1 5

Come modificare l'alimentazione in autunno per stare meglio

/pictures/2018/08/30/come-mangiare-meglio-in-autunno-modificando-la-dieta-3986127221[1000]x[417]780x325.jpeg Shutterstock
Con il cambio della stagione anche il nostro corpo subisce dei mutamenti, ecco perché dovremmo apportare delle piccole modifiche alla nostra dieta per stare meglio

Cambiare dieta in autunno

Perchè mai cambiare dieta in autunno? Cambiano le stagioni e con esse dovrebbero cambiare anche le diete, visto che persino il nostro corpo subisce dei piccoli ma sostanziali mutamenti. L'autunno è proprio uno di quei momenti in cui bisogna fare particolare attenzione all'alimentazione e apportare qualche piccolo aggiustamento alla routine. Non solo per via del cambio di stagione, ma anche per il fatto che - dopo le vacanze estive - riprendere il ritmo a settembre può risultare per molti impegnativo. Dare una mano al nostro organismo anche con l'aiuto dell'alimentazione è sicuramente una scelta indovinata.

Il cambio di stagione poi non va assolutamente sottovalutato. La ridotta quantità di luce dell’inverno, infatti, influisce sia sull’umore che sui ritmi circadiani, e di conseguenza le persone sono più portate a muoversi meno e ad assimilare di più, con ripercussioni sul metabolismo.

Ecco dunque alcuni consigli utili per aiutare il corpo a regolare il passaggio delle stagioni e per tenere sotto controllo il peso anche quando ci avviciniamo a una fase dell'anno che può essere paragonata per certi versi a una sorta di letargo.

Integratori di vitamina D

La vitamina D è quella che normalmente generiamo grazie al sole. Un'integrazione di vitamina D aiuta a mantenere i livelli ematici ottimali ed è in generale molto importante per la salute delle ossa e per prevenire alcuni tumori. Inoltre questa vitamina contribuisce alla perdita di peso e aumenta la funzione immunitaria, fattore utilissimo durante la stagione fredda, quando si è maggiormente a rischio di influenza.

Continua ad esercitarti e controlla il peso

Durante l’inverno si è meno propensi a fare sport, specialmente all'aperto. Sforzarsi di praticare un’attività fisica è invece fondamentale sia per l’umore che per il girovita. Una ricerca dimostra che in alcuni mesi dell’anno, e più precisamente tra settembre e ottobre e tra febbraio e marzo, le persone guadagnano in media un chilo. Questo può essere evitato monitorando settimanalmente il proprio peso e cercando dunque di non allontanarsi troppo dal proprio standard fisico. Se riuscite iscrivetevi in palestra, oppure cercate di praticare un'attività che vi piaccia, dalla corsa alla bici, e camminate il più possibile: anche la camminata infatti è un toccasana ed è relativamente poco impegnativa.

Aumenta i carboidrati

A causa delle giornate che si accorciano, si può iniziare a soffrire di una lieve forma di depressione nota come disturbo affettivo stagionale, che può essere placato con i cibi giusti. L'aggiunta di carboidrati può aiutare a migliorare l’umore, proprio perché questi alimenti provocano un aumento della serotonina, nota per l’appunto come "l’ormone del buonumore". Ovviamente non bisogna esagerare, ma un lieve aggiustamente può essere davvero utile.

Mangia frutta e verdura di stagione

Mangiare prodotti freschi di stagione è in realtà un consiglio valido per tutte le stagioni, ma ancora di più in autunno. Non solo frutta e verdura di stagione sono meno costose e più buone, ma ci forniscono tutti i principi nutritivi più utili in questo momento dell'anno. Ad esempio agrumi e cavolfiori sono particolarmente ricchi di vitamina C, che con i primi abbassamenti di temperatura è un'ottima protezione contro i raffreddamenti.

Aumenta le dosi di vitamina C

E proprio restando in tema vitamina C, sappiate che l'autunno è proprio il momento perfetto per aumentarne le dosi da assumere, perchè il particolare momento dell'anno - in concomitanza al riacutizzarsi dello stress quotidiano - potrebbe portare a un abbassamento delle difese immunitarie. E piuttosto che correre in farmacia ad acquistare integratori, puntate a mangiare più frutta e verdura (tanto per ribadire il punto precedente).

Inserisci nella dieta più legumi

Le proteine non vanno mai trascurate all'interno del nostro regime alimentare perchè sono fondamentale, e vanno consumate almeno una o due volte al giorno. Indicativamente potete calcolare di mangiare circa due volte a settimana le uova, la carne, il pesce, i latticini, mentre con i legumi si può anche abbondare, arrivando a consumarli anche 4-5 volte a settimana. L'autunno è il momento migliore per aumentare la dose di legumi nella dieta, anche perchè con l'abbassarsi delle temperature si prestano benissimo a piatti di stagione come zuppe e vellutate.

Bevi tè e tisane

Tè, tisane e infusi di vario tipo possono darci un grande aiuto col cambio di stagione, possiamo provare ad inserirle nella nostra routine quotidiana ora che l'afa non ci impedisce più di consumarle. Non c'è bisogno di svaligiare l'erboristeria: provate e inserire il tè verde a colazione (utilissimo in fatto di detox), una tisana al finocchio dopo cena per digerire, o una tisana a base di passiflora, melissa, malva o tiglio per prendere sonno più facilmente alla sera.

Scegli cibi che aiutano l'intestino

Il cambio di stagione può influire negativamente anche sul funzionamento dell'intestino, che può essere vittima di irregolarità che peggiornano la qualità della vita. L'alimentazione è sicuramente un buon modo per aiutare l'intestino. Basta inserire nella dieta cibi ricchi di fibre (su tutti avena e cereali) e probiotici. Anche lo yogurt è molto utile al funzionamento dell'intestino, ed è perfetto da consumare a colazione, ma attenzione a scegliere quello al naturale.

Bevi tanta acqua

Questo consiglio è valido in realtà tutto l'anno, ma se in estate può risultare più facile bere di più per via del caldo, in autunno non bisogna perdere di vista l'importanza di mantenere l'organismo sempre idratato. Se il tuo problema è proprio che spesso ti "dimentichi" di bere segui i nostri consigli per bere di più.

Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-benessere-0