PianetaDonna

Dieta dissociata: puntare sulla digestione per perdere peso

La dieta dissociata è stata proposta per la prima volta nel 1911 dal dottori William Howard Hay. L’idea di base è la corretta combinazione dei vari alimenti e che un pasto troppo complesso intossichi l’organismo redendo difficoltosa la digestione. L’obiettivo della dieta dissociata è dunque quello di migliorare al massimo il processo digestivo, inteso come un valido mezzo per avere energia a disposizione e ritrovare il peso ideale.
Le cinque regole base della dieta dissociata
1 – lasciar trascorrere un periodo di 4 o 5 ore tra un pasto e l’altro
2 – limitare il consumo di grassi, amidi e proteine
3 – preferire pane e pasta integrale (non raffinati e più ricchi di fibre)
4 – includere in ogni pasto abbondanti porzioni di frutta e verdura,
5 – non consumare mai contemporaneamente carboidrati e proteine.
Consigli per seguire meglio la dieta:
-I carboidrati complessi e gli zuccheri vanno consumati in pasti separati.
-Non concludere pasti con frutta o dessert, meglio consumarli lontani dal pasto (fanno eccezione ananas e mele).
-Aumentare il consumo di verdura, frullati e brodi vegetali che, assieme al controllo delle calorie e a corrette associazioni alimentari favoriscono la disintossicazione dell’organismo.
-I carboidrati vanno consumati nella prima fase della giornata.
-Sempre ben vista associazione proteine e verdure che, per il loro apporto in sali, favoriscono l’azione enzimatica e contrastano i processi putrefattivi.
Pro e contro
-Il lato positivo della dieta dissociata è senz’altro quello di imparare ad associare i vari alimenti.
-Alcuni medici ritengono che, se seguita per troppo tempo ed erroneamente, sino a diventare una monodieta, la dieta dissociata possa causare carenze nutritive e che non ci siano dimostrazioni scientifiche della sua efficacia.
- Questo regime alimentare può essere l’ideale se accusate sonnolenza dopo i pasti, bruciore di stomaco. Utile anche in caso di sovrappeso o problemi digestivi.
Ti è piaciuto questo articolo? Seguici su Facebook!

1 Commento

Una risposta a “Dieta dissociata: puntare sulla digestione per perdere peso”

  1. Dieta Weight Watchers, il supporto psicologico come arma vincente | Dieta e alimentazione dice:

    23 mar 2012 alle 11:34 PM

    [...] insieme un vero e proprio gruppo di amiche per darsi sostegno e consigli a vicenda. Leggi anche: Dieta dissociata, puntare sulla digestione per perdere peso Ben presto la donna si accorse di aver bisogno anche di un medico e allora al gruppo di amiche si [...]


Lascia un commento