1 5

Consigli per praticare spinning

/pictures/2015/06/15/7-cose-da-sapere-prima-di-diventare-una-maniaca-di-spinning-2489247359[4134]x[1721]780x325.jpeg iStock
Dall'allenamento all'abbigliamento, tanti utili suggerimenti per praticare al meglio lo spinning

Consigli per praticare spinning

Se siamo pigre e non abbiamo alcuna intenzione (nonostante le tante proposte delle amiche) di andare a correre, ancora meno se piove ma ancora più se il sole è forte e troppo caldo: forse stiamo cercando unicamente delle scuse per schivare la corsa..
Ecco allora per noi, forse, una soluzione che potrebbe farci cambiare idea sullo sforzo fisico: e se facessimo spinning?
Utilizzare la cyclette in palestra è un’ottima idea per bruciare, senza innervosirsi dalla fatica (ciondolando la testa a destra e sinistra per una corsa non voluta) il tutto a tempo di musica per guadagnare una forma fisica invidiabile anche da chi ogni giorno si strugge di corsa!

Come riuscire a praticare sport con costanza

Inoltre, fare spinning sarà un ottimo allenamento per il nostro cuore, per i nostri glutei e per gli addominali, ma non solo..
Ecco allora, cosa dobbiamo sapere prima di diventare vere e proprie maniache di spinning..

  1. In soli 45 minuti di bicicletta da camera, spinning o cyclette (come preferiamo chiamarla!) pedalare a ritmo di musica ci potrà anche fare bruciare fino a 600 calorie! Tanto di guadagnato per polmoni, glutei, polpacci, quadricipiti e muscoli vari sparsi per il corpo.. Se riusciremo ad essere costanti nell’esercizio potremo ridurre il grasso corporeo migliorando notevolmente la funzione cardiovascolare.
  2. La posizione: siamo alle prime armi? Scegliamo un posto davanti in prima fila: saremo più motivate a continuare grazie alla visione dell’allenatore che ci stimola, anche se le prime volte sarà davvero dura portare a termine tutto il ciclo di allenamento! Niente paura ragazze: poco per volta riusciremo a completare il nostro allenamento senza uscire dalla palestra trascinando la lingua per terra.
  3. Abbigliamento: ideali sono i leggins sotto il ginocchio ma se siamo particolarmente delicate, un pantaloncino imbottito specifico per bicicletta sarà la scelta migliore. Suderemo molto: dotiamoci di un asciugamano morbido che butteremo sulle spalle per evita che il sudore ci grondi lungo la schiena, che ci manterrà più fresche a lungo (inoltre, se sceglieremo un asciugamano in tinta con il nostro abbigliamento saremo perfette e glamour!).Scarpe: esistono calzature specifiche per cyclette che dovranno essere indossate e infilate nell’apposito pedale come calzature da sci, fino a sentire il click. Se però siamo delle sportive (a riposo!) avremo sicuramente delle scarpe da ginnastica comode. Ecco, quelle saranno perfette per l’occasione: il piede in questo caso andrà posto al centro del pedale per una corretta posizione.  

    Anche il viso va in palestra

  4. Cos’è quella strana manopola che troviamo di fronte a noi sul manubrio? È una manopola di resistenza: servirà a controllare la durezza dei pedali affinchè i muscoli lavorino il necessario. Sarà l’istruttore a determinare i numeri come se fossimo in una vallata oppure in salita su una collina! È importante però che manteniamo la resistenza in base alle nostre possibilità: non esageriamo, potremmo stimolare in maniera eccessiva i muscoli e scoraggiarci per i dolori postumi!
  5. Altezza del sedile: esiste una posizione per determinare l’altezza del nostro sedile affinchè sia quella più corretta. Ponendoci a fianco della sella, questa deve raggiungere i nostri fianchi. Una volta sedute, possiamo controllare la correttezza osservando la gamba: nella parte inferiore della pedalata la gamba deve essere piegata di circa 30 gradi. Nella pedalata poi, le nostre ginocchia devono essere allineate alle dita dei piedi. Inoltre, se soffriamo di dolori alla schiena, la posizione più corretta è schiena verticale e manubrio alto (più basso è il manubrio più sforza la schiena nella zona lombare).
  6. Mettiamocela tutta e facciamolo con passione: lo spinning ci permette di impegnarci godendoci la musica (in quest’attività, infatti, possiamo scegliere la musica in base ai nostri gusti) e cerchiamo di utilizzare il più possibile gli addominali per distribuire al meglio lo sforzo fisico. Inoltre, più riusciremo a perdurare, più saremo motivate a farlo, e in breve tempo ragazze, vedremo i tanti attesi risultati!
  7. Arriviamo sempre in tempo alla lezione: infatti, una volta iniziata, non ci sarà più permesso l’ingresso. Prima dell’allenamento possiamo permetterci uno spuntino ma questo deve essere consumato almeno 90 minuti prima: avremo così il tempo di digerire e molta energia per il nostro notevole sforzo fisico. Potremo mangiare frutta, fresca o essiccata (banane e fragole magari in un buon frullato), cereali, ceci, albume d’uovo, bevande con caffeina (per una carica senza eguali!), toast integrale con pistacchi, noci e miele (a lento rilascio), petto di pollo, riso integrale e yogurt.Saremo così in piena forma, cariche di energia e per nulla appesantite!

 

Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-benessere-0