gpt skin_web-ros-0-0
gpt
gpt strip1_gpt-ros-0-0
1 5

Le poesie di Pasqua più belle: per bambini, brevi o di autori famosi

/pictures/2016/03/10/pasqua-le-poesie-piu-belle-per-celebrare-questo-giorno-3283050902[961]x[401]780x325.jpeg
gpt

Le poesie di Pasqua da recitare la domenica o da cui recuperare alcuni versi da scrivere su un biglietto di auguri sono tante e di molti generi diversi, perfette per i bambini e per i più grandi

Poesie di Pasqua

A Pasqua le poesie sono perfette per celebrare la domenica in cui si festeggia la Resurrezione di Cristo. Versi e rime che ci ricordano l'avventura umana e divina di Gesù o che ci fanno pensare alla rinascita e alla Primavera.

Abbiamo tutti imparato a memoria le poesie di Pasqua, un rituale scolastico dal sapore antico che torna utile nei giorni della festa quando vogliamo fare alla nostra famiglia i consueti auguri pasquali. Certamente ricordiamo la bellezza delle rime e dei versi fissati nella mente e nel cuore per Pasqua. Le poesie del resto hanno anche un valore pedagogico per i bambini, che in questo modo allenano la memoria e sentono ancora più forte il significato del periodo pasquale.

Poeti, dai più celebri a quelli contemporanei, si sono fatti coinvolgere dalla spiritualità della Pasqua e hanno dedicato le loro opere a questa festività che ricorda la passione, morte e Resurrezione di Gesù. Vedere i bambini ripetere, arrossendo o cercando di prender fiato, poesie e filastrocche di autori importanti, è sempre un’emozione.

Ecco una selezione di poesie di Pasqua, e non solo, che lanciano un messaggio di pace e amore da recitare a tavola, altrimenti possiamo anche estrapolare qualche frase di Pasqua a tema per i nostri biglietti di auguri.

Poesie di Pasqua per Bambini

Le poesie di Pasqua per bambini sono tantissime, naturalmente quando si parla di bambini piccoli devono essere versi semplici. Le poesie di Pasqua per la scuola primaria, ovvero per i bambini delle elementari, sono generalmente molto facili da mandare a memoria e richiamano principalmente aspetti gioiosi della festa. Chiaramente man mano che i bambini vanno avanti nella loro carriera scolastica anche il livello di complessità delle poesie cresce ed è possibile chieder loro di lavorare anche su delle poesie di Pasqua di autori famosi, come ad esempio quelle di Pascoli.

Poesie di Pasqua per la scuola Primaria

Giunti alla scuola primaria, ovvero alle elementari, i bambini sono in grado di imparare a memoria poesie sempre più complesse man mano che avanzano di classe. Apprendere le poesie ha un ruolo importante nell'educazione dei più piccoli, attraverso questo processo non solo migliorano la memoria, ma imparano anche nuove parole e vocaboli e si abituano ad una lettura più attenta. Leggere una poesia è infatti un'esperienza diversa dal leggere un testo in prosa e le poesie di Pasqua sono l'ideale per insegnargli questo nuovo approccio ad una semplice analisi del testo. Le poesie di Pasqua per bambini dai 6 ai 10 anni non sono necessariamente religiose, possono riferirsi anche a tematiche più ampie in modo da coinvolgere anche chi non è credente e spingere ad una riflessione. I temi della pace, dell'amicizia, dell'aiutare il prossimo sono tutti assolutamente validi quando si parla di poesie di Pasqua per la scuola primaria e di seguito ne diamo qualche esempio.

Un ponte fra i cuori di Albaret | Testo

Manca un ponte fra i cuori
fra i cuori degli uomini lontani,
fra i cuori vicini
fra i cuori delle genti
che vivono sui monti e sui piani
di tutti i continenti.
Se questo ponte ci fosse,
gli uomini si scambierebbero i segreti,
i motivi lieti,
il sorriso e il perdono.
Darebbero l'uno all'altro,
e come per incanto,
la confidenza della pena,
tornerebbe serena
la fronte dopo il pianto.
Eppure l'uomo non sa innalzare
questo grande lavoro,
questo ponte d'oro
in un mare di luce:
il ponte che conduce
da Oriente a Occidente
una sola gente

Venerdì Santo di Fausto Maria Martini | Testo

Nulla, credi, è più dolce per i nostri

pocchi di questo giorno senza sole,

con i monti velati di viole

perché la primavera non si mostri:

Venerdì Santo! E ieri sera tu

ti rimendavi quest’abito, tutto

grigio, un abito come a mezzo lutto

per la morte del povero Gesù…

Traevi dalla tua cassa di noce

qualche grigio merletto secolare:

così vestita, accoglierà l’altare

la buona amante con le mani in croce…

Prega per me, prega per te, pel nostro amore,

per nostra cristiana tenerezza,

per la casa malata di tristezza,

e per il grigio Venerdì che muore:

Venerdì Santo, entrato in agonia,

non ha la sua campana che lo pianga…

come un mendico, cui nulla rimanga,

rassegnato si muore sulla via…

Prega, e ricorda nella tua preghiera

tutte le cose che ci lasceranno:

anche il ramo d’olivo che l’altr’anno

ci donò, per la Pasqua, Primavera.

Quante volte l’olivo benedetto

vide noi moribondi nel piacere,

e vide le nostre due anime, in nere

vesti, per noi pregare a capo al letto!

E pregavamo, come se morisse

qualcuno: un poco, sempre, morivamo:

Ma sempre sull’aurora nuova, il ramo

d’olivo i liei amanti benedisse!

Ora col nuovo tu lo cambierai:

anche devi pregare per gli specchi

velati, per i libri, per i vecchi

abiti che tu più non vestirai…

E’ sera: un riso labile si perde

sulle tue labbra, mentre t’inginocchi:

io guardo, dietro la veletta, gli occhi…

due perle nere in una rete verde.

 

Poesie di Pasqua brevi

Le poesie di Pasqua che si ricordano più facilmente sono senza dubbio quelle brevi, pochi versi in cui viene descritto un particolare aspetto di questa festa, non solo quindi la sua essenza religiosa. I colori della primavera, i colori della Pasqua, le uova, i pulcini sono alcuni dei temi e delle figure che ritroviamo nelle brevi poesie per fare gli auguri di Buona Pasqua.

I colori di Pasqua | Testo

I colori della Pasqua
Pasqua è gialla come un pulcino,
come il collare di un cagnolino,
è rosa e allegra come un confetto,
come i bei fiori di quel rametto.
Pasqua è celeste come il mare e il cielo,
come la trama di questo velo,
è verde brillante come un bel prato,
come il trenino che ha appena sbuffato.
Pasqua è dipinta di tanti colori:
come i sorrisi dei nostri cuori

L’uovo di cioccolato | Testo

Dentro un uovo di buon cioccolato
Vorrei tanto ci fosse una cosa…
Non un puffo, un anello, un soldato,
ma un momento di festa gioiosa.

E' Pasqua | Testo

Una campana piccina piccina
con la sua voce fresca e argentina
si sveglia all'alba, tutta contenta,
nessuna nuvola più la spaventa.
Dondola, dondola nel cielo blu
e dice a tutti: "Risorto è Gesù!"

Nell’uovo di Pasqua | Testo

Nell’uovo di Pasqua che mai ci sarà?
C’è forse nascosta la felicità?
Apritelo piano se no, la per là,
la dolce sorpresa scappare potrà.

Pasqua di L. Schwartz | Testo

I cieli sono in festa,
la Pasqua si ridesta,
canta felice il cuore:
è risorto il Signore!

Poesie sulla Pasqua di autori famosi

La cultura italiana è strettamente legata a quella che è la tradizione religiosa del nostro paese. La religione cattolica ha influenzato senza alcun dubbio le esperienze letterarie di grandissimi autori italiani e per questa ragione non c'è da stupirsi che alcuni fra i più noti autori abbiano dedicato alcuni versi alla Pasqua. Sicuramente gli autori che hanno dedicato i versi più belli a questa ricorrenza religiosa sono stati Alessandro Manzoni, Guido Gozzano e Giovanni Pascoli. In Gozzano e Pascoli è forte la connessione fra l'esperienza spirituale e il manifestarsi della Pasqua nel mondo circostante, quello della natura, che rinasce e si rinnova. Il cielo grigio di pioggia torna sereno, gli insetti riempiono l'aria. In Manzoni invece il tema più sentito è sicuramente quello della Pasqua come vissuto spirituale.

Pasqua di Guido Gozzano | Testo

A festoni la grigia parietaria
come una bimba gracile s’affaccia
ai muri della casa centenaria.
Il ciel di pioggia è tutto una minaccia
sul bosco triste, ché lo intrica il rovo
spietatamente, con tenaci braccia.
Quand’ecco dai pollai sereno e nuovo
il richiamo di Pasqua empie la terra
con l’antica pia favola dell’ovo.

Pasqua  di Renzo Pezzani | Testo

Ogni nube nel turchino
sembra un angelo in cammino:
primavera è nelle cose:
ogni siepe ha le sue rose.

Dentro il cor la pace vive.
Squilla intorno il campanile.
Dal sepolcro come un fiore
torna al ciel nostro Signore;
ogni bimbo guarda sù
e nel ciel vede Gesù.

La Domenica dell'Olivo di Giovanni Pascoli | Testo

Hanno compiuto in questo, dì gli uccelli
il nido (oggi e la festa dell olivo)
di foglie secche, radiche, fuscelli;
quel sul cipresso, questo su l'alloro,
al bosco, lungo il chioccolo d'un rivo,
nell'ombra mossa d'un tremolio d'oro.
E covano sul musco e sul lichene
fissando muti il cielo cristallino,
con improvvisi palpiti, se viene
un ronzio d'ape, un vol di maggiolino.

Pasqua di Giovanni Pascoli | Testo

E Gesù rivedeva, oltre il Giordano
campagne sotto il mietitor rimorte:
il suo giorno non molto era lontano.
E stettero le donne in sulle porte
delle case, dicendo: Ave, Profeta!
Egli pensava al giorno di sua morte.

Egli si assise all'ombra d'una meta
di grano, e disse: Se non è chi celi
sotterra il seme, non sarà chi mieta .

Egli parlava di granai ne' Cieli:
e voi, fanciulli, intorno lui correste
con nelle teste brune aridi steli.

Egli stringeva al seno quelle teste
brune; e Cefa parlò: Se costì siedi,
temo per l'inconsutile tua veste.

Egli abbracciava i suoi piccoli eredi;
Il figlio - Giuda bisbigliò veloce -
d'un ladro, o Rabbi, t'è costì tra' piedi:

Barabba ha nome il padre suo, che in Croce morirà. Ma il Profeta, alzando gli occhi, "No" mormorò con l'ombra nella voce; e prese il bimbo sopra i suoi ginocchi.

E' Risorto di Alessandro Manzoni | Testo

E' risorto: il capo santo
più non posa nel sudario
è risorto: dall'un canto
dell' avello solitario
sta il coperchio rovesciato:
come un forte inebbriato,
il Signor si risvegliò.
Era l'alba; e molli il viso
Maddalena e l'altre donne
fean lamento in su l'Ucciso;
ecco tutta di Sionne
si commosse la pendice
e la scolta insultatrice
di spavento tramortì.
Un estranio giovinetto
si posò sul monumento:
era folgore l'aspetto
era neve il vestimento:
alla mesta che 'l richiese
dié risposta quel cortese:
è risorto; non è qui.

E’ Pasqua di Roberto Piumini | Testo

Alla Pasqua
Dell’anno passato
Un palloncino
Mi era scappato.
Mi era scappato
Nell’alto del cielo,
Io lo guardavo
E piangevo piangevo.
 Anche quest’anno
Un pallone è volato
Ma io ho riso
Felice e beato.
 Il palloncino
E’ andato lassù
Ma io quest’anno
Non piango più.

Pasqua di Hardy Tentle | Testo

E’ risorto Gesù!
Lo puoi trovare ora
In ogni uomo:
in chi soffre e lotta
per la libertà,
in chi soffre a lotta
per difendere la pace
nell’amico
che ti stringe la mano,
in chi cerca
l’amore degli uomini.

Poesie di Pasqua di Gianni Rodari

Non c'è modo migliore per far scoprire ai bambini e riscoprire ai più grandi la magia della Pasqua che leggere e imparare insieme le poesie pasquali di Gianni Rodari. Gianni Rodari con la consueta dolcezza e ironia ci fa ritrovare nei suoi versi per la Pasqua tutta la tenerezza di questa ricorrenza. Protagonisti delle poesie di Pasqua di Gianni Rodari sono proprio i simboli e le figure legati a questa festa che ci riportano all'infanzia. Uova di cioccolato, coniglietti, campane, pulcini, questo è l'universo pasquale di Rodari.

E' arrivato un treno carico | Testo

E arrivato un treno carico di..
Il quarto vagone è riservato
a un pasticcere rinomato
che prepara, per la Pasqua,
le uova di cioccolato
Al posto del pulcino
c'è la sorpresa.
Campane di zucchero
suoneranno a distesa.

Dall'uovo di Pasqua | Testo

Dall'uovo di Pasqua
è uscito un pulcino
di gesso arancione
col becco turchino.
Ha detto: "Vado,
mi metto in viaggio
e porto a tutti
un grande messaggio".
E volteggiando
di qua e di là
attraversando
paesi e città
ha scritto sui muri,
nel cielo e per terra:
"Viva la pace,
abbasso la guerra".

Campane di Pasqua | Testo

Campane di Pasqua festose
che a gloria quest'oggi cantate,
oh voci vicine e lontane
che Cristo risorto annunciate,
ci dite con voci serene:
"Fratelli, vogliatevi bene!
Tendete la mano al fratello,
aprite la braccia al perdono;
nel giorno del Cristo risorto
ognuno risorga più buono!"
E sopra la terra fiorita,
cantate, oh campane sonore,
ch'è bella, ch'è buona la vita,
se schiude la porta all'amore.

Il pulcino marziano | Testo

Ho visto, a Pasqua, sbarcare
dall’uovo di cioccolato
un pulcino marziano.
Di certo il comandante
di quell’uovo volante
di zucchero e cacao
con la zampa ha fatto ciao.
E il gatto, per la sorpresa,
non ha detto neanche: “Miao”.

Poesie di Pasqua in inglese

Anche la tradizione inglese ha molte poesie sulla Pasqua. Oscar Wilde, Yates e tanti altri hanno scritto su questa festività splendidi versi. Soprattutto se state imparando la lingua o se avete un amico che abita in un altro paese, queste poesie di Pasqua in inglese sono la soluzione perfetta per fare gli auguri.

Easter Day di Oscar Wilde | Testo

The silver trumpets rang across the Dome:
The people knelt upon the ground with awe:
And borne upon the necks of men I saw,
Like some great God, the Holy Lord of Rome.
Priest-like, he wore a robe more white than foam,
And, king-like, swathed himself in royal red,
Three crowns of gold rose high upon his head:
In splendour and in light the Pope passed home.
My heart stole back across wide wastes of years
To One who wandered by a lonely sea,
And sought in vain for any place of rest:
'Foxes have holes, and every bird its nest.
I, only I, must wander wearily,
And bruise my feet, and drink wine salt with tears

The Easter Flower di Claude McKay | Testo

Far from this foreign Easter damp and chilly
My soul steals to a pear-shaped plot of ground,
Where gleamed the lilac-tinted Easter lily
Soft-scented in the air for yards around;

Alone, without a hint of guardian leaf!
Just like a fragile bell of silver rime,
It burst the tomb for freedom sweet and brief
In the young pregnant year at Eastertime;

And many thought it was a sacred sign,
And some called it the resurrection flower;
And I, a pagan, worshiped at its shrine,
Yielding my heart unto its perfumed power.

Filastrocche religiose per bambini

Le filastrocche sono anche di ispirazione religiosa e sono l'ideale per far riflettere e allo stesso tempo divertire i bambini rispetto alla festa di Pasqua. Pochi versi, molto facili da ricordare. Vediamo insieme alcune delle filastrocche religiose di Pasqua più belle.

Filastrocca di Pasqua di Cesare Zavattini | Testo

Anche il sole stamane
è arrivato per tempo,
anzi con un leggero anticipo.
Anche io mi sento buono,
più buono del solito.
Siamo tutti un po’ angeli oggi
mi pare quasi di volare
leggero come sono.
Esco di casa canticchiando,
voglio bene a tutti.

Buona Pasqua di Albert Camus | Testo

Non camminare davanti a me
potrei non seguirti;
non camminare dietro di me,
potrei non sapere dove andare.
Cammina a fianco a me
e sii per me un amico!

Filastrocche di Pasqua 

Le filastrocche di Pasqua sono in genere molto divertenti, talvolta affondano le loro origini in una particolare regione d'Italia. Ci sono alcuni casi in cui invece si torna normalmente a fare riferimento ai classici temi pasquali, dal campanile alle campane che suonano a festa!

Filastrocca abruzzese | Testo

Pasqua dolce, Pasqua santa,
tu che sai di primavera,
non lo senti? E’ il cuor che canta,
ti rivolge una preghiera:
tanta gioia e prosperità
a chi ha fede e crederà.

Pasqua di C. Del Soldato | Testo

Mamma ti do un rametto
d’ olivo benedetto:
Iddio ti benedica!
Il ciliegio è fiorito
presso il muro dell’ orto:
mamma , Gesù è risorto
Oggi è festa di pace,
d ‘ amore e perdono:
mamma , voglio essere buono!

Alto svetta il campanile | Testo

Alto svetta il campanile
Sotto un cielo primaverile
Poi scampana allegramente
Per avvisare tutta la gente
Che c’è festa in tutto il mondo
Fin nel mare più profondo
Forte suona la campana
Nella valle più lontana
Per portare in ogni cuore
La certezza dell’amore.

Le campane | Testo

Che hanno le campane
che squillano vicine,
che cantano lontane?
E’ un inno senza fine,
or d’oro, ora d’argento,
nell’ombre mattutine.
Con un mormorio lento
implori, o voce d’oro,
nel cielo sonnolento.

Disegni di Pasqua

Spesso le poesie di Pasqua sono accompagnate da splendidi disegni colorati o da colorare. Non c'è dubbio infatti che le immagini e l'iconografia di Pasqua siano parte integrante di questa festa religiosa che, ricordiamolo, è molto legata anche all'arrivo della stagione primaverile. Ciò significa che fra i classici disegni di Pasqua troveremo non solo uova, pulcini, campane e coniglietti, ma anche fiori, alberi, foglie e animaletti che si risvegliano, insetti laboriosi come le api o colorati come le farfalle. I disegni di Pasqua possono essere realizzati a mano, oppure si possono trovare anche su internet dei semplici disegni da ricopiare o da stampare e colorare.

Frasi di Pasqua

In alternativa alle poesie di Pasqua, o semplicemente come aggiunta in un biglietto di auguri, possiamo scrivere delle brevi frasi. Le frasi di Pasqua possono essere molto semplici e limitarsi praticamente all'augurio di una buona Pasqua o essere più complesse, o addirittura possono essere delle frasi personalizzate. In quest'ultima ipotesi vi suggeriamo o di scrivere delle frasi di Pasqua che siano completamente frutto della vostra fantasia o di prendere spunto da delle frasi di Pasqua famose ma con una leggera variante.

Lavoretti di Pasqua

I lavoretti di Pasqua sono uno degli eventi creativi principali di questa festività. Lavoretti di Pasqua fai da te, in feltro o anche con i rotoli di carta igienica e con l'uncinetto sono l'ideale per rendere più colorata e divertente questa ricorrenza. Basta seguire dei semplici tutorial, dei progetti fai da te che ci spieghino come realizzare questi bellissimi lavoretti. Cerchiamo di coinvolgere anche i bambini in queste attività che aiutano a sviluppare la fantasia.

/var/www/orion/src/Orion/FrontendBundle/Resources/views/Templates/pianetadonna/advblocks/adv-block-pd-speciale-pasqua.html.php
gpt
gpt skin_mobile-ros-0-0