1 5

10 cose che solo le donne con poco seno sanno

/pictures/2015/08/03/10-cose-che-solo-le-donne-con-poco-seno-sanno-2025795432[3667]x[1528]780x325.jpeg
Ne siamo sicure, l'era delle maggiorate è agli sgoccioli, e mentre attendiamo che passi vi raccontiamo la nostra sulle taglie smart

10 cose che sanno solo le donne con poco seno

Se c’è una cosa che non ho ereditato dalla mia mamma è il suo generoso decolleté.
Ammettiamolo, oggi, checché se ne dica, un seno piccolo può essere fonte di discreto imbarazzo per una ragazza, soprattutto se si trova a dover fare i conti con un’ingiusta moda che esalta tutte le donne dalla quarta in su.

Come conservare a lungo il tuo reggiseno preferito

Da qualche anno, infatti, la bellezza tipica della silfide è stata audacemente soppiantata da quella delle maggiorate, che con le loro ingombranti “qualità” ci hanno letteralmente spodestato dal podio prima destinato ai fisici armonici e sportivi, tanto in voga negli anni ottanta.

Ovvio, se vedi solo donne tettute in tv non hai un problema di vista o all’apparecchio televisivo, nè madre natura è improvvisamente impazzita donando tutto l’assortimento presente in catalogo alle poche elette rapite da Mediaset.

Ebbene, come già saprai, le protuberanze che ti ritrovi sotto gli occhi sono in grado di gonfiarsi e sgonfiarsi all’occorrenza (Pamela Anderson insegna) con la rapidità di una strisciata di carta di credito, basta volerlo e soprattutto averla la carta.

L’importante è comunque non farsene un cruccio, in fondo se la genetica ha buttato la ciccia a caso qua e là sul nostro corpo non è mica colpa nostra, in compenso potete sempre giocarvi la carta del “seno a calice di champagne” che effettivamente è un po’ datata (e fa tanto rosicone) ma almeno non ci fa apparire come disperate.

Per quelle che invece si svegliano ogni giorno con la speranza di dover ancora sviluppare del tutto, nonostante i 30 anni suonati, elenchiamo, tanto per mettere il dito nella piaga, i 10 inconvenienti con cui noi tavole da stiro (ormai anche la 3° scarsa è classificabile come tale) dobbiamo rassegnarci a convivere:

  • Non ti chiameranno mai a fare il Grande Fratello (e questa sì che è dura da mandar giù);
  • Quando vi sdraiate le vostre tette magicamente scompaiono… Puff!
  • Non potete mettere i reggiseni sportivi o rischiate di farle passare per pettorali;
  • Alcuni giochetti erotici sono bruciati in partenza;
  • Non potete indossare top a fascia visto che non c’è niente a tenerli su (il rischio è che diventino improvvisamente minigonne);
  • Solitamente le vostre tette sono l’ultima cosa che ingrossa con l’aumento di peso (la prima ovviamente è il sedere) e la prima che scende quando siete a dieta (l’ultima ovviamente è il sedere);
  • Escludete il costume da Lara Croft per Halloween, bandite anche tutte le bagnine di Baywatch e le ragazze Hooters;
  • Al contrario di quello che si pensa in giro, non si può indossare una maglietta senza reggiseno o si rischia che qualcuno chiami Chi l’ha visto, o meglio Chi le ha viste;
  • Siamo fisicamente sprovviste di raccogli-briciole portatile e non abbiamo un sostegno per il libro quando decidiamo di leggere a letto;
  • Nessuno potrà dirvi che avete più tette che cervello.

Va bene, ci abbiamo scherzato un po’ sopra, in fondo sappiamo tutte che non sarà una misura di reggiseno a determinare la nostra personalità, né la nostra sensualità. Certo, tutte vorremmo sfoggiare un davanzale degno della Loren, ma chi lo ha detto poi che grosse equivale a belle? Chi? Gli uomini? Perché voi ancora li ascoltate?

gpt skin_mobile-bellezza-0