1 5

Consigli naturali per mangiare bene e tenersi in forma

/pictures/2017/06/19/consigli-naturali-per-mangiare-bene-e-tenersi-in-forma-643804599[5384]x[2247]780x325.jpeg Shutterstock
I ritmi di ogni giorno ci portano ed essere approssimative su quello che mangiamo, eppure basterebbero pochi accorgimenti per adottare una dieta sana ed equilibrata

Consigli naturali per stare bene e mantenersi in forma

Per mangiare bene e sentirsi in forma non serve necessariamente privarsi di zuccheri, grassi e carboidrati, a volte alcuni piccoli accorgimenti bastano per dare una svegliata al nostro metabolismo e a modificare radicalmente l’assorbimento delle calorie da parte del nostro corpo.

TEST: Che tipo di metabolismo hai?

Purtroppo a causa di fretta, lavoro e stanchezza abbiamo adottato delle cattive abitudini che fanno male al nostro fisico oltre che alla nostra mente: troppe volte dopo un pasto ci sentiamo appesantite, gonfie e assonnate a causa della difficoltà che riscontra il nostro organismo a digerire quello che normalmente ingeriamo. Ma cambiare alimentazione e stile di vita è possibile ed è anche semplicissimo, per iniziare a farlo ecco i nostri 8 piccoli suggerimenti, da seguire senza troppi sacrifici né rinunce:

  • SCEGLIERE LA QUALITÀ – Basta scatolette, lattine e cartoni, iniziamo a mangiare del cibo vero sbarazzandoci di tutti i prodotti alimentari trasformati. Inoltre è importante ridurre l'assunzione di carboidrati semplici come farina bianca e zucchero, in quanto è stato riscontrato un possibile legame tra queste sostanze e il diabete di tipo 2.
  • NON SALTARE I PASTI – Concedersi almeno tre pasti al giorno al fine di garantire al corpo una fornitura costante di energia. Partite sempre da una colazione sana, possibilmente a base di fibre e cereali, anche perché saltarla provocherebbe solamente un calo di zuccheri nel sangue prima di arrivare all’ora di pranzo. Consumare almeno tre pasti equilibrati al giorno evita al vostro organismo di sentire fame e di rallentare il metabolismo.
  • SEGUIRE UNA DIETA EQUILIBRATA – Cercare di combinare nella dieta sempre la giusta quantità di proteine (pesce, legumi, noci e semi), grassi di alta qualità (olio extravergine di oliva), carboidrati complessi (derivati dai cereali e legumi integrali) e verdure a foglia verde. Inoltre quando si pianifica un pasto valutare sempre il livello di fame in modo da non eccedere con le quantità rischiando di appesantire il corpo oltre il necessario.
  • RIDURRE I LATTICINI – Passata l’infanzia non abbiamo più bisogno di ingenti quantità di latte, limitarsi pertanto a 3 tazze al giorno preferendo quello a basso contenuto di grassi. Sostituire i formaggi con yogurt e prodotti caseari più magri, da consumare comunque occasionalmente. Mangiare grandi quantità di verdure a foglia verde, sia cotte che crude, fagioli e pesce (salmone e sardine in particolare), tutti alimenti molto ricchi di calcio.
  • MANGIARE MOLTE VERDURE – Secondo diversi nutrizionisti ogni pasto dovrebbe essere accompagnato da un piatto di verdure. Variare è la parola d’ordine. Preferire le verdure fresche a quelle surgelate che, oltre ad essere più buone e ricche di principi nutritivi, sono anche meno costose.
  • MANGIARE CON CONSAPEVOLEZZA – Masticare ogni boccone lentamente soffermandosi sui colori, sugli odori e infine sul sapore e sulla consistenza del cibo che si sta ingerendo. Rallentare i ritmi e sbarazzarsi delle distrazioni aiuterà a percepire in tempo reale il senso di sazietà. 
  • CONSUMARE MOLTI CEREALI Preferire i cereali integrali, evitando invece quelli raffinati che con il processo di fresatura tendono a perdere gran parte delle fibre alimentari, del ferro e delle vitamine. I cibi integrali inoltre aumentano il senso di sazietà e facilitano il transito intestinale, riducendo l’assorbimento di grassi e colesterolo.
  • IMPARARE A CUCINARE – Mangiare sano significa cambiare il proprio stile di vita e il primo passo per farlo è imparare a preparare deliziosi manicaretti con le proprie mani, abolendo una volta per tutte i piatti pronti. Imparate a farvi ispirare dal cibo e a far diventare ogni pasto un momento di divertente sperimentazione. Prendete qualche lezione di cucina se ne sentite il bisogno o affidatevi a un’amica più esperta di voi, in fondo nessuno nasce imparato e cucinare insieme potrebbe rivelarsi un divertente passatempo che potrebbe sfociare in vera e propria passione.
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-benessere-0