gpt skin_web-ros-0-0
gpt
gpt strip1_gpt-ros-0-0
1 5

Pasqua 2018: lavoretti, ricette, uova di Pasqua e auguri per il periodo pasquale

/pictures/2017/03/07/pasqua-2017-lavoretti-ricette-uova-di-pasqua-e-auguri-per-il-periodo-pasquale-1978670399[5550]x[2307]780x325.jpeg Shutterstock
gpt

I lavoretti, le uova di Pasqua più belle, gli auguri più sinceri e le decorazioni fai da te per la Pasqua 2018, tantissime idee per vivere questa festività al meglio

Pasqua 2018

Pasqua 2018 è la festività che annuncia l'arrivo della bella stagione, oltre ad avere un profondo significato spirituale. Come le altre feste e ricorrenze che si celebrano nel corso dell'anno, anche la Pasqua ha il merito di farci trascorrere del tempo in compagnia della nostra famiglia e dei nostri parenti più cari. Trattandosi di una festa mobile il periodo pasquale può coincidere con l'inizio della primavera (22 marzo) o cadere in aprile, quando ci siamo già abituati al tepore della stagione più calda e possiamo godere di questi giorni così speciali sfruttando anche gli spazi all'aria aperta. In ogni caso per l'arrivo della Pasqua vanno fatti alcuni essenziali preparativi: la decorazione della casa, dei piccoli lavoretti di pasqua da regalare ad amici e parenti, l'acquisto delle immancabili uova di Pasqua e della colomba pasquale, la preparazione di uno studiato menù che ci tenga tutti a tavola nella domenica della Resurrezione e di un pranzo per Pasquetta che si possa gustare su un morbido prato se, come tradizione vuole, facciamo un pic-nic. Vediamo insieme tutto quanto c'è da sapere per organizzare una Pasqua 2018 con i fiocchi.

Quando è Pasqua 2018?

La domenica di Pasqua quest'anno è il 1 aprile 2017, sarà quindi una "Pasqua alta" come si dice quando la festa cade la terza settimana del mese di aprile. Il 2 aprile sarà quindi il Lunedì di Pasquetta, un tradizionale inizio settimana riposante da passare con gli amici, dato che la domenica di Pasqua è invece dedicata alla famiglia. Ricordiamo che la Pasqua 2018 è preceduta dal periodo di Quaresima, iniziato in concomitanza con il Mercoledì delle Ceneri il 14 febbraio 2018 (all'indomani della fine del Carnevale). Il periodo Pasquale è quindi seguito dalla Pentecoste, festa che celebra la discesa dello Spirito Santo sugli Apostoli e che ricorre 50 giorni dopo Pasqua, quest'anno quindi cade il 20 maggio 2018.

Il significato della Pasqua

La parola "Pasqua" deriva dal termine aramaico "pasah" che significa passaggio. Il significato della Pasqua è diverso a seconda della tradizione religiosa che si segue; nel caso dei credenti di fede ebraica il passaggio è quello che portò il popolo guidato da Mosè attraverso il Mar Rosso, decretando la liberazione dalla schiavitù egizia. La fede cristiana interpreta invece il passaggio legandolo alla figura del Cristo e del suo passaggio dalla Morte alla Vita, così come avviene la domenica di Pasqua quando si celebra il Cristo Risorto. Uno dei simboli classici della Pasqua è l'agnello, che infatti fa tradizionalmente parte delle portate del pranzo pasquale, perché proprio con il sangue di questo animale Dio aveva detto agli ebrei di marchiare le porte delle loro case, in modo da non ucciderli quando la sua ira si fosse abbattuta sugli egizi.

Le origini e le tradizioni della Pasqua

Come altre festività religiose, anche la Pasqua l'origine è di stampo ebraico. Molto probabilmente l'origine della festa è pagana, c'è chi la fa risalire ad una festa legata all'agricoltura e ai riti della terra (come è certamente la Pentecoste) e chi invece la ricollega all'adorazione della dea Ishtar (in molti paesi pronunciata Ester, che ricorda moltissimo l'Easter inglese). Nei secoli le cose sono cambiate e la festa religiosa si è sostituita a quella pagana. Anche all'estero si festeggia la Pasqua e una delle tradizioni classiche, che poi è arrivata anche da noi, è quella della caccia alle uova, molto divertente soprattutto per i più piccoli.

Cosa fare a Pasqua

Pasqua è il momento perfetto per partire, soprattutto perché Pasqua 2018 cade in aprile e quindi il bel tempo ci dovrebbe accompagnare. Sono tantissime le offerte per viaggi, anche brevi, da fare a Pasqua, ricordandoci sempre che si tratta di un weekend lungo, o piuttosto di un inizio settimana "breve", dato che il lunedì 2 aprile è festa essendo Pasquetta. Ci sono comunque anche numerose alternative se vogliamo rimanere a casa (perché ad esempio non organizzare un bel party di Pasqua?) o nei dintorni, cogliendo l'occasione per una divertente gita fuoriporta, magari per gustare le tradizioni culinarie di borghi del gusto.

Gli Auguri di Buona Pasqua

Una bellissima tradizione di Pasqua è scambiarsi gli auguri con le persone che amiamo. Il biglietto di auguri di Pasqua è senza dubbio un must di questa ricorrenza, lo si può far trovare accanto all'uovo di Pasqua, oppure sulla tavola imbandita vicino al bicchiere: è un ricordo dolce che resta per sempre. Non dimentichiamoci mai dei più piccoli: gli auguri di Buona Pasqua sono soprattutto per loro, soprattutto se scegliamo biglietti e cartoline decorate con ovetti di Pasqua, coniglietti e pulicini, tutti dolci animaletti che i bambini adorano e che sono il perfetto accompagnamento dei nostri auguri. Ma un biglietto di auguri di Pasqua è anche il modo perfetto per rimanere in contatto con amici e famiglia che abitano lontano. Non è solo una formalità scrivere un bigliettino con delle frasi di Pasqua indirizzato a chi ci sta a cuore, significa che abbiamo trovato il tempo e la voglia di dedicare qualche minuto alla scelta delle parole giuste e anche del biglietto sul quale scriverle (a meno che non decidiamo si scrivere la nostra frase via sms o whatsapp).

Le poesie di Pasqua

Tantissimi poeti hanno dedicato versi e rime alla Pasqua. Indubbiamente esistono delle poesie di Pasqua più seriose, di quelle che richiamano proprio il profondo significato religioso della festa, ma ci sono anche divertenti filastrocche, poesie brevi e brevissime che possiamo dedicare ai nostri bambini o che possiamo insegnare ai più piccoli affinché le recitino in occasione del pranzo pasquale davanti a tutta la famiglia.

I lavoretti di Pasqua

I lavoretti più belli da realizzare per Pasqua. Scopriamo come riciclare oggetti che non usiamo più per creare bellissimi lavori per addobbare la casa per il periodo pasquale. Uncinetto, feltro e pannolenci ci sono di grande aiuto per creare queste meravigliosi lavoretti di Pasqua, basta scegliere il materiale e la tecnica che preferiamo per poi mettere in atto il nostro progetto creativo. E' possibile realizzare uova di Pasqua imbottite, coniglietti, pulcini e campanelle all'uncinetto, galline con il feltro e ghirlande in pannolenci. Alcuni lavoretti sono pensati per i bambini e suggeriti a seconda dell'età dei piccoli. La Pasqua è un vero fiorire di lavoretti, non lasciamoci sfuggire l'occasione dei mettere alla prova la nostra fantasia.

Le uova di Pasqua

Non si può fare a meno delle uova di Pasqua, sono il simbolo in tutto e per tutto di questa festa! C'è solo da scegliere quali uova di Pasqua siano più adatte ai festeggiamenti di casa nostra, o piuttosto a quale tradizione ci sentiamo più legati. Le uova di Pasqua possono infatti essere di due tipi: uova di cioccolata e uova decorate. Queste ultime sono sostanzialmente delle uova sode che vengono tinte utilizzando colori naturali o particolari stickers che si incollano all'uovo rendendolo bellissimo. Le uova di Pasqua decorate sono una tradizione molto viva soprattutto nei paesi dell'Europa dell'Est che ha preso piede anche qui, perché sono semplicemente splendide e vengono sempre realizzate in casa. Per quello che riguarda le uova di cioccolata invece c'è chi le acquista (particolarmente golose sono le uova di Pasqua artigianali) e chi le prepara in casa con stampi appositi. Se non ci avete mai provato vi consigliamo di fare un tentativo scegliendo il cioccolato che amate di più, al latte o fondente, ma seguendo attentamente la ricetta e tenendo presente che cambiando la qualità del cioccolato i tempi di preparazione sono molto diversi.

L'albero di Pasqua

E' la decorazione che tutti vogliono per Pasqua, perché è bella e ricorda la primavera, perché si può abbellire usando la nostra fantasia: è l'albero di Pasqua. L'albero di Pasqua è costituito da dei rami spogli, o al massimo con delicati fiori di pesco, che vengono messi in un vaso per creare l'effetto albero e decorati con piccole uova di plastica o di carta decorati. A queste decorazioni si possono aggiungere dei fiocchi, dei fiorellini di carta e tutto quanto ci viene in mente per creare il perfetto albero pasquale.

gpt

Le ricette pasquali

Pasqua è una festa anche in cucina, le ricette pasquali tradizionali cambiano da regione a regione, anche se alcuni classici trascendono l'origine geografica. Un appuntamento gourmand tipico di pasqua è la colazione, che si vuole abbondante e ricca e anche salata! Sulla tavola non possono mancare le uova, strapazzate, sode o anche in versione frittata, e i salumi, soprattutto il salame. Una contaminazione con qualche gustoso dolce è sempre gradita comunque! Se festeggiate la Pasqua con gli amici, magari perché abitate lontano dalla famiglia, potete invece coinvolgerli in un goloso brunch. Una fetta di colomba deve accompagnare il pasto, mentre tenendo da parte gli avanzi possiamo riutilizzarli per il pic nic di Pasquetta

Il menù di Pasqua

Per Pasqua è bene pensare ad un vero e proprio menù, soprattutto se vengono tutti a casa a mangiare, e stabilire in anticipo le varie portate da preparare. Sulle tavole nostrane generalmente non manca mai l'agnello di Pasqua, morbido e saporito, ancor più delizioso se accompagnato dalle patate. Tuttavia prima di servire l'agnello, che indubbiamente è il piatto forte della tavola di Pasqua, dobbiamo pensare a primi piatti, antipasti e ad eventuali alternative nel caso in cui ci sia un ospite vegetariano o con qualche intolleranza in casa.

Il pranzo di Pasqua

Appuntamento domenica 1 aprile 2018, tutti a tavola per il pranzo di Pasqua! Mettiamoci a lavoro e prepariamo tante gustose ricette pasquali con le quali prendere per la gola tutti i commensali, siano essi amici e parenti. Se pensate che la preparazione del pranzo di Pasqua sia particolarmente laboriosa, organizzatevi anche con una settimana di anticipo, soprattutto se ci sono alcuni cibi che vanno ordinati perché data l'alta richiesta nel periodo di questa festività si rischia di non trovarli. Volendo si può scegliere anche una soluzione più informale, chiedendo agli invitati di portare ciascuno una pietanza. Fate solo attenzione a chiedere espressamente un primo, un secondo o un contorno: rischiate altrimenti di trovarvi con tanto agnello e poca pasta o viceversa. Tenete sempre tutti al corrente sulle preferenze riguardo al cibo, eventuali allergie o intolleranze.

I dolci di Pasqua

Quanti dolci di Pasqua conoscete? Ci sono naturalmente le uova, c'è la colomba, ma esiste anche la ciambella pasquale, lo sapevate? Immancabile sulle tavole di Pasqua per aprire o chiudere il pasto è la pizza pasquale, talvolta arricchita con del formaggio, oppure nella sua variante di pizza dolce. E' facile che poi sulla tavola si aggiungano anche dolci legati alla tradizione culinaria di ciascun ospite: dalla Puglia, dall'Abruzzo, dalla Calabria e da praticamente tutte le altre regioni d'Italia provengono dolci deliziosi che vale sempre la pena assaggiare perché il loro gusto è davvero unico.

/var/www/orion/src/Orion/FrontendBundle/Resources/views/Templates/pianetadonna/advblocks/adv-block-pd-speciale-pasqua.html.php
gpt
gpt skin_mobile-ros-0-0