1 5

Cattiva igiene orale legata a pressione alta

/pictures/2018/10/24/cattiva-igiene-orale-legata-a-pressione-alta-631671142[4146]x[1728]780x325.jpeg Shutterstock
Secondo una ricerca italiana le persone con pressione alta e in cura con farmaci ad hoc hanno maggiori probabilità di beneficiare della terapia, se hanno anche una buona salute orale e non soffrono ad esempio di parodontite

Cattiva igiene orale legata a pressione alta

Sorrisi trascurati nel mirino. Secondo una ricerca italiana le persone con ipertensione e in cura con farmaci ad hoc hanno maggiori probabilità di beneficiare della terapia, se hanno una buona salute orale. I risultati dell'analisi dell'Università dell'Aquila, pubblicata su Hypertension, sono basati su una revisione dei dati relativi ad esami medici e dentistici di oltre 3.600 persone con pressione alta.
Ebbene, i pazienti con gengive più sane hanno una pressione più bassa e hanno risposto meglio ai farmaci per l'ipertensione rispetto ai soggetti afflitti da parodontite. In particolare, i pazienti con malattia parodontale avevano il 20% in meno di probabilità di raggiungere livelli di pressione sani, rispetto a quelli con una buona salute orale.

10 rimedi contro lo stress

"I medici dovrebbero prestare molta attenzione alla salute orale dei loro pazienti, in particolare quelli che ricevono il trattamento per l'ipertensione, e sollecitare quelli con segni di malattia parodontale a sottoporsi a cure dentistiche", ha detto l'autore principale dello studio, Davide Pietropaoli dell'Università dell'Aquila. "Allo stesso modo, gli specialisti di salute dentale dovrebbero essere consapevoli" dei riflessi sullo stato cardiovascolare.
Nello studio, i pazienti con grave parodontite avevano una pressione sistolica che era, in media, 3 mmHg più alta di quelli con una buona salute orale. Anche se apparentemente piccola, questa differenza è simile alla riduzione della pressione arteriosa che può essere ottenuta riducendo l'assunzione di sale di 6 grammi al giorno, hanno detto i ricercatori.
La presenza di malattia parodontale ha ampliato ulteriormente il divario, fino a 7 mmHg, tra le persone con ipertensione non trattata. Il sospetto è che la malattia parodontale possa in qualche modo interferire con l'efficacia della terapia per imbrigliare la pressione.
"I pazienti con pressione alta e i medici che li hanno in cura devono essere consapevoli che una buona salute orale può essere importante nel controllo della condizione come interventi mirati sullo stile di vita: da una dieta a basso contenuto di sale, al regolare esercizio fisico e al controllo del peso", ha detto Pietropaoli.
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-benessere-0