gpt
gpt strip1_gpt-ros-0-0
gpt skin_web-ros-0-0
1 5

Metabolismo: cosa è, come funziona, cosa c'entra con il dimagrire

/pictures/2018/06/12/metabolismo-cosa-e-come-funziona-cosa-c-entra-con-il-dimagrire-3234587693[1920]x[799]780x325.jpeg Shutterstock
gpt
Sentiamo troppo spesso parlare di metabolismo, specie quando non riusciamo a dimagrire: ma cosa è davvero il metabolismo, come funziona e in che modo è collegato alla forma fisica? Andiamo a vedere tutto quello che c'è da sapere

Metabolismo

Che cos'è il metabolismo? Spesso ne sentiamo parlare in relazione ad argomenti come dimagrimento, diete o palestra. Siamo poi abituati a sentir parlare di metabolismo veloce e metabolismo lento, anche se non sempre siamo capaci di spiegare precisamente cosa voglia dire.

Sappiamo che metabolismo veloce vuol dire spesso mangiare molto e non ingrassare, mentre metabolismo lento al contrario significa spesso non riuscire a perdere peso anche se si sta a dieta. Questi sono assunti in parte corretti, ma ovviamente incompleti e approssimativi. Certo è che il metabolismo è qualcosa da tenere in considerazione se vogliamo perdere peso. Andiamo allora a vedere con precisione di cosa stiamo parlando. Ecco tutte le tematiche che esamineremo in questo articolo:

Come funziona il metabolismo

Per spiegare con precisione cosa è il metabolismo bisognerebbe leggere probabilmente un intero libro di biologia. Per questo cercheremo di affrontare l'argomento semplificandolo al massimo, dato che la questione è piuttosto complessa.

Il corpo umano ha bisogno di energia per vivere e per compiere tutte le sue attività, dal rinnovamento cellulare alle azioni che compiamo ogni giorno. Da dove arriva questa energia? Principalmente dal cibo che ingeriamo. E il metabolismo è proprio l'insieme dei processi che il nostro corpo utilizza per trasformare il cibo in energie.

Ma dove se ne vanno precisamente le risorse che trasformiamo in energia? Principalmente in due attività, cioè il metabolismo basale e l'attività fisica. Vediamo con maggiore precisione dove vanno le energie che produciamo dal cibo:

  • il metabolismo basale rappresenta il 60-75% del dispendio energetico, ed è quello che serve a permettere tutte le funzioni vitali del corpo in condizioni di inattività; parliamo in soldoni di tutti quei meccanismi "silenziosi" che di fatto ci mantengono vivi.
  • il 15-30% delle energie invece se ne va con l'attività fisica: e per attività fisica si intende qualsiasi movimento mettiamo in atto, da quelli più basici fino allo sport vero e proprio. Ovviamente più facciamo attività fisica e più questo dispendio energetico aumenta.
  • un 10% circa delle nostre energie se ne va invece nei meccanismi di assorbimento delle sostanze nutritive

Metabolismo veloce

Avere un metabolismo efficace ovviamente non può che essere un bene. Quando si ha un metabolismo particolarmente veloce poi gli aspetti positivi della cosa sono abbastanza evidenti, e li nota ancora di più chi beneficia di un cambiamento positivo nello stile di vita. Si tende infatti a dormire bene, a non prendere peso, ad avere un intestino regolare, a non essere freddolosi. Insomma, l'efficienza del corpo molto spesso si riesce a "toccare con mano".

Non sono però tutte rose e fiori: se il metabolismo diventa troppo veloce non è una cosa positiva, e questo accade spesso a chi ha problemi di tiroide (ipertiroidismo). Un metabolismo troppo veloce infatti ci fa bruciare subito tutte le energie, e non permette all'organismo di creare riserve energetiche, il che ha risvolti particolarmente negativi. Si tende spesso a dimagrire eccessivamente, ad accusare stati di spossatezza e di nervosismo continui. Questa situazione va ovviamente affrontata con l'aiuto del medico, quindi se avvertite sintomi di questo tipo consultate subito uno specialista.

Metabolismo lento o metabolismo bloccato

Spesso si sente dire che il metabolismo è bloccato, il che è scorretto perchè se il metabolismo si bloccasse il nostro organismo non potrebbe assolvere alle sue funzioni vitali. Possiamo però dire che a volte il metabolismo è molto lento, vale a dire che lavora con difficoltà, e tende a non bruciare in modo veloce ed efficiente le energie che buttiamo dentro.

Ma come si fa a capire se si ha il metabolismo lento? Molto spesso ci si pone il problema quando si è un po' sovrappeso, o quando si cerca di fare diete e sport senza però raggiungere risultati tangibili. E in effetti questi sono classici sintomi da metabolismo rallentato. A questi se ne aggiungono altri come: spossatezza frequente, sudorazione eccessiva, intestino pigro, pressione bassa.

Il metabolismo può rallentare per tutta una serie di numerosi motivi, alcuni dei quali fisiologici: ad esempio è normale che con l'avanzare dell'età il metabolismo rallenti di misura, o che il metabolismo delle donne sia più lento rispetto a quello degli uomini. Molto spesso però si tratta anche di una conseguenza del prendere peso: più si ingrassa e più il metabolismo si addormenta, finchè non viene a crearsi una sorta di circolo vizioso che è necessario spezzare.

Come capire che metabolismo hai: l'odor test

Ora che abbiamo visto le principali caratteristiche del metabolismo lento e de metabolismo veloce, possiamo osservare in modo piuttosto agevole che tipo di metabolismo abbiamo. Molto in generale basta fare qualche considerazione sulla propria forma fisica, su quanto e come si è abituati a mangiare, se si avvertono o meno i sintomi elencati nei paragrafi precedenti.

Ad ogni modo dobbiamo ricordare che se non siamo dei medici non sempre è positivo fare considerazioni sul nostro presunto metabolismo, magari elaborando di conseguenza una qualche dieta fai da te. Del resto non sempre è così facile individuare la reale velocità del metabolismo. Tuttavia esiste un test clinico per individuare che tipo di metabolismo abbiamo: si tratta dell'odor test o test olfattivo. Questo test sfrutta il fatto che i nostri cicli metabolici influenzano il modo in cui percepiamo gli odori. Il test consiste nell'odorare sei flaconi di sostanze chimiche e vegetali e rispondere a una serie di domande sugli odori che si percepiscono. L'odor test si può fare in numerosi centri diagnostici e costa in media circa 40 Euro.

Cosa accelera e cosa rallenta il metabolismo

Abbiamo visto che una percentuale del consumo energetico giornaliero è strettamente legato all'attività fisica, ma la percentuale maggiore è legata al metabolismo basale: maggiore è la percentuale di energie bruciate dal metabolismo basale, più il nostro metabolismo in toto è da considerarsi veloce.

Ma da cosa è influenzata questa percentuale? I fattori sono diversi, ma ecco quali sono quelli principali:

  • Come e cosa mangiamo: al contrario di quanto si possa pensare mangiare poco e/o digiunare rallenta il metabolismo. Al contrario mangiare (ovviamente senza esagerare) più volte durante la durata della giornata tende ad accelerare il metabolismo.
  • Sport e stile di vita: più ci muoviamo e più il metabolismo accelera, più siamo sedentari e più il metabolismo rallenta. Questo perchè al di là del consumo di energie del momento vero e proprio in cui ci si muove, l'attività fisica (ovviamente fatta con una certa intensità) "mette in moto" il corpo e quindi il metabolismo, e continua a farci consumare energie anche per molte ore dopo aver terminato l'allenamento. Sempre in fatto di stile di vita: non tutti sanno che anche lo stress può rallentare il metabolismo.
  • Temperatura esterna: quando le temperature sono molto alte o molto basse il nostro corpo accelera il metabolismo, e brucia più energie per adattarsi alla situazione "estrema".
  • Età: col passare degli anni il metabolismo rallenta fisiologicamente, anche se questo fenomeno può essere in parte contrastato grazie all'attività fisica e alle abitudini salutari.
  • Sesso: altro elemento puramente fisiologico, gli uomini hanno in media un metabolismo più veloce delle donne.
  • Ormoni: anche gli ormoni influenzano il metabolismo, e i casi sono diversi e un po' più complessi da trattare (esempio: chi ha problemi di tiroide può soffrire di metabolismo rallentato o al contrario iper-accelerato)
  • Ereditarietà: anche la genetica fa la sua parte, e può influenzare l'efficienza del nostro metabolismo.
  • Massa magra e muscoli: più siamo muscolosi e più il nostro corpo brucia energie, più in generale la massa magra consuma più energie di quella grassa. Per lo stesso motivo più ingrassiamo e più il metabolismo rallenta.
  • Gravidanza e allattamento: sia durante la gravidanza che durante l'allattamento il metabolismo subisce delle fisiologiche accelerazioni.

Come stimolare o accelerare il metabolismo

Ora che abbiamo un quadro di informazioni più completo, vediamo invece come spezzare il circolo vizioso del metabolismo lento. Di seguito i principali elementi e le buone abitudini che possono accelerare il metabolismo:

  • Alimentazione: è necessario fare attenzione a ingerire più proteine e meno carboidrati. Questo non vuol dire eliminare i carboidrati, perchè il nostro corpo necessita l'assorbimento di un'alimentazione varia e completa, ma semplicemente bisogna evitare che la nostra dieta sia principalmente a base di carboidrati.
  • Non fare una dieta drastica: mangiare poco o peggio fare digiuni rallenta il metabolismo. Piuttosto bisogna puntare a un'alimentazione sana ed equilibrata, magari facendosi aiutare da uno specialista che metta a punto una dieta adeguata.
  • Attività fisica: sembra scontato dirlo, ma avere uno stile di vita attivo e praticare qualche sport è fondamentale. Anche lo yoga può essere molto utile.
  • Aumentare la massa muscolare aumenta il metabolismo basale: in altre parole, più muscoli abbiamo e più compiere anche i gesti più banali richiede una maggiore energia. Questo è un circolo virtuoso che possiamo innescare anche senza bisogno di diventare culturisti, basta fare attività fisica in modo regolare, magari alternando attività aerobiche e attività di tonificazione (cioè pesi).
  • Metodi naturali: rimedi naturali come erbe, spezie e integratori possono dare una mano a velocizzare il metabolismo.

Accelerare il metabolismo: video con i consigli dell'esperto

Ricordiamo sempre che quando affrontiamo questioni legate ad alimentazione e salute, come il metabolismo, è sempre bene ascoltare il parere degli esperti. In questo video potete ascoltare i consigli del dottor Giuliano Ubezio, dietista, che spiega alcuni modi per velocizzare il metabolismo:

 

 

 

Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt