gpt skin_web-benessere-0
gpt strip1_generica-benessere
gpt strip1_gpt-benessere-0
1 5

Rimedi naturali contro i capillari rotti sulle gambe

Molti soffrono del problema dei capillari rotti, scopriamo per quali motivi questi compaiono e come combatterli attraverso eccellenti rimedi

Capillari sulle gambe

I capillari rotti, ovvero quelle piccole vene rosse o bluastre che compaiono sulla superficie della pelle e rappresentano uno dei problemi estetici più comuni e odiati dalle donne. Da un punto di vista medico sono definiti “teleangectasie” e colpiscono, oltre al viso, anche le gambe. Vediamo quali sono le cause e i rimedi della fragilità dei capillari, segno di un ristagno dei liquidi nel sistema linfatico e da un rallentamento della circolazione del sangue nelle vene.

Capillari sulle gambe: le cause

I fattori che determinano la comparsa dei capillari sulle gambe sono:

  • Cause genetiche. I figli di genitori che soffrono di fragilità capillare avranno più possibilità di sviluppare questo disturbo. La comparsa dei capillari sulle gambe riguarda di più le donne rispetto agli uomini;
  • Squilibri ormonali che potrebbero essere legati alla gravidanza o all'assunzione della pillola anticoncezionale;
  • Aumento o perdita di peso;
  • Stitichezza cronica;
  • Stress e l’assunzione di certi medicinali;
  • Stile di vita sbagliato e sedentarietà;
  • Consumo eccessivo di alcolici e il fumo;
  • Abiti troppo attillati o di scarpe alte possono influire nella comparsa di questo inestetismo.

Rimedi naturali per capillari sulle gambe

  • Creme specifiche
  • Integratori
  • Cibi sani
  • Camminata
  • Centella
  • Ribes nero
  • Vite rossa
  • Mirtillo

L'omeopatia per le gambe pesanti

Per gambe stanche, gonfie e appesantite possono venirci in aiuto alcuni rimedi omeopatici. In caso di insufficienza venosa i medicinali omeopatici utilizzati sono la vipera redi, indicata in caso di gambe pesanti oppure la pulsatilla usata quando il gonfiore coinvolge le ginocchia, le caviglie e i piedi è accompagnato da una sensazione di pesantezza o stanchezza che si verifica soprattutto nel periodo premestruale. Natrum muriaticum, rimedio omeopatico indicato in caso di caviglie e gambe gonfie e pesanti e formicolii diffusi. Se le vene sono infiammate e indurite c’è la sorbus domestica oppure la calcarea carbonica, in caso di gonfiore localizzato soprattutto nella zona delle ginocchia.

Rimozioni capillari gambe con il laser

Per intervenire sui capillari rotti esistono delle metodologie specifiche, da valutare sempre in base al caso del paziente e dopo aver ascoltato il parere del proprio medico curante. E sono il laser vascolare che agisce sui capillari più grossi e profondi, la radiofrequenza focalizzata, adatta solo ai capillari piccoli e superficiali, trasmette energia elettromagnetica che va a chiudere le pareti del vaso, e infine la scleroterapia che inietta una soluzione ipersalina nella parete vascolare. I trattamenti  terapeutici si eseguono in autunno o in inverno e mai durante la bella stagione con l’arrivo dei primi caldi. Riguardo i risultati non sempre i capillari vengono eliminati totalmente.

Come prevenire la rottura dei capillari delle gambe

Ci sono delle buone abitudini per migliorare la circolazione del sangue e prevenire la comparsa dei fastidiosi capillari. Fate attività fisica con costanza, dall’andare in bicicletta a correre, da camminare a fare le scale a portare a spasso il cane. Il movimento è fondamentale ed evitate di stare sedute accavallando le gambe. Per stimolare la circolazione la sera dormite a pancia in su con un cuscino sotto le gambe oppure sedetevi e rialzatele per farle riposare.

Per rinforzare le pareti dei capillari, renderle più elastiche e favorire il flusso del sangue potete assumere tisane e integratori a base di vite rossa, edera, mirtillo, ribes nero rusco e centella che aiutano a ristrutturare la parete dei capillari, attivano il sistema linfatico e stimolano il recupero dei fluidi che si sono accumulati nei tessuti. Molti di questi rimedi sono disponibili anche sotto forma di creme e gel rinfrescanti, come quello a base di aloe vera.

Ovviamente anche l’alimentazione svolge un ruolo importante nella prevenzione. Mangiate molta frutta e verdura contenente Vitamina C e frutti rossi ricchi di flavonoidi che migliorano la salute dei vasi sanguigni. È importante anche ridurre il consumo di sale, bere più acqua durante la giornata e fare esercizi specifici per tonificare le gambe come camminare, step, saltare o pedalare.

Non dimenticate mai di utilizzare, prima di andare in spiaggia, una crema che vi protegga dal sole. L’esposizione diretta ai raggi ultravioletti, soprattutto in estate, peggiora questo problema della pelle. Scegliete e comprate in farmacia la crema solare più adatta al vostro tipo di pelle, per la protezione dei vasi sanguigni e dei capillari delle gambe. Vi consigliamo di fare brevi docce con getti di acqua fredda sulle gambe nel corso della giornata. Al mare bagnatele spesso e camminate in acqua.

gpt native-bottom-foglia-benessere
gpt inread-benessere-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-benessere-0