PianetaDonna

La mia doppia vita tra moglie e amante

Vorrei un consiglio , mi trovo da ormai 8 anni in una situazione che mi ha bloccato l’esistenza … o per lo meno è come se stessi ad aspettare non so cosa per ricominciare a vivere , uscire, divertirmi frequentare amici ,viaggiare, pianificare il mio futuro etc .. Le spiego il mio problema , sono sposato da quasi 10 anni con una ragazza conosciuta all’età di 17 (sposati dopo 8 anni di fidanzamento). Tutto andava bene , mai avuti problemi (qualche piccola lite ma niente di chè) fino a quando, subito dopo sposato, per attrazione fisica nei contronti di una mia collega di lavoro (anche lei sposata) ho avuto una storia con lei, che era in crisi con il marito .
Indipendentemente dalla nostra storia lei dopo qualche tempo divorziò dal marito ritornando single .
Nel frattempo abbiamo continuato a vederci e frequentarci sempre più (anche perchè vedendola ogni giorno a lavoro..) e alla fine ci siamo innamorati .
Dopo alcuni anni di amore clandestino lei mi ha parlato dicendo che la situazione non le piaceva più e la faceva soffire tanto ( anche a me) e tante volte ha cercato di farmi prendere una decisione, o stare con lei o lasciarla andare senza opprimerla in modo da riuscire a farsi una vita “tranquilla e normale ” anche se il separasi da me l’avrebbe fatta soffrire tanto .
Per paura di perderla qualche hanno fa ho provato a lasciare mia moglie, che voglio bene da morire (ma credo di provare solo affetto per lei) allontanadomi da lei e dando questo segnale alla mia diciamo “amante” .
Ma alla fine dopo qualche mese di allontanamento vedendo piangere mia moglie tante volte (ogni volta che ci vedevamo per parlare e discutere del perchè avevo preso questa decisione ) sono tornato insieme a lei (senza essere però convinto) non dicendo nulla all’altra persona per paura di perderla per sempre …
Non ho avuto mai il coraggio di dire a mia moglie il motivo della separazione , per non farla soffrire ulteriormente ma forse ho fatto male.
La mia “amante” ormai da anni non sa di questa mia doppia vita cosi come mia moglie …
Cerco di far contente tutt’e due ma alla fine dato che non si puo, faccio stare male tutti me compreso, sempre a correre dall’una e dall’altra sperando che tutto non si incroci mai !
Cosi evito di uscire , pianificare viaggi , frequentare posti pubblici , o per lo meno riduco al minimi queste cose .
Non riesco a capire che decisione prendere e sopratutto come non far soffrire nessuno !
Sono sempre attratto fisicamente dalla mia “amante” e non provo più attrazione per mia moglie , mi piace stare con la mia amante condividiamo tante cose anche se ha un carattere molto forte e non ha la dolcezza di mia moglie .
Ho provato a stare con mia moglie e non pensare a lei ma vivo male perchè la penso sempre e sto malissimo al pensiero di sapere dov’è cosa fa e se dovesse stare con qualcuno.
La mia “amante” ( la chiamo cosi ma non è un amante) non ha avuto altre storie fino ad ora e è stata sempre fedele anche se ora è stanca e vorrebbe stare serena con me e non avermi con il contagocce.
E’ molto delusa da me ed io mi sento in gabbia .. dato che lei rispetto a me è libera di fare quel che vuole uscire con le amiche ritirarsi a qualsiasi ora , cosa che non posso fare io dato che anche se invento scuse ,,prima o pio devo tornare a casa .. con il terrore di ricevere telefonate o essere visto …
Se confesso però questa bugia sono sicuro di perderla .. senza dubbio non supererebbe mai questa delusione !!!!!!!!!!
Lei sa che sto divorziano , ma non è cosi …. io sono ancora a casa con mia moglie e non faccio altro che dire bugie a tutti per coprire i miei momenti di assenza !!!
Ho provato a parlare con qualche amico stretto ma non ho avuto nessun aiuto e credo che nessuno possa darmelo .. devo uscire da questa situazione , ma al pensiero di far soffrire mia moglie iniziare il divorzio ,e stare con l’altra sto veramnente male …
Cosi passo le mie giornate e giorno dopo giorno mi rodo la vita e quando l’una o l’altra mi propone qualcosa (partire , viaggiare, uscire) il dover inventare scuse , fare discussioni , e farmi prendere per una persona che non ama far nulla ( quando io sono l’opposto ) mi fa innervosire e star male da morire
Mi sono allontanato da amici e sono diventato una persona che non sono io .. delusa da tutto e negativa …
Spero di essere stato chiaro e di ricevere un aiuto …. ne ho tanto bisogno !!

Lei non riesce a ‘rinunciare’ a nessuna delle due forse perchè investe ’separatamente’
su ognuna di esse esigenze diverse dal punto di vista affettivo.
Le si aprono, allora due possibili strade:
o cerca di far in modo che le sue diverse esigenze affettive trovino corrispndenza in una
solo delle due;
o rinuncia al fatto che le sue esigenze debbano per forza essere soddisfatte tutte,
e rinuncia quindi a qualcuna di esse e conseguentemente alla persona che le soddisfa.
In ogni caso deve trovare un compromesso con sè stesso e i compromessi richiedono sempre
decisione e responsabilità.
Saluti

Ti è piaciuto questo articolo? Seguici su Facebook!

VN:F [1.8.6_1065]
Gradimento: 3.8/10 (10 voti)
La mia doppia vita tra moglie e amante3.81010
60 Commenti

Articoli Correlati

60 risposte a “La mia doppia vita tra moglie e amante”

  1. caia coconi dice:

    13 giu 2011 alle 11:27

    io credo invece che ci sia solo una strada: lasciarle entrambe e capire un po’ se riesce a riacchiappare la sua vita. ma credo che per farlo debba anche dire a entrambe la verita’.

  2. Alessandra dice:

    16 giu 2011 alle 14:47

    Dalle sue parole è chiaro come lei ami profondamente sua moglie, ma ci siano alcuni aspetti problematici del vostro rapporto che non vi siete mai dati di affrontare assieme. Io credo che la storia con l’altra donna sia indicativa e in relazione alla crisi di coppia con sua moglie, ma non un’alternativa al rapporto con sua moglie. Non ha mai pensato di poter parlare ancora con sua moglie della crisi che state vivendo (magari senza svelare subito il tradimento) proponendo di fare assieme una terapia di coppia? Davanti al terapeuta sarà possibile parlare a sua moglie del tradimento per affrontarlo insieme, affinché non divenga un elemento distruttivo per la vostra coppia, ma anzi un punto da cui partire per mettervi in gioco entrambi e superare la vostra crisi. Questa crisi può diventare occasione di crescita profonda per entrambi e per il vostro rapporto. Forza! La crisi fa parte della vita di coppia; occorre avere il coraggio di affrontarla assieme! I miei migliori auguri!
    Alessandra

  3. Cinzia dice:

    26 lug 2011 alle 08:48

    Io penso che lei debba provare a fare una terapia di coppia e non deve assolutamente dire a sua moglie dell’altra. Sarebbe un inutile sofferenza per sua moglie e porterebbe alla rottura del vs matrimonio. Io ho tradito, mio marito mi ha scoperto una lettera indirizzata al mio amante, così senza che glie lo dicessi io, lui l’ha scoperto da solo. Risultato che dopo 2 anni e mezzo lui non mi ha ancora perdonato e vive malissimo la ns situazione familiare. Ora stiamo andando a fare terapia di coppia e spero vivamento che nel frattempo non arrivi anche per lui un’amante, perchè sarebbe la fine.
    Ciao e tanti auguri!!!

  4. Antonio dice:

    22 dic 2011 alle 20:59

    Caro amico, tutta la mia comprensione.
    Conosco bene il dolore che stai provando fin dentro le ossa. Provo a raccontarti la mia di esperienza. Ho vissuto la tua STESSA identica situazione. E sono stati gli anni più bui della mia vita. Tutto però era dovuto ad un mio problema psicologico che uno specialista mi ha aiutato ad affrontare, e così ho ripreso in mano la mia vita, prima da solo, poi scegliendo il meglio per me. Una considerazione finale, anche io mi comportavo così per “non fare del male”, ma alla fine il male fatto si è centuplicato proprio in virtù di questo comportamento. Rivolgiti ad un terapeuta DA SOLO, apriti a lui/lei e vedrai che piano piano tutto si risolverà. Devi uscirne da questa non vita. E vedrai che dopo, quand’anche molti soffriranno, la liberazione ritrovata ti farà sentire molto molto meglio. I miei migliori auguri di forza e coraggio.

  5. MARCO dice:

    04 gen 2012 alle 13:38

    CIAO. A MALINCUORE DEVO DIRTI CHE VIVO ANCORA OGGI LA TUA IDENTICA SITUAZIONE, MA ORA CHE LA MIA NUOVA DONNA(SAREBBE L’AMANTE) SI E’ STANCATA, GIUSTAMENTE, DOVRO’ PORRE RIMEDIO A TUTTO QUESTO. PURTROPPO NESSUNO CI PUO’ AIUTARE SE NON NOI STESSI. CI VUOLE LA DOSE DI CORAGGIO CHE AIME’ A NOI MANCA DAVVERO. SE CREDI CHE LA TUA AMANTE SIA LA DONNA GIUSTA ALLORA DOVRESTI PARLARE CON TUA MOGLIE E NON DIRE CHE C’è UN’ALTRA, MA DIRGLI CHE NON L’AMI PIU’ E NON CI VUOI STARE CON LEI,PERCHE’ SIGNIFICHEREBBE FAR SOFFRIRE LEI E TE STESSO.
    QUESTO E’ IL MIO CONSIGLIO, PURTROPPO E’ LA DURA VERITA’, QUANDO C’E’ SENTIMENTO ALLORA NON C’E’ NIENTE DA FARE. TUA MOGLIE POTRA’ SOFFRIRE ALL’INIZIO MA NON PER SEMPRE. SOLO ALLORA SARAI LIBERO INTERIORMENTE.
    SO’ CHE E’ DIFFICILE E SFIDO CHIUNQUE A SOPPORTARE TUTTO QUESTO, IL MIO FEGATO SARA’ A PEZZI ORMAI, MA E’ UN DOLORE INSOPPORTABILE E UN VIVERE MALE CHE DEVE FINIRE.
    TI RIPETO IO MI TROVO FORSE ANCHE PEGGIO DI TE……
    MA CI VUOLE CORAGGIO!!!!!!!!!!!

  6. boom dice:

    09 gen 2012 alle 20:37

    ciao a tutti ho 35 anni non sono sposato convivo 10 anni fidanzato da 15 due bimbe di 8 e di 2 anni sono nel baratro piu totale ho conosciuto l’amante 2 anni fa con inganno l’ho portata a letto dicendo che tra me e la mia compagna non vi era piu niente se non la crescita delle bimbe allora presi tempo dicendole che la piccola doveva crescere almeno un paio di anni adesso sono passati ma io non so piu quello che voglio daltronde se l’amante sapesse che fino a ieri ci sono stato a letto con la mia compagna penso che mi spedirebbe a fanculo senza ritorno come poi giusto io non amo piu la mamma delle mie bimbe è solo atrazione fisica da entrambe le parti in passato mi ha beccato con altre donne che hanno incrociato il nostro cammino quindi penso che certe ferite non si chiudono rimangono la cosa strana e che la mia compagna dice di amarmi ancora ma puo essere giusto mi sento un verme solo se mi soffermo un secondo a pensare il male che le ho fatto e inguaribile cosa devo fare

  7. allfredo dice:

    28 gen 2012 alle 06:44

    Ciao a tutti…a mio parere si deve tirare in queste occasioni,solo e soltanto coraggio..io ho tradito la mia attuale moglie quandio eravamo ancora fidanzati..l altra era una bomba sessuale..ma quando tornavo dalla mia compagna mi sentivo sporco…poi pero’ era sempre la solita…ti saliva la voglia e tornavo dall altra..finquando mi chiese di ufficializzare la cosa lasciando la mia compagna..la lasciai(l altra)..lei soffri’ molto..ma stavo malissimo a vivere con due piedi in una scarpa.Ora che ci ripenso,solo per l aspetto fisico,ci ritornerei…ma al solo pensare quanto stavo male dopo,,quando incrociavo lo sguardo di mia moglie,onesta,dolce,mi sentivo uno straccio.Prendi il coraggio,sii FORTE!!FORTE!!non essere un vile!anche la tua amante e’ una donna!non una p….na !non puoi farci sesso e farla soffrire!il dolore durera’..ma quanto!PRENDI UNA DECISIONE!!permettimi…PALLE!e prendi di petto la situazione!ma NON dire niente a tua moglie se rimani con lei.Rimarra’ una macchia indelebile,da far uscire a galla a ogni incazzatura.Io ora sto bene..all epoca..meno male che feci quella scelta..anche se era un discorso differente dal tuo(non ero sposato).Ti capisco quando dici che non era vita…non uscivo..non andavo per locali..avevo sempre paura d incontrare l altra per piazzate e altro…siate onesti.L amante,anche lei ha un cuotre.Io fui onesto ,e la lasciai.Era bellissima e sessualmente prorompente.Ma ora ha la sua vita e io la mia.Saluti!

  8. mariolina dice:

    24 mar 2012 alle 18:32

    ciao a tutti, io sono “l’altra” di un uomo sposato.
    non ho mai pressato il mio uomo a decidersi tra me e lei,ma alla scelta c’è arrivato da solo,poichè ,è inevitabile che ci si arrivi.
    non sono daccordo con la teoria che “si fa’ del male al proprio coniuge in questi casi,perchè, se lo/a si ama veramente…non si guarda in giro e non ci si innamora di altri.
    la mia storia dura da 4 anni,all inizio mi ha subito detto che mi guardava e mi desiderava da anni, e se avesse avuto il coraggio di parlarmi allora,avrebbe messo in discussione il suo matrimonio,ora nn se la sentiva piu’.ho accettato la sua onesta’e abbiamo cominciato a vederci(io in piena crisi matrimoniale)….. ci siamo persi l uno nell’altra….io, nel frattempo mi sono separata, lui è arrivato alla scelta,perche’ queste storie alla fine diventano supplizi. mi ha chiesto aiuto guardandomi con gli occhi lucidi….consigli non gliene ho dati, perche’(a mio avviso)non se ne’ possono dare…..ho deciso di aspettare qualche altro mese,anche se sono convinta che non lascera’ mai la moglie,e poi tagliero’ il cordone ombelicale…lo amo da morire…dio sa’ quanto,ma non e’ giusto ,proprio perche’ ci si ama, vivere di briciole….adesso mi rivolgo ai maschetti:nella vita le decisioni si devono prendere di petto ,non si puo’ stare con la moglie e tradirla con un altra…questo lo chiamate amore,affetto? o non e’ per caso vigliaccheria? p.s. io sono stata tradita dal mio ex marito…ne’ sono venuta a conoscenza dopo anni…secondo voi mi ha amata? o si godeva la vita mentre a casa tutto era pronto e ordinato?
    mi auguro e vi auguro che l amore trionfi…..ciao

  9. Barbi dice:

    27 mar 2012 alle 10:56

    sapete cos’è? che non esiste coraggio negli uomini e sopratutto non esistono più valori e se mancano i valori come può esistere l’amore su cui quest’ultimo si basa? Io sono sposata da 10 anni, 20 anni insieme due figli piccoli, bella, simpatica e credo persona in gamba. Sospetto che Lui mi tradisca ma non sappia cosa fare. vedete io se mi rendessi disponibile di persone di cui innamorami ne troverei tante eprché credo che non esista un’unica anima gemella ma quando qualcuno ci piace si sceglie quella persona e se si hanno dei valori si trova il modo di essere felice come coppia. Se non fosse quella persona ce ne sarebbe stata un’altra a renderci felice. Quindi nella copia, nel matrimonio bisogna crederci, bisogna voler profonda,mente far andar bene le cose e a meno che il ns. parnter non abbia problemi di violenza o caratteriali grossi le cose funzionano. Ma bisogna essere in due a mantenere intimità, complicità e vivo l’amore. Se uno dei due scappa di fronte alle difficoltà allora non si può sopperire da solo e andare avanti come se nula fosse. Io mi chiedo: ma se mio marito ama un’altra che se ne vada, cosa ci sta a fare con me? per i figli? gli ho già detto che se sta con me mi deve amare al 100% ma lui non mi fa sentire così. Le amantio non capiscono che spesso la famiglia si trova in questa situazione e anche a loro potrebbe capitare in futuro e mettersi di mezzo a una coppia con figli piccoli é atroce ed ingiusto. Non farei MAI l’amante eprché ho una coscienza e non riuscirei a cotruire la mia felicità sulla sofferenza altrui.

  10. lupo dice:

    01 apr 2012 alle 18:15

    anchio e da poco che frequento una donna e anche se vi sembrera’ strano io ci sto’ bene specialmente quando facciamo l’amore al contrario con mia moglie ecco perche’ secondo me’ noi uomini tradiamo x il sesso signori miei ammettiamolo certe cose si fanno solo con le amanti x che’ se dovresti farlo con tua moglie metterebbe tutti paletti questo no’ questo non mi piace quando secondo me’ nella coppia il sesso andrebbe vissuto appieno e forse non esisterebbero i tradimenti.se qualcuno condivide puo’ rispondere.

  11. vito dice:

    10 mag 2012 alle 16:48

    salve mr.l’unica cosa che possa consigliarti e di provare a capire ciò che ti fà star bene…al di là delle bugie dette bene i rispettivi partner percipiscono il tuo malessere latente,prendi una decisione per te stesso,ama te stesso e sarai capace d’amare meglio chi ti circonda.La vita è una sola e scivola in fretta,ti auguro di viverla bene.

  12. butterfly dice:

    28 mag 2012 alle 13:35

    Salve… sono fidanzata e lui (il mio amante) anke, ci siamo conosciuti 2 anni fa ed è stato praticamente un colpo di fulmine al primo sguardo.
    Entrambi timidi e impegnati abbiamo lentamente iniziato un amicizia strana via web… poi lui ha dato una svolta a tutto… è riuscito ad entrare nella mia vita cioè in quella mia e del mio ragazzo, diventando amici come coppie cioè lui e la sua ragazza sono diventati amici miei e del mio ragazzo.
    Abbiamo iniziato ad uscire insieme tutti i week end e poi anke le ferie insieme… e quel colpo di fulmine, rimasto prima bloccato a sguardi e chattate da “amici strani” si è improvvisamente sbloccato e non siamo più riusciti a frenarci… siamo diventati amanti… ora lo siamo da sei mesi… stiamo da Dio quando siamo insieme e dentro di noi sappiamo ke non è solo sesso passione e attrazione fisica, forse non abbiamo ancora realizzato se siamo o no innamorati l’uno dell’altra ma c’è qualcosa di grande tra di noi… lo sentiamo entrambi.
    Le nostre vite con i compagni vanno sempre peggio… ma per quanto mi riguarda non sono riuscita ancora bene a capire cosa provo per il mio fidanzato, se è una crisi o se l’amore è finito e quindi non ho ancora deciso di lasciarlo. Lui è nella stessa mia situazione, cioè non aveva ancora deciso di lasciare la sua ragazza, con la differenza ke 3 giorni fa lei dato ke non ne poteva più di sentirlo lontanto e distante sia con la testa, con il cuore e con il corpo, ha deciso di lasciarlo.
    Ora lui è a pezzi e sta malissimo… E’ normale ke stia così male?
    Alla fine anke se non aveva ancora deciso di lasciarla, pur non facendo niente per salvare la sua storia e come avesse deciso di farla finire…
    E adesso ke succederà? per me è atroce vederlo così disperato… non so come stargli vicino e non sono ancora dell’idea di lasciare il mio ragazzo…
    Datemi un consiglio vi prego… sono così in difficoltà…

  13. silvia dice:

    20 lug 2012 alle 17:16

    ciao sono silvia. La mia storia…ho conosciuto lui 4 anni fa a lavoro. ci siamo amati da subito, lui mi diceva che con sua moglie non c’era più niente, ne amore, ne sesso e ne nente. sposato con una figlia…con me ha conosciuto dice lui il vero amore…regali ci vedevamo tutti i giorni e facevamo sempre l’amore. con sua moglie non ci stava mai era sempre al tel con me eravamo sempre in vacanza a mangiare fuori tutto…poi lei scopre una foto al cell e le ricevute degli alberghi e ristoranti…questo dopo un anno che stavamo insieme…lui cambia atteggiamento mi dice che non vuole far soffrire sua moglie e sua figlia ma non vuole lasciare me…per non perdermi lui mi apre un attivita cosi ci vediamo…ma da quando esiste l attivita sua moglie gli sta addosso e lui viene meno da me ….mi dice che mi ama ma non puo far soffrire sua moglie…mi dice che ti amo a lei non lo ha mai detto ma mi fa soffrire…premetto che noi ci sentiamo la mattina con un sms appena svegli e poi prima di andare a lavoro mi chiama…poi durante la mattinata mi chiama 3 o 4 volte…prima di andare a pranzo mi chiama…dopo pranzo mi chiama… dopo a lavoro mi chiama fino ad arrivare a chiusura del negozio e mi porta a casa telefonandomi… dopo ci mandiamo sms della cena…e poi alle 22 lui mi chiama fino alle 00. tutto questo mentre siamo in casa io con la mia famiglia e lui con la sua.. ci vediamo una volta alla settima…alcune colte anche 2…. appena possiamo andiamovia 1 giorno 2 3 a secondo delle scuse ch possiamo inventare… ma perchè io soffro tanto…. siamo andati via 2 giorno e lui quando chiamava sua moglie gli diceva qui è bello dobbiamo venirci e io soffrivo… ora lui è in ferie con sua moglie e quando mi chiama mi dice che gli girano i c… e non sa perche….io di tutta questa storia penso che lui ami tanto sua moglie e con me ci sta solo per sesso… cosa posso fare soffro tanto… mi puo dare un congilio… mi scusi se ho scritto cosi ma sto piangendo mentre scrivo perche non so piu chi sono….e cosa voglio….

  14. Kaiser dice:

    30 lug 2012 alle 20:05

    Che tenero!!!! non vorrebbe far soffrire nessuno…e quindi…prende per il culo entrambe e se stesso….è un egoista e basta! L’amore è un altra cosa.
    Basta con ste cagate…e ci vuole lo psicologo????
    Ma per piacere!

  15. Marianna Toti dice:

    03 ago 2012 alle 12:37

    Sono perfettamente d’accordo con Kaiser …. e’ da piu’ di due anni che mi ritrovo mio malgrado ad essere l’amante di un uomo sposato con una donna con la quale non condivide praticamente nulla – ci ha fatto un unico figlio, ora ventottenne, perche’ praticamente obbligato, mentre a me dice che sono l’unica donna dalla quale avrebbe desiderato averne uno di figli, perche’ sarebbe stato il figlio dell’amore; a letto, mi ha scritto che l’amore piu’ bello del mondo l’ha fatto con me (in realta’ nonostante 56enne quest’uomo non aveva proprio idea di cosa significhi fare l’amore con una donna … diciamo che le sue esperienze si limitavano alla posizione del missionario …); condividiamo l’amore per le moto, le auto, la musica, l’arte, le visite ai musei, la fotografia, l’ho visto emozionarsi e piangere ocn me come un bambino eppure ….. eppure mi dice che lui ama la moglie e non la lasciera’ mai …. bello e’ anche il suo concetto di onesta’, quando gli chiedo con che coraggio possa tornare a casa come se niente fosse dopo giornate meravigliose passate insieme, lui mi dice che e’ onesto in quanto ama me e quando sta con me sono vere le cose che mi dice, ma altrettanto ama la moglie e quando sta con la moglie sono vere le cose che dice a lei …. io ormai credo che lui semplicemente menta a tutte, ma soprattutto a se stesso; a eh dimenticavo, anche lui dice che fa cosi’ perche’ non vuol far soffrie nessuno, ne’ me ne’ la moglie e quindi si barcamena, poverino, un vero filantropo …. c……te, perfettamente d’accordo con Kaiser!

  16. GA dice:

    04 ago 2012 alle 00:32

    Il sapore piccante del tradimento e’ troppo eccitante perche’ si entra nel mondo dei balocchi inizialmente pare di avere la testa dentro una centrifuga, non capisci piu’ nulla eppure questo non dispiace, anzi da prima non si vorrebbe smettere di prendere letteralmente per il culo in continuazione chi ti ha strizzato l’occhietto, poi pero’ questo gioco tende a far salire il mal di testa quando sei sposato/a perche’ puoi prendere in giro chi ti sta accanto anche per tutta la vita ma non puoi prendere in giro la tua coscienza che prima o poi ti mette il laccio ai piedi, cio’ che da prima sembrava piacere adesso e’ veleno, quindi non si e’ piu’ onesti ne con gli altri ne con se stessi si inventano mille scuse a mogli, amanti, tutto per non perdere la propria idea di conquistadores…ma secondo me esiste una remota ferita nell’anima di chi tradisce, cerca qualcosa che appaghi la propria malinconia il proprio mal di vivere e ci si rifugia nel letto altrui, mi chiedo sara’ proprio questo che si cerca nella vita ? Tradire il proprio coniuge sicuramente non risolve i problemi che uno ha con se stesso,ne con il proprio coniuge, potrebbe essere un disagio di autoaccettazione, queste sono supposizioni…nel traditore si perde la coscienza del vero, del buono, del bello,anche perche’ tiene legate a se in modo insensibile le persone cosi chiamate “amanti” impedendo che su queste ci sia un po’ di luce, povere creature che aspettano di vedere le cose sotto un altro aspetto, esse aspettano i giorni per cosi’ dire”vuoti” dagli impegni famigliari dei loro partners , ma ne vale veramente la pena distruggersi l’esistenza per avere l’ebbrezza di andare a letto con qualcuno che non ti sei sposato/a ne vale cosi’ tanto la pena? Non sarebbe opportuno invece cercare una nuova complicita’ con le proprie mogli o i propri mariti? Non sarebbe meglio cercare di guardarsi dentro e capire cosa non va, perche’ si e’ arrivati a questo punto, credo che il tradimento sia la conseguenza di una rottura che e’ gia’ avvenuta prima di tutto nell’anima di chi tradisce. Fate un passo indietro e rimettete aposto la vostra esistenza, non incasinatevi la vita con gli uomini sposati, voi siete molto piu’ di questo perche’ dovete stare nel buio ad aspettare chi? Per me e’ un modo di scappare dalla realta’, tendenzialmente l’uomo cerca sempre di salvarsi la pelle sopratutto quando le donne di casa diventano palle al piede per i loro modi di fare di esprimersi, cosi’ poco gentili, affabili oppure non sono “selvagge”quelle che al contrario le palle le hanno eh come!! Ad ogni modo dico perche’ vi siete sposati? Perche’ avete concepito dei figli? Certamente in voi esiste l’amore vero soffocato da centomila cose, l’Amore e’ vita e non deve essere soffocato da questa specie di morte spirituale che e’ una grande menzogna, serpeggia per portare divisione tra uomini e donne sposati.

  17. GA dice:

    04 ago 2012 alle 01:32

    Terapie di coppia per rimettere a posto il matrimonio, ma io mi chiedo non potevate pensarci prima di fare cazzate?Prevenire e’meglio che curare….se andiamo ad analizzare tutte queste storie sono basate su incontri di tipo sessuale…poi per non far sembrare una storia solo di sesso si aggiunge qualche parolina, dovevo incontrarti prima, ma perche’ non ci siamo incontrati prima…ecc ecc signori miei ribadisco che nella vostra vita c’e tanta insoddisfazione, tanto malessere..mentre voi state pensando di avere tutto in pugno, see !!! Intanto state distruggendo la vostra vita e quella di altre persone, che in voi hanno riposto fiducia e sicurezza, ma perche’ dovete soffiare sul fuoco, perche’ ??? La vita e’ un dono meraviglioso e’ come un albero che ha bisogno di essere annaffiato per poter vivere e sopportare le svariate buffere che su di esso si abbattono in continuazione, non e’ questo il modo di vivere e’ certamente un modo di morire invece…il dolore del marito o della moglie che scoprono di essere traditi subiscono un’agonia insopportabile per due motivi: il primo ti toglie l’autostima e ti fa morire ogni giorno di piu’, il secondo hai tutti giorni davanti chi ti ha tolto la gioia di vivere, rimane una ferita sempre aperta, e se si dovesse perdonare? Non sarebbe mai come prima, noi ci fidiamo gli uni degli altri perche’ in essi abbiamo fiducia, ogni tradimento non e’ giustificabile perche’ fa perdere questa stima e ci si allontana ogni giorno di più’!cari mariti e care mogli che vi girate attorno guardate davanti a voi coloro che vi siete sposati sono li con pregi e difetti sono comunque per voi,

  18. Barbara dice:

    07 ago 2012 alle 11:00

    @GA
    Bellissime considerazioni le tue anche se non é chiaro quale sia il ruolo che Tu stai vivendo ora. Io credo infatti che siamo tutti in fondo esseri umani e che possiamo, ci é consentito, SBAGLIARE … in fondo é umano ma che il genere di persone che siamo, insomma di che pasta siamo fatti, che valori abbiamo viene fuori prepotentemente quando affrontiamo i nostri errori e REAGIAMO. Mi spiego: meglio ‘prima che poi’ bisognerebbe riscoprire l’Onestà (nei confronti di sé stessi e degli altri), il Rispetto (verso il coniuge che si tradisce e verso la ”povera” amante), la Consapevolezza di come si é scelto di trascorrere la propria esistenza …. nella menzogna o alla luce del sole? In questi Forum viene spesso fuori il concetto che é nel giusto chi non giudica gli altri …. PALLE …. mi so no stancata di vedere e leggere che così tutto é consenito. La Libertà e alra cosa: io penso che essere liberi significa fare delle scelte consapevoli e pagarne sempre le conseguenze con responsabilità, senza nascondersi e trovare scuse a autogiustificazioni. Sono stanca di trovarmi circondata da persone che pensano di poter fare ciò che più le aggfrada senza pagarne mai le conseguenze. Non si può fare soffrire gli altri gratuitamente, prima o poi il conto lo si paga sempre e comunque.Chi decide di costruire una famuiglia, moglie e figli, ci dovrebbe pensare molto ma molto bene prima di distruggere tutto perché il tradimento ti uccide dentro e anche s epensi di rimuoverlo o perdonare comq avrai sempre perso la spensieratezza di prima e la completa fiducia nell’altro. Che tristezza ……. MAI LO FAREI

  19. Susy dice:

    08 ago 2012 alle 06:08

    Leggendo i vari interventi, mi sembra di intuire che sono generalmente dettati da giudizi preconcetti. Ogni storia è una storia a sè e non si può generalizzare. Perchè non guardiamo le cose sotto l’aspetto del cuore senza anteporre la ragione che nulla a a che fare in queste situazioni? Ci si chiede e si analizza l’accaduto come se ci debba essere sempre una spiegazione logica in ciò che è successo, accusando,additando, e ponendo tutto ciò sotto una luce squallida.
    La verità è che trovare il vero Amore è difficile e se lo si trova troppo tardi, perchè già impegnati, la morale pubblica impone di rinunciarci. Se si riesce a vivere il grande amore, nonostante gli impedimenti del caso, senza conflitti interiori è una grande conquista che non tutti sono capaci di raggiungere, purtroppo. Chi riesce a raggiungere questo equilibrio viene sminuito da chi non riesce a capire queste cose perchè forse non le ha vissute o è legato a pregiudizi che fanno parte dell’educazione ricevuta.
    La vera risposta è sempre dentro sè stessi e il proprio cuore.
    Quindi, per favore, non giudichiamo questi amori travagliati senza averli veramente vissuti nella propria anima.
    L’unico consiglio che mi sento di dare a Maldamore è di essere onesto con sè stesso, di non tradire sè stesso… questa è la guida che porterà a quell’equilibrio necessario per poter vivere bene una vita che è una sola e che va vissuta fino in fondo.
    Quindi, non dimementicare mai te stesso, Maldamore, mai!

    Un saluto e una stretta di mano .
    Susy

  20. Barbara dice:

    08 ago 2012 alle 13:58

    Cara Susy, vedi il problema, se di tale vogliamo parlare, non é dare la preferenza alla ragione o se vogliamo alla ”morale pubblica” oppure al cuore e giudicare in maniere generalista tutte le storie dove il cattivo é sempre il traditore e/o l’amante. Quel che invece é importante sottolineare bene é che nonostante sia LECITO (e non un delitto) smettere di amare qualcuno e innamorarsi di qualcun altro quel che a mio personale parere é invece lo spartiacque fra un genere di persone e un altro é COME SI AFFRONTA LA SITUAZIONE! Passi una bugia, due, tre?? ma poi se si instaura un modus operandi per il quale conta solo il ns. benessere raggiunto come? con la falsità perpetuata persino (ho sentito casi) per decenni (non capisco con quale giustificato motivo, me lo riesci a spiegare tu?), menzogne, vite parallele ….. tutto questo non lo concepisco … Guarda io non sono cattolica e potrei passare sopra persino alla cosidetta ’sacralità’ del concetto di Famiglia ma altri valori che forse l’Uomo dovrebbe ritrovare a tutti i livelli e dico proprio tutti (dalle relazioni private, alla Politica, al Sociale) sono l’Onestà, il Rispetto e l’assumersi le proprie Responsabilità. Pensaci un attimo .. é dura improntare la propria vita su quei Valori ma se ognuno lo facesse forse certi Divorzi non sarebbero così cruenti e le persone imparerrebbero a ritrovare anche un altro valore che è la FIDUCIA nel prossimo.

    Forse maldamore e tutti coloro che stanop in a Coppia che non funziona più dobvrebbero invece non dimenticare MAI che bisognerebbe tentare tutti i giorni dlela propria vita di alimentare il fuoco dell’Amore, con piccoli gesti, una parola, un’atenzione nei confronti del partner ricordandosi sempre che abbiamo scelto di sater con quella persona e che se ci impegnamo ad amarla e a farla sentire importante forse, dico forse quell’amore sarà ricambiato e la nostra vita felice senza bisogno di andare a cercare altrove la felicità … la felicità é vero sta dentro di noi biosgna solo vederla e saperla costruire e proteggere giorno per giorno.

  21. Barby dice:

    08 ago 2012 alle 14:00

    Cara Susy, vedi il problema, se di tale vogliamo parlare, non é dare la preferenza alla ragione o se vogliamo alla ”morale pubblica” oppure al cuore e giudicare in maniere generalista tutte le storie dove il cattivo é sempre il traditore e/o l’amante. Quel che invece é importante sottolineare bene é che nonostante sia LECITO (e non un delitto) smettere di amare qualcuno e innamorarsi di qualcun altro quel che a mio personale parere é invece lo spartiacque fra un genere di persone e un altro é COME SI AFFRONTA LA SITUAZIONE! Passi una bugia, due, tre?? ma poi se si instaura un modus operandi per il quale conta solo il ns. benessere raggiunto come? con la falsità perpetuata persino (ho sentito casi) per decenni (non capisco con quale giustificato motivo, me lo riesci a spiegare tu?), menzogne, vite parallele ….. tutto questo non lo concepisco … Guarda io non sono cattolica e potrei passare sopra persino alla cosidetta ’sacralità’ del concetto di Famiglia ma altri valori che forse l’Uomo dovrebbe ritrovare a tutti i livelli e dico proprio tutti (dalle relazioni private, alla Politica, al Sociale) sono l’Onestà, il Rispetto e l’assumersi le proprie Responsabilità. Pensaci un attimo .. é dura improntare la propria vita su quei Valori ma se ognuno lo facesse forse certi Divorzi non sarebbero così cruenti e le persone imparerrebbero a ritrovare anche un altro valore che è la FIDUCIA nel prossimo.

    Forse maldamore e tutti coloro che stanop in a Coppia che non funziona più dobvrebbero invece non dimenticare MAI che bisognerebbe tentare tutti i giorni dlela propria vita di alimentare il fuoco dell’Amore, con piccoli gesti, una parola, un’atenzione nei confronti del partner ricordandosi sempre che abbiamo scelto di sater con quella persona e che se ci impegnamo ad amarla e a farla sentire importante forse, dico forse quell’amore sarà ricambiato e la nostra vita felice senza bisogno di andare a cercare altrove la felicità … la felicità é vero sta dentro di noi biosgna solo vederla e saperla costruire e proteggere giorno per giorno.

  22. Susy dice:

    09 ago 2012 alle 13:43

    @Barby –
    Parzialmente d’accordo con te, per Malamore avverrà inevitabile il tempo della scelta, quella scelta che il suo cuore ha già fatto ma che non vede perchè subisce dei ricatti affettivi da parte di sua moglie.

    Dopo otto anni, penso che la sua storia parallela non sia una semplice scappatella e il tormento con il quale lui vive questa situazione è la prova che è arrivato il momento in cui debba armarsi di coraggio e guardare diritto nel suo profondo e nei sentimenti che prova realmente per la persona che ama ritrovando così la vera dimensione di sè.
    Sono situazioni delicatissime nelle quali occorre tempo, occorre che il tempo scorra e dia le sue risposte.
    Quando capita tra capo e collo l’amore, che non cercavi assolutamente, che ti sconvolge totalmente, che rivoluziona i tuoi credo e i pilastri dove poggiava la tua esistenza, quell’amore che non si può descrivere a parole, che ti ruba l’anima, che ti fa battere il cuore come mai prima, che ti fa sentire viva,che non ti fa dormire, che ti porta in dimensioni mai toccate prima, credimi, è uno strazio totale e al contempo un estasi infinita. Io lo sto vivendo.
    Per questo motivo, capisco perfettamente lo stato d’animo di Malamore e gli sono vicino. Una breve pausa, un breve viaggio da solo con sè stesso forse gli sarebbe d’aiuto. Gli auguro che possa vedere dentro sè stesso in nome dell’amore, che arriva una sola volta nella vita, in nome dell’amore, solo per amore.
    Quell’amore che sta soffocando e che rischia di morire.
    Dovrà fare un passo importante, un passo importante nella speranza che la persona che verrà abbandonata possa rispettarne la scelta con maturità e lo lasci andare.

    Un ultimo appunto ai tuoi pensieri: quando si sceglie di stare con una persona le intenzioni sono tutte buone e oneste e la convinzione è altissima e non ci si immagina neanche nelle fantasie più ardite di poter scalfire questi pilastri su cui poggia la vita, fino a quando …
    fino a quando non ti capita di incontrare l’Amore con la A maiuscola, non cercato, che ti travolge completamente, e tutti i buoni propositi vanno tranquillamente a farsi friggere e, credimi, la ragione del cuore è troppo forte perchè si riesca a zittirla, è troppo forte!!

    Il mio motto ora è diventato. “mai dire mai”.

    Tante belle cose per te. Ciao!

    Susy

  23. Barbara dice:

    10 ago 2012 alle 07:58

    Cara Susy, non sono assolutamente d’accordo con te, mi dispiace! Concordo invece totalmente con quanto risponde lo Psicologo a Maldamore (leggiti la risposta).
    Io penso che la persona con cui stare viene scelta ma non perché nella nostra Città, Paese, Mondo o Universo che sia non ci sia nessun’altro che possa soddisfare quelle caratteristiche individuali che ci farebbero innamorare di Lui/Lei, che soddisferebbero i nostri Bisogni di Amare ed essere amati con Reciprocità… non esiste a mio avviso un’unica anima gemella anzi non esiste proprio l’Anima Gemella assolutamente complementare a noi. Invece esistono delle persone e dei momenti in cui ci si incontra e si decide di costruire qualcosa insieme perché l’latro ci piace, inizialmente c’è il fuoco della passione ad aiutare la scelta di stare insieme poi l’Amore cambia lentamente, si trasforma in un amore maturo in cui conoscendosi meglio si capisce che per Amare bisogna in parte ‘’scarificare” qualcosina di noi stessi per un Noi di coppia ben più importante. In quest’ottica si affronta la vita, che si spera lunga, con goia e unione anche di fronte alle difficoltà. Nel BENE e nel MALE! Io sono sposata ma anche se non lo fossi e fossi solo convivente penso che il ”modo” di volersi bene debba essere questo. Spesso invece succede che uno dei due, uomo o donna che sia, cominci ad essere disattento al Noi per qualsiasi ragione e vada a cercare fuori verso terze persone quel che gli manca. Vedi nessuno é perfetto e soddisfa al 100% le aspettative degli altri, ma quando ci si ama ci si passa sopra… Tu cosa vorresti che il tuo AMANTE, diventasse il tuo partner ufficiale e che venisse a vivere cion te e poi accetteresti che quando (fra qualche tempo) il tuo Lui per mille motivi (anche slegati da Te),esempio per incontri fortuiti, sai nella vita capitano, cominciasse a provare interesse per un’altra, anche solo amicizia inizalmente a confidarsi e TOH improvvisamente scocca l’Amore, unAmore nuovo,irrefrenabile, che coivolge tutti i sensi a chi non si può anche volendo resistere. A quel punto l’ALTRA ovviamente direbbe le tue medesime banalità scritte qui sopra…. COSA PENSERESTI? MI dispiace dirtelo ma sei un’ingenua se credi che il problema sia la moglie o il loro rapporto sbagliato…. il problema é il comportamento del tuo Amante e di Maldamore (ricordati il titolo dell’articolo”la mia DOPPIA vita fra moglie e amante, non una vita sola ma DUE, forse proprio ciò che desidera per sentirsi completamente appagato … la dolcezza della moglie..). Riflettici bene. Non fare agli altri ciò che non vorresti mai fosse fatto a te, ricordatelo! Pensa a Maldamore: vorresti uno che MENTE sia all’una che all’altra… no ovviamente perché alla moglie sì si può mentire (è costretto no?). L’amante invece(solo nel suo immaginario) é quella che conosce veramente il suo Lui per com’é ma NON L’ACCETTA perché altrimenti non si aspetterebbe l’esclusiva quando Lui non sa decidersi. In conclusione io penso che CHIUNQUE fidanzato, sposato o convivente quindi con un impegno d’amore con una persona dovrebbe sempre comportarsi in modo tale da fare il massimo xché le cose funzionino se invece non funzionano é inutile illudere l’altro per i propri comodi e quindi bisognerebbe essere persone serie perché se non lo si é in quella circostanza significa che di fondo si é fatti così … deboli e vigliacchi! Io sono una GUERRIERA: dolce, affettuosa e tenera ma combattente di fronte agli ostacoli della vita e mi dispiace deluderti ma per scelta sto da un’altra parte ho scelto di improntare la mia vita conservando la mia Identità (mantenendo stiam di me e coscienza del genere di eprsona che Voglio essere) quindi alla larga dagli uomini sposati e MAI tradirei il mio compagno piuttosto lo manderei a FAN…o in direttisima se non per qualsiasi ragione non volessi più stare con Lui. Non fare agli altri ciò che non vuoi sia fatto a te … meditate gente meditate… Se tutte le persone ovviamente la pensassero così non ci sarebbero più né CORNUTI né vigliacchi ma il mondo é bello perché e vario. Ed io quindi mi permetto di guardare il mondo e riconoscere dai comportamenti il genere di persona che ho davanti solo questo …. Tutta questa filippica per dire che i compoprtamenti dipendono dai VALORI che uno ha, non si può infatti dichiarare di credere in qualcosa e popi ncomportarsi ion modo diametralemnte opposto perché al Cuiore non si comanda, non regge! Ciao a tutti

  24. Susy dice:

    10 ago 2012 alle 10:52

    @ Barbara

    Ho una certa età e di cose ne ho viste, non conosco la tua ma presuppongo tu sia più giovane di me. Mi fa piacere che con tale fervore tu difenda le tue idee che possono essere condivise o meno, in base ai paraocchi che ognuno ha deciso di indossare.
    Non posso raccontarti nei dettagli la mia vicenda personale che sa un pò di fotoromanzo, in quanto è improntata come una storia d’amore d’altri tempi, tra due persone adulte, impegnate, e che hanno deciso di non toccarsi neanche con un dito fino a chè non verrà il momento inevitabile della decisione che è già presente dentro di noi. Ci amiamo da impazzire e sappiamo dentro i nostri cuori che siamo la metà della mela perduta. Purtroppo, nella società arida e cinica di oggi non si crede più a queste cose e chi le vive viene deriso. Personalmente a me non importa un fico secco delle persone povere di spirito, io sono felice di aver trovato la mia anima gemella, perchè l’anima gemella esiste, e per nulla al mondo cambierei questa vita mia che mi ha regalato un dono immenso che custodisco preziosissimo nel mio cuore. Può darsi che la vita non mi consentirà di coronare un sogno che inseguiamo in due, stiamo aspettando che maturino i tempi, e intanto siamo coscienti del male che facciamo a noi stessi e a chi ci vive accanto. La situazione lacera all’interno ancor di più perchè non è stata cercata. Quando arriva l’Amore con la A maiuscola, arriva e basta e, scusami, ma io preferisco morire con la consapevolezza di aver amato come nessuno mai e per questo mi ritengo fortunata.

    Le tue asserzioni e i tuoi esempi di parti inverse ( se il mio lui si innammorasse di un’altra ecc. ecc) sono un pochino discorsi fatti e rifatti, sentiti e risentiti fino alla paranoia e, alla luce della mia esperienza, se mi capitasse ciò, principalmente mi metterei in discussione e vorrei capire quali errori ho fatto perchè il mio uomo si è innamorato di un altra e solo in seguito capirei la situazione se mi rendo conto che è amore vero, capirei, perchè sò cosa si prova, e per amore verso di lui preferirei saperlo felice con un’altra che prigionero con me.
    Forse tu ti senti donna tutta d’un pezzo e ciò ti fa onore sotto un certo aspetto, ma ricordati che la vita ci riserva sempre tante e tali sorprese che non possiamo prevedere e che possono stravolgere completamente i nostri credo.
    “La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita” , permettimi questa citazione dal film Forrest Gump.
    Non Posso far altro che ripeterti di rimando il mio motto
    “mai dire mai”.
    Buone cose, ciao.

    Susy

  25. barbara dice:

    10 ago 2012 alle 11:56

    Io non conosco la tua storia é vero ma credimi esitono persone che fanno credere alle amanti di essere prigionieri ma in realtà non lo sono affatto! Invece SCELGONO di vivere così perché per loro rappresenta ”il male minore”.
    Io credo fermamente, ne sono proprio certa al 100%, che chi tradisce per anni e anni ha scelto di vivere così e basta. E’ vero esistono casi di donne che ricattano i mariti (il contrario é difficile ma può succedere) dal punto di vista partimoniale, affettivo, i figli ecc. per non farsi lasciare ma il più delle volte la persona che sopsetta il tradimento preferirebbe 1 miliardo di volte essere lasciata piuttosto che condividere il resto della vita con una persona che non la ama e che le mente da anni, te l’assicuro. Ma che prigionieri d’Egitto … sai dov’è la priginia? nel fatto invece che queste il più delle volte sono persone EGOISTE, molto egoiste e che vogliono tutto, ti faccio uin elenco: rispettabilità, non accettano il giudizio degli altri (figli in primis, genitori, amici), quindi non vogliono ”rischiare” di perdere la faccia e l’immagine costruita di persone oneste, non accettano di sopportare i sensi di colpa che arrivano (se hai un minimo di coscienza) nel vedere il DOLORE profondo del coniuge, hanno paura del rischio di mettere in discussione tutto ciò che hanno costruito e qui non ce la ”CATENA” del coniuge, c’è solo la vita! Fare delle scelte costa e spesso non vengono fatte e ciò dimostra il POCO VALORE di queste persone che a parole sono spesso incisive e eloquenti ma che alla resa dei conti valgono ZERO-. Vedi io ho dei figli piccoli ed il mondo che dovranno affrontare un pò mi spaventa, però da quando sono nati cerco di dargli gli strumenti di valutazione della vita che, spero, li aiuteranno ad essere delle belle e brave persone. Comportarsi da M…E é facile sopratutto quando si mantiene la bella facciata é più difficile avere le palle per mostrarsi per quel che si é. Ripeto non mi fa tristezza la fine di una amore, mi fa squallore invece vedere certi comportamenti. Se fossi libera e proprio per sfiga del Clielo, legata ed imbavagliata mi innamorassi di un Uomo sposato bé guarderei con molta attenzione come si comporta …. se sa già di non amare più sua moglie dopo un pò che la lasci (mesi non anni e anni), succeda quel che succeda. Poveretto cosa potrà mai capitargli, solo in casi di Stalking grave salta fuori lo psicopatico/a con il fucile in mano OPPURE rettifico scusa in effetti se da moglie scoprissi che mi tradisce da ben 8 anni gli taglierei gli attributi e li caccerei nel pattume, tu non faresti altrettanto? Perché vedi le cose non si sanno finché non sono dichiarate ed essere presi per i fondelli per così tanto tempo non può essere uno sbaglio é una tristezza. Da moglie riterrei comunque di essere stata molto fortunata … CAPPERI… liberata da una tale sottospecie di Uomo che dice bugie da quasi un decennio! Ma lasciamolo pure alla tontolona dell’Amante questo Gioiellino di Uomo …. chi ci crede più alle Favole! Ognuno vede solo ciò che vuole vedere ma la distinzione fra bene e male non ha sfumature é netta e sarebbe anche semplice da capire. Inoltre ricordati che la mia libertà finisce dove inizia quella dell’altro QUINDI ti auguro solo che i Vs. coniugi Vi scoprano e Vi rendano liberi. Anzi un consiglio, se posso permettermi: involontariamente cominciate a lasciare in giro qualche traccia: bigliettini di parcheggi, cellulari incustoditi, mail aperte qualcosa insomma così non sarà nessuno dei due a dover prendere la decisione ma qualcun’altro e vedrete che la decisone sarà presa, ECCOME, in men che non si dica. Auguri di cuore!

  26. barbara dice:

    10 ago 2012 alle 12:13

    scusa un ultimo sfogo …. e qui richiamo proprio una tua frase ”aspettate che le cose maturino” .. eh NO!!!! sta proprio qui il succo della faccenda, solo qui. Ti spiego meglio: i traditori sono spesso MANIPOLATORI del coniuge, a volte addirittura si augurano di essere lasciati così il povertto di turno si prende anche la responsabilità della scelta. La manipolazione sta nel fatto che si é disposti ad aspettare che gli eventi ci diventino FAVOREVOLI, perché si vuole ovviamnente cadere i piede. A chi piace soffrire e farsi male? Un esmepio: anche non sopportare il dolore del coniuge é ASSURDO, perché invece fa parte della responsabilità della scelta o no? Troppo comodo aspettare che i tempi maturino, troppo …. é ingiusto nei confronti di chi sta dall’altra parte. Se mio marito mi tradisse, bé che me lo dica e che vada se é questo ciò che vuole. Io non potri mai stare con la mia metà solo per i figli e per perbenismo o per affetto perché se alla fine scelgo questa strada alora mi dovrei impegnare al 100% per far funzionare nuovamente il matrimonio. Tradire significa fare le cose di nascosto dio conseguenza essere nel torto. Nessuna giustificazione per favore, non esiste!

  27. Susy dice:

    10 ago 2012 alle 14:35

    Cara Barbara, Tu non hai la più pallida idea dello strazio che queste situazioni comportino, e mi riferisco alle situazioni serie, dove dopo anni ci si accorge che è vero amore e non una infatuazione. Non puoi prendere decisioni che rivoluzioneranno completamente la tua vita e quella dei tuoi figli dopo dei mesi!!! Devi fare un percorso interiore che personalmente non ho ancora completato, aspettare che i figli siano abbastanza maturi perchè accettino che i genitori si separeranno e dire alla persona che da 25 anni ti è accanto che ha finito il suo cammino con te pur sussistendo un affetto profondo. E lo stesso percorso dovrà farlo l’uomo che amo.
    Non sono mica bazzecole!!
    Ci sono in ballo equilibri di persone che abbiamo amato e quelli dei nostri figli e non si può cancellarli nel giro di pochi mesi. Può darsi che il grande Amore della mia vita non mi vedrà mai accanto a lui, ho messo in conto anche questo, ma niente mi può impedire di amarlo nella maniera che per ora mi è concesso fare. I sensi di colpa non fanno più parte di me perchè sto amando in silenzio assoluto un uomo che è entrato nella mia vita troppo tardi e per questo motivo, finchè potrò, rispetterò la promessa fatta a mio marito finchè non verrà il giorno in cui mi libererò e in piena libertà, alla luce del sole potrò amare quest’uomo che mi ha guardato dentro l’anima come nessuno. Perchè l’amore che provo per quest’uomo non merita i sotterfugi e le bugie e per questo motivo abbiamo rinunciato fin da subito di impoverire il nostro sentimento comportandoci da squallidi amanti, anche se la tentazione era fortissima, perchè lui non è il mio amante ed io non sono la sua amante.
    Io non tradisco mio marito, non faccio nulla di nascosto, semplicemente ho incontrato una persona che ho conosciuto in amicizia e piano piano ci siamo guardati dentro scoprendo un universo inimmaginato, e se all’inizio io non accettavo l’idea di essermi innamorata (la rifiutavo categoricamente perchè legata a quei valori che tu decanti con passione)ho dovuto gettare le armi e Dio solo sa che sbaglio avrei fatto nel ricacciare indietro quello che il destino mi offriva. Lui invece ha capito subito che era grande amore. La nostra storia sarebbe da romanzo ed è proprio vero che a volte la realtà supera la fantasia. Noi ci limitiamo a guardarci e desiderarci da lontano, soffrendo,parlando tantissimo, e assaporando questo delicato sentimento che è sbocciato prepotente. Abbiamo raggiunto con sofferenza questo equilibrio e per il momento questo ci basta, e ringraziamo il cielo che ci ha fatti incontrare , anche se tardi, perchè abbiamo capito che la nostra metà del cielo esiste ed è negli occhi dell’altro. Solo il fatto di sapere che esiste mi riempie l’anima!
    Sono d’accordo con te su quelle situazioni ambigue che fanno comodo e non piacciono neanche a me, ma dietro ogni storia c’è sempre una storia a sè e non si può generalizzare a priori.
    Nel caso specifico di Maldamore, riallacciandomi al tema principale, lui ha bisogno di fare ordine dentro di sè e ascoltare quello che gli detta il cuore, sapendo bene che dovrà rinunciare a qualcosa che però potrebbe recuperare nel tempo. Maldamore è solo confuso perchè non stacca mai dalle situazioni che è andato creandosi con le proprie mani in maniera immatura.

    Gradevolmente intrattenuta con te, ti auguro un buon ferragosto. Continua a dettare i tuoi valori ai tuoi figli, che sono in assoluto la cosa più preziosa di questo mondo.

    Con stima.

    Ciao da Susy

  28. Barby dice:

    14 ago 2012 alle 07:44

    Ti faccio guardare la cosa da un altra prospettiva.

    La promessa fatta a tuo marito l’hai già ampiamente e completamente infranta. Tradire non significa solo tradire fisicamente, concedersi ad un’altro/a ma tradire il patto d’amore. La comunione con il coniuge è spirituale, complicità, confidenza, intimità se queste cose sono concesse ad altri allora si é tradito. Si tradisce la fiducia, l’aspettativa dell’esclusività. Il marito o la moglie per il coniuge non sono uguali a tutte le altre persone ma per l’altra metà della coppia rappresentano qualcosa in più a cui donare sé stessi. Il sesso ovviamente fa parte dell’Amore ma non é l’Amore quindi la sua rinuncia non ti decolpevolizza anzi. Spesso si sente affermare, con ragione,che si preferirebbe essere traditi fisicamente piuttosto che con i sentimenti. Cosa credi che tuo marito non si sia accorto che sei cambiata, che non sei più tutta sua…se ti ama se n’è accorto eccome ma non saprà che fare perché quando si è traditi si in una posizione di netto svantaggio. Comq.. non voglio dilungarmi su questo. Vedi la famiglia non é solo TUA, ma anche sua, i figli sono anche suoi e mi sembra tremendamente ingiusto e sbagliato che solo una persona decida per tutti. Se tu hai fatto le tue scelte portale avanti ma non avere la presunzione di ATTUTIRE il colpo agli altri. Non sarà mai così. Sappi comunque che la cosa che più farà male a tutti sarà lo scoprire che tu é da anni che vivi questa situazione,mentendo a tutti su chi sei e cosa vuoi veramente. La cosa che fa più male e che uccide dentro non è la fine di qualcosa, quello forse lo si può superare. Ciò che uccide veramente é scoprire di essere stati ingannati.Da figlia, che ha subito per anni la menzogna per essere ”protetta’ dai genitori ti assicuro che avrei preferito mille volte sapere la verità. La verità la si può raccontare a tutti perfino ai bambini con i modi appropriati. Ma la menzogna no, non se la merita nessuno sopratutto le persone che dici di aver amato e per la quale nutri un profondo affetto. Tuo marito non potrà mai giustificare e perdonare la falsità di sentimenti reiterata per anni. Inoltre il male che gli fai consioste nel fatto che Lui si sentirà INDEGNO di rispetto e questa ferita é molto difficile da rimarginare. Se tu ami un altro allora LIBERA tuo marito permettergli di rifarsi una vita con un’altra donna ora che é ancora giovane. Perché rubargli ancora altro tempo? Credi di fare il suo bene e che Lui stia bene in questa situazione? E’ solo tuo egoismo e la paura delle conseguenze che comunque dovrai pagare.
    Buon ferragosto anche a te.
    Barby

  29. Barby dice:

    14 ago 2012 alle 09:48

    @Susy
    I figli sono educati alla vita e ai sentimenti non solo dalle parole ma dai comportamenti che devono essere coerenti con le prime. Se in una casa non c’è Amore fra i genitori ma solo affetto quello sarà il modello di amore fra persone adulte a cui i tuoi figli si ispireranno da grandi. Gli resterà dentro, sempre e cmq in maniera inconscia e a discapito della loro volontà. E’ questo ciò che vuoi e che ti auguri per loro?

    Credo d’altronde che nessuno si augurerebbe mai che i propri figli debbano subire, vivere e soffrire la separazione dei genitori ma d’altra parte se non riesci più ad amare il loro padre, il patto del Matrimonio è già spezzato. La famiglia è retta dall’Amore dei genitori e si può continuare a fare i genitori anche se separati. Certamente tutto cambierà, sarà diverso, spezzato ma questo é il prezzo da pagare e i tuoi figli lo stanno già pagando credimi perché il non-amore si sente!
    Ti faccio una domanda diretta: ma se tuo marito i chiedesse chiaramente se lo ami ancora oppure cosa provi per Lui e se c’è qualcun altro nella tua vita tu saresti sincera o continueresti ad ingannarlo?
    Ciao

  30. MimmoLimmo dice:

    14 ago 2012 alle 12:45

    @Maldamore
    Hai detto che volevi un consiglio? Secondo me la psicologa te lo ha dato. Cerchi in due persone qualcosa che pare una delle due da sola non ti da’. Quello che non ha detto la psicologa e’ che se lasci l’amante sicuramente ti manchera’ qualcosa e se lasci tua moglie non sai bene dove andrai a parare perche’ l’evento inevitabilmente modificherà anche il rapporto con l’altra. Magari facendo si che l’amante possa darti tutto quello che cerchi o magari no. Tu dovresti averne un’idea visto che hai una relazione extra da ben 8 anni. Ormai la conosci l’altra… Probabilmente sai gia’ la risposta e magari il tuo problema e’ che sai gia’ che anche con l’altra da solo ti mancherebbe qualcosa. E allora? Come dice la psicologa devi accettare la situazione e rinunciare a qualcosa.
    Il mio consiglio di pancia: se hai abbastanza soldi vai con l’amante. Puo’ sempre andarti bene e comunque ti da un bel tocco di vita. Ti occuperai di non far mancare nulla a tua moglie (economicamente) e sicuramente lei potra’ rifarsi una vita ed essere felice come oggi non e’. Se non provi non lo saprai mai e per esperienza personale molteplice so esattamente il problema in cui ti trovi….. Devi uscirne
    @ Barby & Susy, ma specialmente Barby,
    lo so che il sito si chiama pianeta donna ma una volta tanto lasciate che ste cose vengano gestite dagli uomini principalmente. Il contributo femminile specialmente se gentile e raffinato (Susy) e’ molto apprezzato ma alle volte sembra non comprendere la situazione (Barby). Maldamore ha chiesto un consiglio non ha chiesto un giudizio etico morale su se e’ giusto o meno quello che ha fatto e che sta facendo. Quindi chi intende spiegarci cosa e’ giusto o e’ sbagliato e’ fuori tema. Come se uno ti dice ho tirato un calcio al cane mi sai indicare un buon veterinario per riparare al mio errore e tu gli rispondi facendogli la predica su come e’ cattivo con i nostri amici a quattro zampe. Tipica reazione femminile direi.
    In ogni caso a Barby vorrei rispondere nel merito visto che le donne cosi’ agguerrite mi danno tendenzialmente ai nervi. Anzitutto non siamo in disaccordo su tutto e’ vero che uno deve fare delle scelte deve avere dei valori e deve rispettare i propri commitments. Tuttavia accade che ci si sbagli, accade che non si abbiano le idee chiare, accade anche che al di la di ogni ipocrisia uno o una arrivi a scoprire che un partner solo non e’ abbastanza e che se parlasse perderebbe tutto specialmente se sua moglie e’ una tanto chiusa di testa come Barby (scusa). Per cui si va in stallo e si spera che gli eventi cambino…. Errorone gigantesco perche’ fai del male a te stesso e agli altri. Io conosco gente che vive con due donne dopo aver vissuto vicende di tradimenti infinite ed alla fine ha capito che solo cosi’ e’ felice ed e’ stato fortunato. SI badi non e’ una cosa alla mussulmana, magari l’individuo e’ totalmente succube delle due ma e’ felice così ed hanno anche figli. Ovvio non e’ da tutti. Altre volte invece no lo scenario e’ quello che descriveva Susy: il vero amore. Dobbiamo capire le pulsioni naturali delle persone uomini o donne che siano e al limite assecondare il flusso piuttosto che andare controcorrente, non funziona altrimenti. Chi sa’ come mai nei blog e’ pieno di storie identiche. Forse c’e’ una tendenza fisiologica-naturale che da questi risvolti? Se mia moglie mi tradisse preferirei non saperlo, sperando che lo fa solo per “gioco”. Se il gioco si fa serio te ne accorgi e devi anche tu fare qualcosa che rimescoli le carte. Io ho fatto molti errori e spesso mi sono comportato da codardo in queste situazioni ma sono umano e credo di poter trovare molte situazioni in cui nessuno di voi e’ Indiana Jones inclusa te Barby donna che non deve chiedere mai.

  31. Barby dice:

    14 ago 2012 alle 14:22

    Guarda caro che ti sbalgi e di grosso. Ora sei tu a giudicare. io sono una persona molto dolce e che ama molto, forse troppo e per questo, sebbene continuerà a farlo, spesso riceve degli sberloni che non te li consiglio. Non sono ottusa sai il mio problema é che sono un’idealista e pergiunta moolto romantica e questo é veramente un MIX distruttivo! Credo nell’Amore, sincero, puro e che ti fa scintillare gli occhi tutta la giornata. Cio’ che non sopporto proprio, e se per questo sono criticabile e viene fuori il mio lato Guerriero che tanto può dare ai nervi a certi uomini, é il fatto che nessuno si deve permettere di manipolare gli altri e poi farsi paladino della LIBERTA’. Ti spiego meglio il concetto: per paura di perdere qualcosa non si può pretendere di manipolare gli altri mentendo.. sui asentimenti in primis! E’ vero se un marito o una moglie dice all’altro che non lo ama più cosa ci si può aspettare nella maggior parte dei casi: a) il non amato cercherà di far cambiare idea al coniuge b) i due continueranno a vivere insieme per inerzia, i figli, per questioni economiche c.) ma nel 99% dei casi i due prestissimo sui lasceranno. Allora se una persona tradisce reiteratamente il coniuge, probabilmente non lo ama o almeno non abbastanza da essergli FEDELE. Se fra due persone consenziente si é deciso di stare insieme in esclusiva quando uno dei due rompe questo patto perché l’altro non deve saperlo… é un suo diritto oppure no? Nella nostra Società non ci si mette mai nei panni dell’altro e anche quando lo si fa mal che vada si comnvive con dei sensi di colpa senza risolvere la situazione in maniera chiara. Bene allora chiamami OTTUSA ma non riesco ad accettare la falsità. Ti assicuro chge se ami tua moglie e lei ti tradisse e mettiamo l’ipotesi come nel caso di Susy, per qualsasi motivo che Lei riterrebbe in quel momento giustificato NEGHEREBBE sai cosa succeda al tradito che comincia a sospettare perché anxche se non li cerca capitano sempre strane coincidenze o eventi che rivelano il tradimento. Ma aihmé non lo rivelano quasi mai completamente quindi il tradito che ama, sta malissimo, non sa cosa fare perché non ha le prove, si sent ein gabbia, non sa più chi é o cosé preferirebbe essere MORTO perché così non riesce più a vivere ma non riesce neppure a decidere avendo sempre il dubbio di prendere un’abbaglio … forse mia moglie/mio marito mi ama, a modo suo, mis to sbagliando. E su questi presupposti si va avanti senza riuscire a sapere cosa fare. Ti sembra giusto ridurre così una persona oppure é colpa sua se non riesce a tirarsene fuori PERCHE’ AMA e non gli é dato sapere cosa sta succedendo?

  32. Barby dice:

    14 ago 2012 alle 14:40

    guarda su un blog non l’ho mai fatto ma ora lo faccio: ho due figli piccoli, amo mio marito tantissimo però é da tempo che sto male, malissimo! Lui é ”leggermente” diverso, l’ho sentito distante, andare e venire, ammutolito alle mie richieste di spiegazioni. Mai chiaro. Ama un’altra? non lo so? ama me? non lo capisco… ho tremila dubbi, vedo coincidenze strane ma non ho prove schiaccianti per ountargli il dito contro e” accusarlo di avere un’amante ” come sono cera penseresti che sarei capace di fare. Semplicemente io lo lascio LIBERO, libero di andare dove vuole, con chi vuole anche se io ne soffrirei tantissimo ma non voglio essere presa in giro. Temo che Lui possa avere qualcosa di nascosto ma non mi si rivela. Nel frattempo vuoi sapere come sto: vorrei morire tutti i giorni nonostante i bambini che adoro. Putroppo ”ero” io quella bella, simpatioa, intelligente ero perché adesso mi sento pari a ZERO. Cosa dovrei fare lasciarlo? su quali basi? Lui non dice nulla, io non so nulla di quel che succede. Come faccio a prendermi questa responsabilità sulle basi di … un Maldamore! Io vorrei essere ricambiata in amore con gesti, parole … non ne vedo. Mi sono messa perfino a contarle fa té. Lui però se costretto dice che mi ama. E’ sempre dura ma quando hai famiglia é ancor peggio se c’è inganno e falsità credimi. Scusa lo sfogo.

  33. MimmoLimmo dice:

    14 ago 2012 alle 14:44

    Barby carissima,
    sono sicuro che con un nomignolo cosi’ sei dolce e simpatica:)
    In ogni caso sono sempre d’accordo con te sul fatto che e’ giusto stare ai patti e non far soffrire nessuno, specialmente il proprio partner, tuttavia il problema qui e’ come venirne fuori limitando i danni. Non e’ questo il caso ma immagina che dall’oggi al domani come fulmine a ciel sereno tuo marito ti dice ho un’altra. Bene saperlo ma sicuramente la guerriera che e’ in te fa un bel casotto. Secondo me i bei casotti non portano mai nulla di buono un po come le guerre vere o metaforiche che siano. In guerra alla fine tutti piangono i loro morti e non vince mai nessuno.
    Nel nostro caso sono convinto che avere una relazione extraconiugale da 8 anni implica che il nostro voleva stare in quella situazione. E’ chiaro che non e’ bello ma e’ chiaro anche che se una donna mi tradisce da 8 anni me ne accorgo sicuro e se non lo faccio questo gia’ e’ un sintomo di una patologia strisciante nel nostro rapporto. Me ne accorgo perche’ di tanto in tanto se proprio ne sento il bisogno faccio i miei controlli ed oggi ci sono i mezzi tecnologici per non avere assolutamente privacy. In somma se sospetto qualcosa ne parlo chiarisco e chiedo trasparenza. Mi e’ accaduto e mi hanno dato del geloso, purtroppo avevo ragione pero’. Ne ho sofferto ma va bene cosi’ non volevo vivere nel dubbio in quel caso. In altri casi ero meno 007.
    E’ evidente anche a Maldamore che non si sta comportando proprio molto correttamente, ma il problema qui e’ che fare sia per uscire da sta situazione sia per evitare di rientrarci. Non e’ solo una questione di forza d’animo bisogna anche capire cosa ci porta a buttarci in certe situazioni, nella maniera piu’ aperta possibile. Ad esempio c’e’ gente che si eccita dalla situazione nascosta, la situazione di emergenza, instabile e come tale passionale. In un caso del genere c’e’ poco da fare se non tradiscono sono infelici comunque. Sono praticamente geneticamente predisposti al tradimento. E allora che fai? Eutanasia?

  34. Barby dice:

    14 ago 2012 alle 15:14

    Semplicemnte non ti sposi oppure scegli una persona della tua stessa pasta! Non si sa amare perché non ci viene insegnato, né a parole né nei comportamenti. Mi riferisco alle famiglie d’origine che sono sempre più sfasciate ed esempi sbagliati per le generazioni future. Io ho avuto un esempio di amore reciproco così alto che mi farà soffrire molto nella vita. Dovrò tornare ad amare me stessa più degli altri come facevo quando ero ragazza ma anche allora non era nella mia indole anche se non lo sapevo ancora. Il mio Cuore é molto puro, troppo e mi sta uccidendo. Visto che però vorrei sopravvivere, almeno per i bambini alla fine ce la farò.. non so anocra come però. Spero solo che nel frattempo non mi venga qualche brutta malattia perché la sofferenza interiore é tale da poter portare a questo. Maldamore non sa amare né sua moglie né la sua amante …. mi fa tenerezza anche se non lo giustifico. Non sa agire, non sa anlizzare le situazioni: io se fossi in Lui parlerei chiaramente sia con la moglie che con l’amante dicendo ad entrambe cosa provo e poi sono certa che la decisione giusta verrà da sé.

  35. MimmoLimmo dice:

    14 ago 2012 alle 16:19

    Mi sembra che siamo piu’ o meno d’accordo e credo che Maldamore abbia abbastanza carne al fuoco ora:)
    Se alle volte soffri Barby non dare tutta la colpa a chi consapevolmente o meno ti ha fatto soffrire. Siamo tutti in un modo o nell’altro sulla stessa barca. E siamo tutti deboli e impauriti. Certo c’e’ gente che nel corso della vita si e’ “imbruttita” ma che gli e’ successo? Se ami come dici se ti hanno insegnato tanto bene, fortuna tua prendi questa cosa come un dono non come una catena, sei fortunata. Amare veramente significa dare spassionatamente. Non lo dico io lo dice un grande psicologo come Erich Fromm nel suo libro Avere o Essere, te lo consiglio.
    Grazie Barby e Maldamore
    In bocca al lupo

  36. vic20 dice:

    14 ago 2012 alle 19:12

    E‘ facile giudicare se non ti sei mai trovato in certe situazioni. Il raziocinio non é onnipotente…errare é umano.

  37. Ely dice:

    16 ago 2012 alle 14:12

    @vic20
    Credo invece che la maggior parte, anzi quasi tutti, di coloro che scrivono e leggono qui lo fanno solo perché si sono invece trovati in certe situazioni.
    Ti assicuro che se una persona vive sulla sua pelle il Dolore e questo dura a lungo, se é una persona sensibile e non superficiale (gli idioti stanno in tutti i ruoli),in tutto il tempo che trascorre si interroga in primis su cosa ha sbagliato, se ripeterebbe gli stessi errori oggi, poi prova persino a mettersi nei panni degli altri (se più di uno sono) attori della vicenda che gli stanno facendo del male e si chiede come si comporterebbe al loro posto, talvolta cerca persino di capire le motivazioni altrui(se ci sono e sono giustificabili). Personalmente non potrei mai vivere una doppia vita: per rispetto di me stessa, per i miei figli, per la persona che ho accanto ma principalmente perché è SBAGLIATO quindi se c’è qualcosa che non va nella mia vita cerco di risolvere lì il problema non me ne faccio una seconda.

  38. Barby dice:

    17 ago 2012 alle 08:47

    @MimmoLimmo
    Mi sembri una bella persona percui non dimenticarti mai chi sei ed in cosa credi e vivi di conseguenza. Ritrovare se stessi fa stare bene al mondo e con gli altri e quindi ti auguro che la tua vita da oggi lasci da parte per sempre codardia e quant’altro la sminuisca perché così ogni divertimento, sorriso ed attimo di felicità sarà ancora più intenso. Io mi sento molto meglio perché HO FINALMENTE DECISO di ritirare fuori ME, senza paura di essere giudicata. Ero terrorizzata di non piacere più al mio compagno, che preferisse un’altra a me, che a Lui non interessasse più il Noi …. ora semplicemente non me lo chiedo più. Non mi sono arresa, credo ancora che sia indispensabile la reciprocità in amore ma ho riscoperto quanto valgo (poco o molto pensino gli altri) e chi sono. Anche se spero che Lui mi ami per sempre ed intensamente ricambiando il mio Amore, se non lo vorrà o potrà fare non posso né costringerlo né tenermi legata (nota io legata non Lui) a chi non mi vuole o desidera abbastanza. Sono ancora giovane & bella (WOW!), e mi sta ritornando persino l’allegria e la spensieratezza. Una bomba :) !!!
    Sono certa che riuscirò a vivere ”vedendo” e valorizzando il meglio. Le difficoltà non spariranno ma saranno affrontate diversamente. Ciao!

  39. Barby dice:

    17 ago 2012 alle 09:15

    @MimmoLimmo
    ah un’altra cosa … per come ragioni potresti essere mio Marito, chissà magari lo sei ;) ! Barby

  40. Susy dice:

    25 ago 2012 alle 00:15

    Cara Barby,
    rispondo alla tua domanda diretta con sincerità: innanzitutto gli uomini non fanno certe domande, solo le donne le fanno. Ma se succedesse gli risponderei con un tranquillizzante sì, perchè non è ancora giunto il momento per me e per il mio uomo di scoprire le carte, cosa che faremo all’unisono, insieme.
    Dolce Barby,
    siamo esseri imperfetti e come tali ci comportiamo. Ognuno agisce in base alle proprie esperienze personali e tra lo scrivere e il fare c’è di mezzo il cuore con i suoi annessi e connessi. Il mio cuore non lo dimentico mai e se la vita riserva sempre delle sorprese, volenti o dolenti, sta in noi gestirle nella maniera che più riteniamo consona al nostro modo di essere, al nostro modo di accoglierle, al nostro modo di vivere e al nostro modo di rapportarci con gli altri, con tutte le varianti di ogni singola personalità. Spesso sbagliando, forse!? Ma chi ci dice cosa è sbagliato per noi e cosa non lo è? Chi?

    Un saluto

    Susy

  41. Barby dice:

    28 ago 2012 alle 22:23

    Cara Susy,
    nonostante apprezzi il tuo modo di porti che ti fa risultare una donna dai modi gentili e con una certa profondità d’animo purtroppo ugualmente non riesco proprio a giustificare (nel senso di trovare una ragione che dia un senso giusto) alle scelte che stai facendo. Non di rado incontro persone come te, anche fra i miei cari, che hanno deciso di perseguire un certo comportamento (per motivazioni anche diverse) e vanno avanti con le loro scelte comunque senza fermarsi e fare un passo indietro pur sapendo che in fondo sono dettate solo da pesonale egoismo. Non riesco a cambiare idea, non ce la faccio proprio: io non mi sento Vittima e nessuno lo deve essere mai ma mi trovo sempre e cmq dalla parte di chi é costretto a vivere il ”ruolo” di vittima. Colui o colei che é ingannato diventa vittima e la situazione si aggrava quando chi perpetua l’inganno é vicino a noi nella vita quotidiana. Credi che tuo marito non sia interessato a proteggere i Vostri figli? Credi che preferirebbe un ”tranquillizzante” SI ad una più dura ma VERA realtà? Se convinta che Lui non è già più l’uomo della tua vita (tu chiami l’altro il mio uomo) perché non parlagliene subito? Io non conosco tuo marito ma se per te é stato un buon comopagno di vita non si merita che tu arbitrariamente aspetti il TUO momento giusto (ripeto il TUO) per dirgli cosa ti è successo. Se l’avevi scelto, sposato e ci hai fatto dei figli significa che in passato per te ERA una persona importante e degna del tuo amore e della tua fiducia. Oggi cos’è non lo é più? non si merita forse di sapere chi è la donna con cui sta condividendo la vita?
    Forse molte persone che conosco preferiscono vivere ignari delle tante verità della Vita perché é dura affrontare gli ostacoli. Personalmente ritengo che sia meglio vivere una vita VERA piuttosto che un sogno che non esiste. FOrse non tutti la pensano come me e preferiscono non vedere infranto il loro sogno di felicità ma purtroppo prima o poi lo sarà e allora sarà ancora pi dura raccogliere i cocci. Io la vedo dall’altra parte quindi credo che tu continuerai il tuo cammino imperterrita. Da questo punto di vista lo so non sono un essere sociale, non seguo il comune sentire, sono spietata ma ritengo che se una cosa é reale lo é e basta e fingere altro non serve. Il temporeggiare il momento giusto lo vedo come RUBARE attimi importanti di vita felice e serena a chi ci sta a fianco. Non si può decidere per gli altri e mentendo sui sentimenti che si provano si ILLUDE, si tradisce la fiducia….questo è il vero tradimento non quello carnale!

  42. roby dice:

    29 ago 2012 alle 05:52

    buon giorno a tutti.
    Spesso cio che leggo potrebbe essere anche una valida alternativa a tutto ciò che non fare o fare.
    Ma spesso nella vita scelte obbligate ci pongono delle vere e proprie barriere.
    Mi trovo davanti un muto invalicabile che spesso mi porta a non sentire più la fiducia della mia donna, a non sentire più il suo amore.
    Vero è che tanti problemi lei ha avuto in passato con il suo ex e ancora piange delle ferite lasciate aperte come voragini: i figli non visti da molto tempo e dei momenti tristi e bui.
    Spesso mi racchiudo in un silenzio duro per me, la vedo anche felice davanti ad un sito di …….qua e la.
    Spesso mi comunica la voglia di uscire per fuggire di casa ma mi vede come un nemico.
    Cerco di non impedirle nulla e quando mi chiede un abbraccio ed una carezza sono pronto a vivere tutte le esperienze possibili.
    Sono anche disoccupato ma ho trovato un lavoro fuori dai confini e non rinuncio perchè a lei ci tengo più della mia stessa vita.
    La vedo frustata a sangue e cerco di avvicinare il suo io più interno.
    Cerco di sorridere malgrado il dolore che mi assilla.
    Certe volte non so cosa fare……………….
    Chissa se può esserci una risposta a tutto questo……………..
    Grazie a chi legge…….non penso di essere l’unico nella mia condizione ma certe volte mi chiedo il perchè quando tutto va bene tutto è normale e quando qualcosa va storto……..sembra che l’ingranaggio l’ho spezzato io.
    Magari……………un suggerimento su come riportare la nave verso la giusta rotta?.Grazie di cuore

  43. Susy dice:

    29 ago 2012 alle 08:28

    Gentilissima Barby,
    lungi da me convincerti che il mio modo di agire per te sia giusto. Il mio modo di agire è dettato dal fatto che mio marito vive per me, che morirebbe al solo pensiero di avermi persa, non so proprio come reagirebbe alla ferale notizia, non lo so proprio. E’una situazione delicatissima e il comportamento che adotto che tu giudichi egoista è forse propriamente il contrario . Preferisco far soffrire l’uomo della mia vita, che ho incontrato dopo mio marito, e soffrire io con tutte le conseguenze del caso, piuttosto che infrangere i progetti dell’uomo che ho sposato e ucciderlo interiormente. Ora non è ancora il momento. La mia situazione non è facile, mi è capitato tra capo e collo di innamorarmi mentre ero convinta fermamente di amare il mio consorte e ti assicuro che all’inizio è un casino totale, non sai più chi sei, perchè la ragione ti indica una strada e le emozioni ti indicano la strada apposta. Ho sempre seguito la ragione fino a chè ho deciso di non nascondermi più da me stessa e, egoisticamente, come sostieni tu, ho cominciato ad ascoltarmi. E’ stato un percorso di anni, non di giorni, lento e consapevole. Lo so che mio marito preferirebbe la verità, una volta abbiamo parlato di questi discorsi: lui sosteneva che non sopporterebbe essere preso in giro, ma poi mi ha anche detto che cercherebbe di ricucire là dove avrebbe sbagliato e mi ha detto ancora che forse non saprebbe neanche come reagirebbe perchè potrebbe fare una pazzia per me. Insomma, come vedi il discorso che dovrò affrontare con lui in futuro sarà alquanto complicato e per questo motivo lo affronterò insieme al mio uomo, non da sola. Il mio uomo, invece ha una situazione più “facile” per così dire, ma più sofferente per un certo verso, perchè ha una situazione sentimentale che si trascina per forza di inerzia e con sua moglie non è la prima volta che parlano di separazione in quanto hanno caratteri incompatibili. Ma anche loro stanno insieme per i figli, cercando di portarli ad un grado di crescita tale da consentirgli di accettare il cambio della situazione familiare. Fanno buon viso a cattivo gioco, chi per interessi materiali, chi per quieto vivere e stanchezza.
    Pertanto, come vedi, chi più chi meno, siamo tutti degli egoisti secondo il tuo metro di misura.
    Può essere che io e il mio uomo non potremo mai stare insieme perchè i fatti della vita ce lo impediranno, oppure riusciremo ad unirci solo quando saremo degli arzilli vecchietti. Vivere accanto al mio amore anche gli ultimi anni della mia vita mi sta bene, ci ripagheranno dell’attesa, sì! Io lo aspetto perchè il mio cuore sa che è il mio Lui, il Lui di una vita. E lui sta aspettando me con una dedizione rara in un uomo, è un vero e proprio sacrifico per lui vedermi e non potermi amare come vorrebbe, credimi è straziante. Attendere che il destino imbastisca le situazioni giuste per coronare il nostro amore e dandogli una mano là dove possibile, non è vigliaccheria ma affrontare la realtà per quella che è, che non è incentrata solo su noi stessi ma anche sulle persone che ci vivono intorno.

    Alle fine di tutti i bei discorsi che possiamo fare, la verità è che è tremendamente difficile esser veri. Tu pensi di esserlo?

    Mi permetto solo di darti un consiglio: non essere così rigida nelle tue posizioni, la vita è fatta di sfumature e di sbavature, l’animo umano è composto da queste varianti e per questo motivo è un universo tutto da scoprire e da accettare con benevolenza pur cercando quella perfezione che tanto aneliamo e che forse è solo un’illusione. Non smettere mai di farti domande e mettiti sempre in discussione. Accettare le proprie debolezze è il primo passo, poi ne seguiranno altri.

    Ti auguro di trovare gli strumenti adatti per il tuo percorso di vita che ti guiderà verso la tua luce, quella luce che ora tieni nascosta.

    Ciao

    Susy

  44. BARBY dice:

    29 ago 2012 alle 14:48

    Sospettavo Le tue motivazioni ma allora ti devo dire che forse e dico forse SOTTOVALUTI il tuo consorte. Se e’ una persona intelligente e sensibile si è già accorta che qualcosa è cambiato in te ne parla perché spera che la situazione cambi oppure semplicemente perché è un Uomo e come hai sostenuto tu gli uomini non intavolano certi discorsi. Io potrei essere tuo marito per come l’hai descritto ma ti giuro sulla mia vita che ho dentro di me la forza per andare avanti e per affrontare la situazione. Lui idem credimi … ma tu invece sei pronta a non vederlo mai più? Nel senso a lasciarlo andare, rinunciando alla Vostra vita?
    Non é che sia questo il vero problema?
    Saresti veramente felice se si rifacesse una vita senza di te, vivendo per un’altra e non più per te? Offrendo ad un’altra la sua gentilezza, affettuosità e passione?
    Lascialo libero Susy se lo merita.
    Non farlo per coronare il tuo sogno d’Amore fallo solo per Lui, veramente. IO gli direi tu ti meriti una donn a che ti ami davvero di un amore immenso per la persona splendida che sei purtroppo io oggi no provo più questo per te ma solo affetto. All’inizio si sentirà morire poi forse col tempo, con l’affetto dei figli e con la Vita che andrà avanti capirà che la vita é cambiamento e o si cambia insieme volendolo profondamente oppure ci si perde. Voi vi siete persi …. se l’avessi amato profondamente credimi neppur avesti visto o dato spazio all’altro. Io sono una bella donna, potrei avere il mondo dietro ma non do’ spazio agli altri uomini perché seppur mio marito non è perfetto ho imparato ad amare i suoi difetti,ad apprezzare ciò che ho .. io sono la mia vita e Noi camminiamo insieme… solo questo. Mio marito non mi legge nell’anima, però ora io lo faccio e godo della magnificenza del mio Cuore e riesco a dare tantissimo.
    Nei momenti di sintonia profonda con Lui però capisco l’essenza delle mie scelte che non rinnego e mai lo farò.
    Cara fidati di tuo marito, ce la può fare a superare la separazione da te … è troppo tempo che vivete questa non vita e non è giusto per nessuno.
    AUGURI DI CUORE! Barby

  45. Susy dice:

    29 ago 2012 alle 15:58

    ahahahahahahah.
    ma dove vivi Barby?
    Scusa se sorrido, ma mi pare che tu faccia voli di fantasia..
    I discorsi intavolati con mio marito di cui ti ho parlato, in verità li ho introdotti io e non lui, proprio per saggiare il terreno… e ho capito che nella testa di un uomo non si sa mai cosa gli può frullare se viene lasciato dalla sua donna e pertanto non sono discorsi da affrontare come dici tu, semplicemente e senza complicazioni. Le varianti psicologiche sono talmente infinite che la situazione non si risolve così in quattro e quattrotto come immagini tu. L’uomo è ben diverso dalla donna e il senso di possesso è molto più marcato in loro che in noi.
    Ma, terrò presente per il futuro i tuoi suggerimenti.

    Piccola, ingenua Barby, anche io fino a qualche anno fa non guardavo negli occhi di nessun uomo al di fuori di mio marito, te lo assicuro e capisco benissimo quello che vuoi dire.
    Ma quando arriva l’Amore che ti sconvolge, è un vero uragano che ti porta via. Arriva e basta e la volontà della ragione può ben poco contro la volontà del cuore.

    Quando mi sono innamorata dell’”altro”, solo allora mi sono resa conto che l’amore che provavo per mio marito non era Amore con la A maiuscola … pensavo di amarlo e ne ero convinta, ma ora, ora che ci sono dentro, so che l’amore è un’altra cosa. Te ne rendi conto solo dopo.

    Riguardo le tue domande, scusami se non rispondo perchè comprendo che non hai ben capito la situazione in cui vivo e non pretendo che tu lo faccia, forse mi sono spiegata male.
    Ti ringrazio dell’ascolto e dello scambio di vedute che per me sono sempre fonte di crescita.

    e ricorda: “mai dire mai” :)

    con simpatia

    Susy

  46. BARBY dice:

    30 ago 2012 alle 00:06

    Le mie domande erano solo una provocazione …. é chiarissimo che non ami più tuo marito ma che gli vuoi solo bene. La tua convinzione nell’essere sostanzialmente padrona anche della vita di tuo marito mi lascia cmq allibita … personalmente se mi trovassi al posto di tuo marito quando scoprirà la verità la cosa che più mi arrecherebbe dolore profondo, rabbia e mi aiuterebbe a liberarmi dei sentimenti che provo per te sarebbe scoprire che in sostanza hai deciso di ”temporeggiare per il bene di tutti”, aspettare il momento giusto, che le cose venissero magari da sé … non so chi sia coinvolto ma immagino come hai già detto i tuoi figli, Lui, i genitori credo, gli amici e coloro che condividono con Voi la Vostra vita. Ho capito perfettamente la situazione che vivi, l’hai spiegata bene ma quel che non condivido é la scelta di continuare a vivere con Lui nonostante speri con tutto il cuore di vivere prima o poi con il tuo vero Amore. Per chi si trova dall’altra parte questo non potrà mai essere perdonato, credimi! Insomma ognuno é responsabile di se stesso, dei figli minori ma non può decidere arbitrariamente per gli altri.

    Come può essere che tuo marito sia felice così… io non ci credo. Come fai a dargli passione, amore, complicità se questi sentimenti li provi per un’altra persona? Se non glieli dai più o solo parzialmente significa che Lui si accontenta anche di quel poco che gli dai pur di non perderti, ma é un’ilusione perché ti ha già perso. Non fisicamente perché tracorri lì i tuoi giorni e le tue notti ma la tua testa é altrove e anche se capisco che non é facile vedo solo 2 possibili scelte definitive, le sfumature di cui parli non sono accettabili quando si vuole vivere una vita vera fatta di scelte perché non ha senso vivere a mezzo, a me farebbe impazzire: 1. lo lasci affrontando tutte le conseguenze.. odio dei figli? non credo se sei sempre stata una buona madre… loro confusione ed infelicità totale? no te l’assicuro … sono figlia di separati e si supera anche se è vero che ti rimane sempre dentro… odio del marito oppure suoi gesti estremi? può darsi ma d’altronde Lui può essere libero di esprimere come crede il suo dolore?
    Se pensi di poter controllare tutti gli eventi conseguenti ti sbagli è e sarà sempre impossibile 2.ti togli dalla testa l’altro uomo, spezzi e uccidi il tuo Cuore, non lo vedi più,non lo frequenti, non lo senti e cerchi di ricostruire una ’specie’ di Amore con tuo marito.
    L’attesa non serve a nulla. Ci vuole solo coraggio cara …. ho letto centinaia di storie simili alla tua ed in tutti i casi non si voleva far soffrire gli altri creando invece DANNI enormi. Il coraggio sai quale…quello di sopportare il dolore che si è causato e le conseguenze che non possiamo gestire … La tua famigli si sta già accorgendo che qualcosa é cambiato. I figli hanno le antenne omnidirezionali in testa. Affrontare il dolore e superarlo è catartico. NON STO VANEGGIANDO semplicemente credo che si possa essere molto più logorati e distrutti dai dubbi piuttosto che dalla certezza che il tuo partner non ti ama più. Non puoi farti una ragione di qualcosa che ti è oscuro, non lo puoi superare.
    Guarda cosa scrive Roby qui sopra… ti sembra una persona felice?
    Io ho letto questo e altri blog per trovare delle spiegazioni e le ho trovate eccome. Con mio marito oggi va abbastanza bene ma in fondo al mio cuore sento che c’è qualcosa che non mi ha detto e questo per me è abbastanza insopportabile… più di un eventuale tradimento… credimi. Nonostante sia una donna tosta potrei perdonare molte cose ma non accetto la falsità quindi mi sono concentrata di più su me stessa che su qualcosa che invece non posso controllare: Lui! Voglio essere padrona della mia vita e non farmi manipolare da altri.. é una questione di rispetto.
    Sono una persona diretta ed amo le persone che hanno questo stile…. chi tergiversa per farmi digerire le cose in qualsiasi situazione mi fa solo incazz.. Il voler proteggere gli altri spesso é un voler proteggere se’ stessi e l’immagine che si ha di sé, l’immagine che il mondo ha di noi. Ci sono delle situazioni in cui le cose sono bianche o nere, il grigio non esiste. NoN si può attutire le pene degli altri credimi. Addirittura ho conosciuto figli grandi di genitori separati che ODIAVANO le scelte dei o di un genitore ed erano più turbati di bambini di genitori separati che grazie alla capacità dei genitori di fargli accettare la cosa hanno subito meno contraccolpi del previsto.

  47. coccinella dice:

    04 set 2012 alle 22:58

    l’amante la si ama…. non si sta con lei per dovere, ma solo per desiderio, ogni giorno…….. la moglie è solo un affetto adesso ma che probabilmente non rende felici, non fa più sentire vive… a qualsiasi età si ha bisogno di amare e sentirsi amati, non c’è emozione più grande!

  48. Susy dice:

    05 set 2012 alle 17:54

    @ Roby,
    forse stai navigando nel mare del tuo silenzio che non ti farà approdare in nessun porto. Parla dei tuoi dubbi come hai fatto qui anche con la tua Lei, come certamente sei in grado di fare. Il cambio di rotta forse sta proprio nel tuo aprirti e chiedere un aiuto alla donna che ami e che ora senti distante.
    Le dinamiche delle situazioni sono tante e varie (difficili da spiegare in poche righe) come lo sono certamente anche le tue, e darti un consiglio è tanto difficile, pertanto spero vorrai accettare il mio modesto contributo.
    Un saluto

    Susy

  49. Principessa dice:

    18 set 2012 alle 20:58

    ……3 anni e mezzo…da amante con tre figli e un marito che ho lasciato 3 anni fa. Lui senza figli non sposato ma unito ad un altra donna da quasi 20 anni. Chi soffre e si dispera sono io e soffro non solo nell’anima ma anche nel corpo. Tutto il mio essere si ribella a questo sacrificio indotto. Eppure l’ho voluto io. E con lui ho vissuto davvero e abbiamo quasi completato il triangolo dell’amore…quasi. C’è passione, intimità, ma un impegno incostante…con costanti bugie che vengono dette sempre per cercare di attutire un dolore già di per sè profondo ed ingiusto. Me ne accorgo sempre. L’ho lasciato con un bacio. L’ho lasciato tante volte. Tante volte sono tornata cercata da lui, illudendomi ancora e ancora. Ho sempre pensato che l’amore vince su tutto. E la sua forza è come un uragano che spazza via ogni dubbio. Ma lui mi ama?
    Caro Maldamore, stesso modo di fare il tuo. Anche il mio lui è uscito di casa per tornare indietro senza dirmelo. Poi ho accettato il fatto e continuato ancora per amore.
    Non ci sono consigli tranne che far soffrire e soffrire è un dipanarsi dello spirito verso la morte certa. Abbi il coraggio di stare con una donna e con quella che ami! Nessuno ti ringrazierà per aver sprecato la tua vita e non solo la tua. Ma forse a quest’ora avrai già preso la tua decisione.

  50. Principessa dice:

    19 set 2012 alle 10:14

    L’anima gemella….esiste o non esiste? Purtroppo solo quando la incontri sai che esiste. Solo quando vivi l’esperienza si possono capire i meccanismi. E quando succede si cambia un poco dentro e le idee costruite sul ns. super-io individuale crollano…e ci si reinventa.

  51. falco solitario dice:

    13 ott 2012 alle 00:38

    Sono 10 anni che ho intrapreso una relazione extra coniugale,io sposato lei anche.Ci amiamo alla follia,non so quando sono con lei mi sento rinato,lei mi ha raccontato in questi 10 anni le peni dell’inferno con suo marito a causa di trascuratezza a non farla sentire donna e’ anche sul piano economico fa da PADRE PADRONE,sarei un egoista a non dire che non l ‘amo.Ma avvolte penso anche mia moglie che mi vede strano nel mio comportamento.Sono stanco di inventarmi bugie per avere un lasso di tempo libero per stare con la mia amante.Molte volte ho fatto il pensiero di troncare il rapporto con la mia amante, ma nello stesso momento il mio cuore mi dice di no, anche perche’ lei ha 12 anni in meno di me e poi ne sono a conoscenza anche i loro familiari della nostra relazione.Lei non mi ha mai chiesto di lasciare mia moglie per andare con lei,ora purtroppo sono in una situazione confusionale che non riesco ad uscirne.Ho tentato di non farmi piu sentire vedere ecc, ma la sera mi viene tanta malinconia.

  52. jack dice:

    08 nov 2012 alle 16:36

    maldamore errori o non errori, critiche o no, io ti capisco benissimo e mi piacerebbe entrare in contatto con te, sapere come si sono sviluppate le cose.
    Per le donne che non capiscono: non si tratta di farsi l’amante, è chiaro che se un uomo guarda un’altra c’è qualcosa che non va con la partner. Ma l’amore non è sesso, e quando manca il sesso (non ho detto finisce, ho detto manca, perchè può esserci fin da subito una relazione in cui la passione fisica è scarsa e ci si avvicina per motivi più interiori) che rimane una forza potente, primordiale, nella nostra vita, succede che presto o tardi ci si infili in storie che poi diventano d’amore a loro volta, e se si è percorsa disgraziatamente la strada della menzogna ci si ritrova in una doppia vita dalla quale non si sa come uscire: chi distruggere? l’amore + la passione o l’amore + la stima profonda e il senso di colpa?
    E’ straziante, non tanto per la rinuncia, ma per la pena da infliggere.
    Giuro che se entrambe non mi volessero più e fossero da subito felici lontano da me ne sarei sollevato (sto facendo l’esercizio mentali di quale delle 2 dopo un pò di tempo mi creerebbe il vero rimpianto).

  53. talent dice:

    09 dic 2013 alle 11:52

    io riesco ha separare entrambe le storie …. nn vedo i lmotivo della separazione.. il vero problema e suo.. nn c’e piu’ il proibito in tutto quindi si trova alle strette.. bravo il pollo

  54. Traditrice Doc dice:

    03 gen 2014 alle 14:27

    Io ho 27 anni e sono fidanzata da 8. Da un mese ho un amante carino, premuroso, mi abbraccia e mi fa sentire sua. Si preoccupa per me e lo sento ogni giorno. Il mio ragazzo in 8 anni non mi ha mai fatto sentire come fa lui, io col mio boy mi sento triste e vuota. Ho provato a lasciarlo tante volte prima che avvenisse il “fatto”, ma poi piangevamo come due idioti e non ci riuscivamo. Non mi sento neanche in colpa, sento di meritare di essere felice, di sentirmi come ho sempre voluto sentirmi. Voglio lasciare il mio ragazzo ma non voglio dirgli la verità. Gli dico sempre che ormai lui è distante, mi trascura, e lui si scusa e dice che cambierà. Ma me lo dice da anni e non cambierà mai. Nel 2013 abbiamo avuto rapporti solo cinque volte!!! Poi mi dice “ti amo”… ma ormai non gli credo più. Sono solo parole. I suoi baci sono pochi e sono meccanici, il sesso è poco e meccanico, niente abbracci, niente coccole, se io non lo chiamo lui non mi chiama. Che tristezza! Così ho conosciuto quest’altro ragazzo, che mi dà tanto, anche se non ci amiamo ancora e non se ci ameremo un giorno. Sono troppo confusa. Credo che dovrei lasciarli entrambi. Ora ho pure perso il lavoro. Dovrei andare via a lavorare, lontano, in una città che mi consenta di sbarazzarmi di entrambi. Tanto, con questo nuovo ragazzo non c’è futuro perché lui vive lontano.. Eppure io odiavo i tradimenti, credevo che non avrei mai fatto una cosa del genere. Volevo convivere con il mio ragazzo e magari un giorno sposarlo. Ora non più. Vorrei tanto lasciarlo e dirgli tutta la verità, ma gli farebbe troppo male. Alla fine non so proprio come comportarmi. Sono così triste e confusa. Sono in un vero limbo!!! Il mio ragazzo a capodanno mi ha detto “voglio stare con te per sempre e tu?” Io risposi “anche io”, ma in realtà ho pensato “ora me lo dici? Io avrei voluto sentirlo anni fa, allora sì che sarebbe stata una gioia immensa. Ormai non ha più senso. Mi sento così sola e triste con te”.

  55. marika dice:

    01 feb 2014 alle 12:17

    Ma che terapie di coppia! Se c’è bisogno di un terapeuta significa una cosa sola: il rapporto è malato! In amore “malato” equivale a morto, “ricondizionare” due anime che non si capiscono più è assurdo, come tenere in vita un cadavere. Prima o poi seguiranno altri tradimenti, altre incomprensioni. Vite perdute, vite buttate, tempo perso. L’unica cura è il coraggio di scegliere, scegliere significa rinunciare a qualcosa per qualcos’altro. Chi non ha questo coraggio non si deve lamentare della propria infelicità perché se l’è cercata.

  56. Basta ipocrisia dice:

    07 feb 2014 alle 10:40

    Tutte osservazioni vere ed interessanti, ma vi siete mai chieste perché spesso queste situazioni sono spesso cristallizzate dalla parte degli uomini che accusate di ogni difetto?
    Avete mai messo sopra tutte le difficoltà, che anche voi donne vivete in simili circostanze, soprattutto quando ci sono figli di mezzo, il fatto che in Italia un uomo che divorzia (soprattutto se per seguire cosa gli dice il cuore) viene lasciato sul lastrico, perde i figli e nei casi peggiori, la nuova compagna, può forse conoscerla alla caritas?
    Finchè ci sarà tutta questa disparità di trattamento, finchè una persona, che anche voglia pagare le proprie responsabilità sarà obbligata di farlo a vita e in maniera del tutto iniqua, non chiedete Palle, ma rimboccatevi le maniche e smettetela di ricattare e vendicarvi nelle separazioni.. solo allora vedrete e potrete essere sicure che se un uomo sta con voi è perché vi ama, perché lo vuole, non perché. nella sua testa suona il ritornello: “ormai ti sei sposato e davanti a te hai solo uno stato che ti punirà fino a rovinarti l’esistenza se cambi idea”.
    Certo, con lo spirito del puro idealista, tutti noi abbiamo sempre una scelta.. un po’ come chi deve firmare un contratto con la pistola alla tempia.. ha sempre una scelta.
    Vi prego di perdonare se ho spostato l’asse su questioni poco romantiche, mi sono distrutto anch’io in una situazione simile. Ho perso chi amavo per mettere davanti mio figlio (e sempre sarà davanti). Ho aspettato che ci fossero le minime condizioni e ora mi sto separando, non per riconquistare una donna che mi spiace abbia sofferto per aver avuto solo briciole, ma per far si che un domani, se questo avverrà di nuovo, sia la mia nuova compagna, sia io non dobbiamo soffrire per questo.

  57. marika dice:

    08 feb 2014 alle 12:40

    x basta ipocrisia

    Sono perfettamente d’accordo con te. Intendevo dire proprio quello che hai detto. SCELTE FATTE IN PIENA AUTONOMIA (emotiva e finanziaria, ma SCELTE. Per uomini e donne, alla pari. Quello che non si può accettare è cercare di salvare capra e cavoli, perché così facendo viene meno il rispetto verso gli altri e verso se stessi. In pratica: prima di farsi un/a amante, calcolare i costi e i benefici, ma POI SCEGLIERE. Senza illudere nessuno. Chi “prende tempo” e non sceglie, alla fine perde la partita e se stesso.
    Ti auguro con tutto il cuore di non soffrire mai più, ti prego di crederlo.

  58. Basta ipocrisia dice:

    08 feb 2014 alle 15:26

    Ti ringrazio Marika, ma pensa a una cosa..
    è vero che siamo esseri pensanti e dotati di libero arbitrio, ma siamo anche esseri affettivi, sia che abbiamo più bisogno di dare sia quando abbiamo bisogno di ricevere.. In questo stato di cose, il raziocinio, va spesso a fresi benedire e se così non fosse, vivremmo in un mondo di impiegati del catasto o ragionieri.
    Se affrontiamo tutte queste storie, ovviamente sono una diversa dall’altra, ma tutte spesso molto complesse se non vogliamo proprio banalizzarle e ricondurle a una sorta di luogo comune.
    Bene.
    Allora proviamo, come farebbe un buon ingegnere o ricercatore, a scomporre il problema in parti semplici.
    Eliminando le parti ininfluenti o troppo soggettive, rimangono le parti o la parte fondamentale, ovvero che un uomo o una donna che in un dato momento delle loro vite, si riconoscono, si incontrano emotivamente, affettivamente.. non ci sono cazzi (come usano dire a Eaton): sono attratti e solo vestendo più che forzosamente i panni del ragioniere o di chi vive sono uno schiacciante senso di colpa, forse rifiutano di esternare questo stato, salvo ovviamente star male ed avere tra le mani il rimpianto.
    Sono però d’accordo con te. Può succedere, ma in tempi il più possibile chiari e trasparenti, si dovrebbe non solo scegliere, ma far partecipare l’altro o l’altra al progetto che intendiamo portare avanti. Credo infatti che, soprattutto le donne in questa situazione, se non più che sicure (ma il dubbio è più che umano), tendono ad abbracciare il luogo comune (in parte statisticamente vero per i motivi che dicevo nel mio post precedente) in cui l’uomo non lascia mai la propria moglie.. quando si insinua questa paura, se non si danno chiari segni, non si rende partecipe la propria compagna del cosa stiamo facendo per concretizzare la nostra scelta, il rischio di rovinare tutto è molto alto.

  59. marika dice:

    10 feb 2014 alle 22:30

    Le tue parole mi toccano molto da vicino. Descrivono esattamente ciò che sto vivendo in questi mesi. Ti ringrazio di averle scritte e soprattutto di averlo fatto con tanta intelligenza emotiva. Vorrei raccontarti la mia storia per approfondire i passaggi della tua lettera, ma devo cercare le parole adatte a tutelare la privacy delle persone coinvolte, che potrebbero riconoscersi nella mia narrazione che, ti assicuro, è davvero così particolare da rasentare l’incredibile. Lo farò, se ti può interessare. Per il momento, grazie ancora.

  60. Basta ipocrisia dice:

    11 feb 2014 alle 09:06

    ric underscore 09 chiocciola libero punto it


Lascia un commento