1 5

Sintomi e disturbi della menopausa: quali sono, quanto durano e cosa fare

/pictures/2016/10/06/disturbi-della-menopausa-quanto-durano-e-cosa-fare-i-rimedi-2287030872[5415]x[2251]780x325.jpeg Shutterstock
La menopausa porta con sé una serie di disturbi per i quali esistono diversi rimedi, scopriamo di quali si tratta e come affrontarli per ritrovare l'equilibrio

Sintomi e disturbi della menopausa

La menopausa è accompagna dall'insorgere di una serie di disturbi che sono legati a questa fase della vita e che essenzialmente dipendono dal calo di estrogeni e progesterone normalmente prodotti dal notro organismo e che determinano la progressiva sparizione del ciclo mestruale. L'importante quando ci troviamo a vivere premenopausa e menopausa è non avere timore e rivolgerci al nostro medico per chiedere consiglio e farci indicare i rimedi più adatti alla nostra situazione e al nostro corpo. E' considerato un momento così importante per una donna che c'è anche una Giornata mondiale della menopausa. Scopriamo di quali disturbi parliamo e come affrontarli.

Ormone impazzito: cosa significa e cosa si può fare

Sintomi e disturbi della menopausa quanto durano

Non c'è una durata standard per la menopausa, questo periodo o meglio l'ingresso in questo periodo può durare diverso tempo. E' stata individuata una durata di massima della transizione in menopausa e quindi anche dei disturbi ad essa correlati. Ci sono donne che continuano ad avere sintomi per cinque anni, altre che invece lamentano disturbi fino a sette anni, ma la durata può variare ed essere leggermente più breve o più lunga in base alla persona e alle sue precipue caratteristiche fisiche.

Come evitare di prendere peso in menopausa

Come molte donne sanno, la menopausa è spesso accompagnata da un aumento di peso. Quali sono le cause? Sempre dagli ormoni la cui diminuzione ha un effetto significativo anche sul metabolismo che, inevitabilmente, diventa più lento. Per questo se vogliamo evitate di ingrassare in menopausa dobbiamo pensare a mangiare cibi sani ed equilibrati, dobbiamo cercare di ridurre il numero di calorie introdotto perché le bruciamo più lentamente e dobbiamo pensare a fare attività fisica in menopausa. Meglio lasciar perdere comunque le diete fai da te o l'imposizione di restrizioni alimentari severe: il nutrizionista o il dietologo possono guidarci in questo cammino che ci aiuterà a ritrovare l'equilibrio, ed elaborare una precisa dieta per la menopausa.

Sintomi e disturbi della menopausa cosa fare

Può capitare che i disturbi derivati dalla menopausa siano particolarmente aggressivi e ci rendano più complicata la vita. Non c'è alcun motivo di attendere che passino senza prendere in conto il fatto che non ci sentiamo bene, quindi se ci riconosciamo in questa situazione dobbiamo contattare il nostro ginecologo, prendere appuntamento e studiare un piano che attenui i disturbi. Esistono delle terapie ormonali sostitutive che si possono seguire, ma dobbiamo essere coscienti del fatto che solo un ginecologo può sapere se ne abbiamo davvero bisogno o se invece la strada da seguire è un'altra.

Sintomi e isturbi della menopausa precoce

I disturbi della menopausa precoce, che si definisce come la cessazione totale del ciclo mestruale prima dei 40 anni, sono simili a quelli della menopausa "normale". Il ciclo diventa irregolare, si possono avere episodi di tachicardia, disturbi del sonno, un calo del desiderio in menopausa e le classiche vampate di calore. Il seno in menopausa aumenta di dimensione. Come facciamo a sapere se quelli di cui soffriamo sono effettivamente sintomi della  menopausa precoce? Ancora una volta è il ginecologo che può dare la diagnosi definitiva, magari chiedendo di sottoporci ad esami specifici per la menopausa per rilevare il dosaggio ormonale dell'FSH che stimola i follicoli delle ovaie. L'importante è essere attente ai campanelli d'allarme e fare eventualmente un controllo in più dal nostro ginecologo oltre a quello annuale, ricordate ad esempio che non possono esserci mestruazioni in menopausa.

Menopausa, rimedi naturali

Ci sono una serie di rimedi naturali ai quali possiamo fare ricorso per alleviare i sintomi e aiutare la donna ad affrontare la menopausa. Consideriamo però che questi sono solo degli aiuti ulteriori, ma in nulla sostituiscono il parere del ginecologo o altri tipi di cure o terapie che solo un medico può prescriverci. La salvia e in particolare una tisana con le sue foglie può aiutare nel caso si soffra di vampate, allo stesso modo può funzionare la passiflora, oppure il trifoglio rosso. Un altro valido aiuto può essere il magnesio a cui molte donne fanno ricorso anche per contrastare i disturbi legati invece alle mestruazioni. A poco a poco riusciremo a recuperare la normalità e a vivere anche il sesso in menopausa nella maniera migliore.

Come combattere la ritenzione idrica in menopausa

La ritenzione idrica è un classico problema di noi donne a tutte le età, quindi anche nell'età della menopausa.  I rimedi sono del resto praticamente gli stessi: limitare il consumo di sale, bere molta acqua (anche quando manca lo stimolo), aiutarsi con tisane drenanti e fare sport. In particolare vi consigliamo gli sport acquatici, non per forza il nuoto libero, ma anche l'acqua gym, perché l'azione dell'acqua sul corpo è un drenante naturale e consente di smaltire più rapidamente i liquidi in eccesso.

Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt