1 5

La dieta del supermetabolismo per dimagrire mangiando

/pictures/2018/09/21/la-dieta-del-supermetabolismo-3905300597[1000]x[418]780x325.jpeg Shutterstock
gpt
La dieta del supermetabolismo è molto chiacchierata e promette di far dimagrire accelerando il metabolismo: andiamo a vedere di cosa si tratta

Dieta del supermetabolismo

Che cos'è la dieta del supermetabolismo? Come funziona e cosa bisogna mangiare? La buona notizia è proprio quella: si tratta di una dieta in cui si può mangiare e non poco. Certo se sognate un metabolismo iperattivo in grado di lasciarci mangiare ogni ben di dio senza l’odioso pensiero che il cibo che ci farà ingrassare, sappiate che i miracoli non esistono, ma la dieta del supermetabolismo può comunque darci una mano.

A rivelarci i segreti per risvegliare il metabolismo lento (che soprattutto dopo i 30 tende a farsi lunghe penniche alla faccia nostra che sudiamo ansimanti sulla cyclette) è Hailey Pomroy, una dietologa di Hollywood che vanta di aver fatto dimagrire celebrities del calibro di Jennifer Lopez, Reese Whiterspoon e Cher, con la sua dieta del supermetabolismo.

Come capire che metabolismo hai

Questo nuovo regime alimentare punta sulla capacità brucia-grassi di alcuni alimenti che sarebbero, inoltre, in grado di accelerare il metabolismo più lento. La sua durata è di 4 settimane, ognuna delle quali è suddivisa in tre fasi: la prima serve a calmare gli ormoni dallo stress, la seconda a sbloccare il grasso accumulato, la terza è utile per liberare gli ormoni che bruciano l'adipe.

Questa dieta non si basa sul conteggio delle calorie, ma al contrario prevede ben 5 pasti al giorno: i tre principali (colazione, pranzo e cena) più due spuntini che spezzano mattinata e pomeriggio.

Perchè lo stress ci fa ingrassare?

Deta del supermetabolismo: menu e fasi

  • FASE 1: LUNEDÌ E MARTEDÌ – In questi determinati giorni si consiglia di consumare carboidrati complessi come pane, pasta, riso e cereali, abbinandoli alla frutta: questi alimenti infatti stimolano il relax, combattono lo stress e riequilibrano il surrene. All’alimentazione bisogna abbinare un’attività di tipo aerobico (nuoto, corsa, jogging) notoriamente utile per trasformare gli zuccheri e i carboidrati in energia per l’organismo.
  • FASE 2: MERCOLEDÌ E GIOVEDÌ – In questi due giorni bisogna mangiare alimenti proteici, come carni magre e pesce, associandoli a verdure da assumere in grandi quantità. Questi alimenti sono utili a sbloccare e far smaltire il grasso corporeo. Fondamentale è integrare la dieta del mercoledì e del giovedì con attività fisica con pesi, in modo da rafforzare la massa muscolare.
  • FASE 3: VENERDÌ, SABATO E DOMENICA – In questi tre giorni è previsto il consumo degli alimenti appartenenti alle due fasi precedenti, a cui si aggiungono cibi contenenti grassi sani (olio di semi di girasole, zucca, sesamo; olio di oliva, burro di arachidi). Questa fase in particolare è stata ideata per combattere i gonfiori e rimodellare la silhouette. Abbinare una ginnastica dolce come lo yoga, il pilates e lo stretching.

Dieta del supermetabolismo: consigli

Questo regime alimentare andrebbe seguito tenendo presente sempre una serie di consigli fondamentali, su tutti l'importanza della colazione. Ma vediamoli con ordine.

È importante fare colazione entro mezz’ora dal risveglio, non saltare nessuno dei 5 pasti consigliati, mangiare ogni 3-4 ore, attenersi agli alimenti indicati in ogni singola fase senza invertire il loro ordine, allenarsi quotidianamente e non interrompere la dieta prima dei 28 giorni.

gpt

Dieta del supermetabolismo: cosa non mangiare

Nell'ambito della dieta del supermetabolismo alcuni alimenti sono da eliminare. Sono vietati i latticini, gli zuccheri raffinati, le marmellate, i dolcificanti sintetici, i succhi di frutta, il caffè e l’alcol, tutti responsabili, secondo la dottoressa Pomroy, del rallentamento del metabolismo.

La dieta del supermetabolismo e la rotazione dei cibi

Questa dieta, che interviene sull'adipe e sulla massa magra dei muscoli, si basa su una rotazione mirata dei cibi, che serve a stimolare o far riposare gli organi del nostro corpo, ecco perché è importante seguire attentamente le indicazioni suggerite.

Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt