercando il romantico amore dei libri e dei film, la vita vera – quella strana, che non ti aspetti, che non è dorata e perfetta – potrebbe nascondere qualche sorpresa.

Calendar Girl, la recensione

Calendar Girl è un'insolita Pretty Woman:  una ragazza  non solo bella, ma anche pragmatica e capace di ironia. E' facile affezionarsi al personaggio di Mia e alla sua capacità di abbracciare la vita e di gestire da adulta le difficoltà incontrate. Un personaggio positivo che non aspetta il "principe azzurro" per risolvere i propri problemi, ma che attivamente prende in mano il proprio destino. La scelta "lavorativa" di Mia può essere condivisibile o meno, ma è lei  a scegliere fino a dove spingersi con i suoi clienti e in modo molto naturale decide di esplorare la propria sessualità.  Attraverso il proprio corpo impara a conoscere  sè stessa come persona e le varie forme di amore e amicizia tra un uomo ed una donna. Un libro decisamente erotico e sexy, ma con una protagonista sempre consapevole di sè e del proprio valore come persona. Calendar Girl si legge volentieri e velocemente, aspettiamo i prossimi capitoli

gpt native-bottom-foglia-notizie
gpt inread-notizie-0
gpt skin_mobile-notizie-0