1 5

Omega 3: perchè fanno bene e dove trovarli

/pictures/2018/06/06/omega-3-perche-fanno-bene-e-dove-trovarli-4000842977[852]x[355]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-benessere
Gli omega 3 sono i cosiddetti grassi buoni e dovrebbero sempre essere integrati nella nostra alimentazione, ecco quali sono i cibi in cui possiamo trovarli

Omega 3: benefici e alimenti che li contengono

Li avrete sicuramente sentiti nominare un milione di volte, ma cosa sono gli Omega 3 e perchè fanno bene? Gli Omega 3 sono dei grassi acidi che regalano numerosi benefici all'organismo. Fondamentali per mantenere il peso forma ma soprattutto per prevenire demenza, Alzheimer, problemi cardiovascolari e tutti i disturbi correlati alla degenerazione cellulare. Queste sostanze, infatti, note per essere degli acidi cosiddetti polinsaturi rappresentano dei nutrienti essenziali per combattere e prevenire il diabete di tipo 2, ma anche le unghie fragili, i capelli secchi, problemi legati alla pelle e i dolori articolari.

Omega 3 benefici

Andiamo a vedere velocemente perchè gli Omega 3 fanno bene, e su quali aspetti particolari e in che modo ci apportano benefici:

  • CUORE: gli Omega 3 riducono il colesterolo e la pressione sanguigna, e la loro azione contribuisce a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari
  • CAPELLI E UNGHIE: gli Omega 3 si rivelano molto nutrienti sia per unghie che capelli, e li rendono più forti e belli.
  • COLESTEROLO: gli Omega 3 aiutano a ridurre il colesterolo e hanno anche l'ulteriore funzione di accelerare il metabolismo, calmando anche il senso di appetito. Insomma sono una mano santa per la linea.
  • ARTICOLAZIONI E OSSA: oltre a migliorare le condizioni delle cartilagini gli Omega 3 sono anti infiammatori, e in quanto tali mitigano i dolori delle articolazioni
  • MEMORIA: gli Omega 3 secondo diverse ricerche apportano benefici anche al cervello, migliorando la memoria e contrastando il sopraggiungere dell'Alzheimer
  • PELLE E ACNE:  gli Omega 3 aiutano anche la pelle, rendendola più compatta, idratata e in salute, ritardandono l'invecchiamento e contrastando l'acne.

Come ridurre il consume di sale in tavola

Omega 3: gli alimenti

Di seguito vi mostreremo, quindi, i principali alimenti dove questi sono presenti. Ecco i cibi da inserire nel nostro regime alimentare se vogliamo fare il pieno di Omega 3:

Semi di lino

Oltre a contenere Omega 3 i semi di lino possono avere molteplici effetti benefici per l’organismo, per esempio contro la stitichezza, la pressione alta, il colesterolo e problemi di cuore. Sono anche ricchi di un acido grasso fondamentale detto Acido Alfa Linoleico (ALA). Per assumere il giusto quantitativo di Omega 3 quotidianamente dovreste consumarne almeno 2 cucchiai, come specifica la nutrizionista indiana Priya Kathpal. Ottimi anche i semi ricavati dalla pianta della canapa, ma in generale tutti i semi da mangiare sono ricchi di proprietà benefiche.

Semi di chia

Questi sono una delle fonti vegetali primarie di Omega 3 e possono essere consumati nelle insalate oppure come snack croccante. Regolarizzano le funzioni intestinali, sono ricchi di fibre e favoriscono la resistenza fisica e la stabilità emotiva.

Salmone

Questo pesce, insieme a sardine, gamberi, granchi e ostriche, possiede notevoli quantità di acidi grassi e in più, è ricco di Omega 6, proteine, vitamine e minerali. Se poi incontra anche i vostri gusti sbizzarritevi: potete consumarne anche 2-3 porzioni a settimana.

Olio di pesce

Vuol dire che bisogna condire l'insalata con del fantomatico olio di pesce? Ebbene no: si tratta infatti di un ingredienti che esiste in commercio sotto forma di pillole, quindi come integratori. Le pillole di olio di pesce comunque sono consigliate in ultima istanza, ovvero, nel caso non si riesca ad assumere il giusto quantitativo di questi grassi naturalmente nella dieta.

Noci

La frutta secca è una delle fonti principali di nutrienti, fibre, proteine e ferro. Le noci, in questo senso, ne forniscono un apporto importante, contenendo anche bassi livelli di colesterolo. Anche 3 possono rispondere al fabbisogno giornaliero e grazie alla loro versatilità e al loro sapore così caratteristico, possono essere utilizzate nelle insalate, nello yogurt oppure nei pesti. Non bisogna comunque esagerare con le quantità perchè sono molto caloriche.

Semi di soia

Molti prodotti a base di soia, come ad esempio il latte, possono offrire il giusto apporto di Omega 3, ne è sufficiente anche un bicchiere al giorno. I semi di soia hanno un basso contenuto di colesterolo, ma, d'altro canto, sono ricchi di fibre, ferro, calcio, proteine, vitamina K e folati.

Uova

Le uova sono un’ottima fonte di proteine e Omega 3, ma dato il loro elevato livello di colesterolo è opportuno consultare il proprio medico prima d’inserirle in maniera massiva nella dieta. Come ci insegna la colazione anglosassone, sono ottime da mangiare al mattino, ma anche come pasto completo se accompagnato con verdure e pane integrale,.

Cavolfiore

Quest’ortaggio è considerato uno dei più ricchi di Omega 3 e di altri nutrienti essenziali come il potassio, il magnesio e la niacina che aiutano a mantenere in salute il cuore e i vasi sanguigni.

Olio di canola

La canola possiede numerose virtù per il benessere del cuore, oltre ad essere ricca di Omega 3. È anche un ottimo olio per la frittura perché ha un punto di fumo molto elevato.

Spinaci

Una tazza di spinaci sbollentati in acqua è sufficiente per il fabbisogno quotidiano di acidi grassi. Oltre a questo gli spinaci sono poveri di calorie e ricchi di minerali e ferro: insomma potete inserirli nei vostri menù a piene mani.

Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-benessere-0