gpt skin_web-notizie-0
gpt strip1_generica-notizie
gpt strip1_gpt-notizie-0
1 5

5 libri sull'Estate che bisogna avere letto

/pictures/20160704/5-libri-sull-estate-che-bisogna-avere-letto-2792320848[5370]x[2240]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-notizie

In cerca di libri che abbiano tutto il sapore dell'Estate? Noi vi proponiamo cinque titoli di romanzi e racconti diventati ormai un classico della lettura nella bella stagione

Libri sull'Estate più belli

Se siete in partenza per un viaggio, dirette verso una calda spiaggia o verso il fresco della montagna, ma anche se restate in casa a godervi la lentezza del tempo, quest’Estate non dimenticatevi un libro. La migliore compagnia, da sempre. Solitamente si leggono i best-seller o le novità più interessanti, l’estate però può essere la stagione perfetta per recuperare qualche classico che avevamo tralasciato. Vi consigliamo 5 libri sull’Estate, tra i più belli, intensi, particolari e amabili da mettere in valigia. Per sognare, immaginare, amare e farsi prendere dai tumulti dell’animo.

Le piccole vacanze di Alberto Arbasino

“Distesa estate, stagione dei densi climi/ dei grandi mattini/ delle albe senza rumore”

Il libro di esordio dell’autore è una raccolta di racconti, sette per la precisione, ricca di senso dell’umorismo ma anche di malinconia. E’ un classico della letteratura moderna, uscito nel 1957 e ancora attualissimo, e scritto proprio in Estate. Le vacanze vengono a breve distanza dalla guerra e portano con sé i dolorosi ricordi e le frustrazioni legate all’incertezza del futuro. I protagonisti sono dei giovani che passano il loro tempo tra un aperitivo in piazza, un triste adulterio, nuovi amori, spiagge e piste da ballo. Vivono l’ansia da provincia che cercano di affrontare con cinismo. Uno dei racconti, intitolato Distesa estate, tratto da una poesia di Vincenzo Cardarelli, all’epoca fece molto scandalo. Scritto in modo raffinato, affronta la tematica omosessuale in modo esplicito. Ci sono poi tutta una serie di sogni che a un tratto si chiudono e falliscono, come le “piccole” vacanze.

Tempo di uccidere di Ennio Flaiano

“C’è qualcosa di guasto in questo paese”

Si narra che Tempo di uccidere sia nato da una richiesta dell’editore Leo Longanesi. Flaiano accetta di scrivere quello che sarà il romanzo capolavoro vincitore del premio Strega nel 1947. La storia è un'intensa allegoria della guerra, messa a nudo con ironica e spietata crudeltà. Lo stile è estremamente moderno e l’autore, impegnato a seguire le vicende del suo protagonista, diverte e si diverte. Ambientato in Africa, racconta avventure e disavventure di un tenente dell’esercito italiano, con un brutto mal di denti che riceve una licenza di tre giorni per arrivare alla città più vicina e trovare chi lo curi. Il camion su cui viaggia buca e si ribalta, così decide di proseguire a piedi, da solo. Iniziano così le sue peripezie. Prima pensa di aver contratto la lebbra, poi fugge, credendo di essere ricercato per tentato omicidio, poi si trasforma in ladro, in attentatore, fino a giungere alla misteriosa capanna di Johannes. Il suo percorso non è solo fisico ma anche interiore in luoghi surreali e affascinanti.  Da leggere anche per conoscere un’epoca e un mondo così diversi da oggi.

Tenera è la notte di Francis Scott Fitzgerald

"Sono stati fatti bei tuffi dai trampolini più fragili"

Capolavoro assoluto dell’autore americano. Romanzo intimo, scritto magistralmente e con una sensibilità unica. Un libro dallo stile inconfondibile, che almeno una volta nella vita bisogna assolutamente da leggere, perché ti entra dentro e rimane nel cuore, come “chilometri di notte”. Dick e Nicole Diver, giovane coppia di coniugi americani, si amano o almeno si illudono di farlo, tra la Costa Azzurra e Parigi. Sono il fulcro intorno a cui ruotano alcuni amici ricchi e chiassosi alla ricerca dei piaceri mondani negli struggenti anni Venti. Tra questi Abe North, un compositore alcolizzato e Tommy Barban, un mercenario francese innamorato di Nicole. Al gruppo si unisce Rosemary, una starlette hollywoodiana in vacanza che resta ammaliata dal fascino dei Diver e di cui Dick si innamora. Il rapporto con Nicole si sgretola e la donna inizia una relazione con Tommy. Riuscirà la coppia ad uscire dalla oscurità in cui è precipitata?

Espiazione di Ian McEwan

"Io non me ne vado. Ti aspetterò. Torna da me."

Amore, passione, tradimenti e menzogne. In questo romanzo si intrecciano le vite di diversi personaggi. McEwan regala un’attenta analisi psicologica dei diversi stati d’animo che fanno di questo romanzo un vero capolavoro letterario. E’ l’estate del 1935. Tutto inizia in una casa di campagna della famiglia Tallis. Briony è un’adolescente con aspirazioni letterarie che accusa l’innocente Robbie di un crimine terribile. Quella sera le loro esistenze cambiano inesorabilmente. Robbie, uscito dal carcere, è reclutato in fanteria e parte per la guerra. Briony ha rinunciato alla sua vita agiata diventando un’infermiera negli anni del conflitto, come sua sorella Cecilia, per lenire il senso di colpa. Gli anni passano e Briony diventa una scrittrice affermata termina un romanzo in cui racconta la verità sui fatti accaduti e le bugie quella notte. L’unica strada per l’espiazione sono le parole, diventate un modo per riparare quell'errore che ha colpito e influenzato la vita di tutti. Espiazione riflette sul pensiero immaginifico dell'adolescenza, sul processo di purificazione e riscatto dell'identità e riscatto.

Tre uomini in barca di Jerome K. Jerome

“Così è la vita; e noi siamo soltanto come erba che viene falciata e messa a seccare al forno”

Divertimento assicurato dalla prima all’ultima pagina. Divenuto ormai un classico della letteratura inglese, Tre uomini in barca è lo specchio dell’humor british con tante gag. Se volessimo fare un paragone è come vedere un film colorato e pieno di imprevisti firmato Wes Anderson. Pubblicato nel 1889, il romanzo racconta le gesta di tre antieroi Jerome, Harris, George e il fox-terrier Montmorency, convinto di essere troppo buono per questo mondo. I protagonisti sono gli autori di un’impresa: risalire su una barca il fiume Tamigi, sotto gli occhi increduli del cane, compagno di questa buffa avventura ricca di imprevisti, incomprensioni e divertimento. L'organizzazione, infatti, fa acqua da tutte le parti. Tre uomini in barca trascina il lettore nella natura, in curiose avventure dentro un cimitero o in un labirinto, passando per goffi corteggiamenti e continui equivoci. Per questi uomini non si tratta solo di un esilarante viaggio, ma del misterioso percorso lungo il fiume della vita. Dopo poco tempo diventeranno i nostri migliori amici, grazie alla loro capacità di creare veri e propri “disastri”.

I libri per l'estate consigliati da Pianetadonna

gpt native-bottom-foglia-notizie
gpt inread-notizie-0
gpt skin_mobile-notizie-0