1 5

Acne a 40 anni come intervenire?

Acne a 40 anni? Possibile? Purtroppo si, i fastidiosi problemi della pelle che ci hanno afflitto durante l'adolescenza potrebbero tornare anche a 40 anni! La buona notizia è che c'è un rimedio anche all'acne tardivo e che non è poi così difficile da usare

Sembrerà strano, ma l'acne può tornare. Anche a 40, quando il tempo dell'adolescenza e dei primi brufoli ci appare ormai lontano, l'acne può ripresentarsi sulla nostra pelle. Che fare in questo caso? Non bisogna perdersi d'animo o buttarsi giù, perché di rimedi ce ne sono diversi, basta conoscerli e saperli applicare con attenzione. Sapone e creme idratanti possono aiutarci o essere nostri nemici se non sono scelti in maniera appropriata o se se ne fa un uso non controllato. Ma con pochissime accortezze sarà possibile ottenere fantastici risultati e la vostra pelle tornerà liscia e luminosa come prima!

Imperfezioni del viso: il laser per cancellarle

COME CURARE L'ACNE A 40 ANNI

Non c'è nulla di peggio che doversi preoccupare del proprio viso! Anche quando si ha un fisico tonico e scattante se il viso non è a posto ci si sente sempre a disagio. I piccoli brufoli, punti neri o un'acne più pronunciata possono minare la nostra sicurezza. Qualcuna di voi avrà forse già provato questa spiacevole sensazione durante il periodo adolescenziale, altre la staranno scoprendo per la prima volta all'età di 40 anni.

Eh sì, perché purtroppo l'acne e altri fastidiosi problemi della pelle possono insorgere ben dopo la fine dell'adolescenza. Ma non entrate nel panico, a tutto c'è rimedio! Basta sapere come affrontare questo inestetismo della pelle per tornare ad avere un viso pulito e luminoso. Prima di tutto prevenite: l'eccessiva esposizione al sole è una delle cause degli inestetismi e delle macchie della pelle, quindi usate sempre creme con protezione alta!

Molto importante è esfoliare, per cercare di rimuovere le cellule morte che occludono i pori e levigare il più possibile la pelle. Scegliete con cura l'esfoliante perché non deve essere troppo aggressivo, altrimenti rischiate di arrecare ancora più danni e di irritare maggiormente la pelle. Se ne trovano di ottimi in farmacia, ad esempio della Vichy o de La Roche Posay. Quale altre misure bisogna adottare?


Pulire in profondità è un altro must per chi ha una pelle a tendenza acneica. Un buon sapone e un tonico sono quasi indispensabili. Naturalmente in profumeria avrete ampia scelta, ma ancora una volta vi consigliamo di cercare dei prodotti delicati. Contrariamente a quanto si pensa infatti la pelle grassa  è spesso delicata come la pelle secca e quindi l'aggressione peggiora il problema invece di risolverlo.

Idratare è il terzo e fondamentale passaggio. La crema che utilizzerete (non c'è bisogno di complicarsi la vita con una crema da giorno e una da notte) deve garantirvi la massima idratazione possibile! Se la pelle è ben curata e nutrita piano piano riacquisterà il proprio naturale equilibrio. Tranquille, la pelle non diventerà più oleosa, ma solo più morbida. Evitate comunque di mischiare diversi tipi di creme, perché questo danneggia la pelle.

Di tanto in tanto potete fare una maschera per la pulizia del viso, o semplicemente per rilassarvi. Sebbene l'argilla sia spesso considerata un toccasana, talvolta si rischia di seccare troppo la pelle. Se il vostro scopo è quello di far asciugare i brufoli, è meglio optare per un prodotto che agisca in maniera localizzata (la Garnier ne ha uno davvero ottimo) che vi consentira si essicare il brufoletto e limitare l'acne senza asciugare la pelle del viso.

gpt skin_mobile-bellezza-0