1 5

I cibi che fanno bene al cuore

L'alimentazione è fondamentale per stare bene, ecco nello specifico i cibi che fanno più bene al cuore

I cibi benefici per il cuore

Frutta e verdura, legumi pilastro della dieta mediterranea, pesce come il salmone ricco di grassi buoni, cioccolato nero e pomodoro, 're' della cucina italiana e ancora più salutare se cotto. Sono gli ingredienti del 'menu del cuore', suggeriti e analizzati dagli esperti dell'Humanitas Gavazzeni di Bergamo. Ecco i cibi amici nel nostro organo-motore, descritti dai medici dell'ospedale lombardo.

Salmone

E' ricco di omega-3 che favoriscono la stabilità della cellula miocardica e quindi la corretta trasmissione del'impulso cardiaco, riducono i livelli dei trigliceridi nel sangue dopo i pasti e a digiuno, e aumentano il cosiddetto colesterolo 'buono' (Hdl, High Density Lipoproteins) prevenendo la formazione di placche nelle arterie.

Pomodoro

E' fonte di licopene, soprattutto se viene cotto. Il consumo di pomodoro riequilibra il deficit di potassio tipico di molte diete. Questo ione è prezioso e deve essere assunto nelle giuste dosi: un eccesso o difetto nel sangue può provocare aritmie.

Verdura e frutta

Ricche di vitamine e oligoelementi, sono fondamentali per l'efficienza del metabolismo. Il processo metabolico riguarda tutti i tessuti, anche il miocardio: quando il battito cardiaco sale di frequenza, il muscolo del cuore utilizza proprio gli zuccheri, come il fruttosio, come prima fonte di energia.

Legumi

Dalla salute del nostro secondo cervello, l'intestino, dipende quella di tutto il corpo. Ecco perché è importante che nella dieta ci sia spazio per i legumi, come i ceci e le lenticchie, ricchi di proteine vegetali e di fibra mista (idrosolubile e non) che tanto piace alla flora intestinale. Nella dieta mediterranea non sono mai mancati.

Cioccolato fondente

Uno o due quadratini di cioccolato nero, con un minimo di 70% di cacao, male non fanno. Anzi fanno bene, soprattutto se si scelgono prodotti con un basso livello di grassi. I benefici riscontrati in chi lo consuma con regolarità potrebbero essere dovuti all'azione antiossidante dei flavonoidi contenuti nel cacao (come nei frutti rossi) e alla teobromina, un alcaloide ad azione vasodilatatrice e cardiostimolante.

Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-benessere-0