gpt strip1_generica-benessere
gpt strip1_gpt-benessere-0
gpt skin_web-benessere-0
1 5

Eritema solare su viso e corpo: quanto dura e come curarlo con i rimedi naturali

L'eritema solare è una infiammazione della cute che compare se non prendiamo il sole correttamente, ecco quanto dura e come curarla

Eritema solare

L'eritema solare è la classica infiammazione della pelle di cui si è vittima nei mesi estivi. Diciamo questo con un certo rammarico, perché l'eritema solare rappresenta un grande stress per la pelle e soprattutto può essere evitato prendendo il sole correttamente. Tuttavia, chi non utilizza creme solari con l'adeguato fattore di protezione, o non ne utilizza affatto, va soggetto al tipico arrossamento con bollicine o puntini rossi che danno un fastidioso prurito. I diretti responsabili dell'eritema solare sono i raggi UVB (responsabili anche del melanoma) e può essere frutto di una scottatura leggera, o di un'ustione decisamente più pesante e bisogna assolutamente curarlo per farlo passare, evitando di sottoporre la pelle ad ulteriori fatiche.

Eritema solare sintomi

Quali sono i sintomi dell'eritema solare? I sintomi classici sono un forte arrossamento (la pelle può diventare anche violacea) dolore se si tocca la parte interessata e delle bolle, che vengono definite vescicole e che sono piene di liquidi. Tutto questo è spesso accompagnato da una sorta di spellatura e da un forte prurito, prurito che si manifesta perché aumenta l'afflusso del sangue nella zona arrossata. E' impossibile ignorare i sintomi dell'eritema, perché sono semplicemente troppo fastidiosi per riuscirci. L'intensità dei sintomi deve indicarci anche la modalità della cura. Se l'eritema è comparso in una zona circoscritta e non presenta le vescicole, ci si può curare con le classiche creme e con rimedi che sarà lo stesso farmacista ad indicarci, se invece l'eritema è più ampio, ci sono le vescicole e magari compare anche la febbre, è indispensabile andare dal medico e seguire pedissequamente le sue indicazioni.

Eritema solare viso

L'eritema solare al viso è particolarmente sgradito perché ben visibile e perché rischia di lasciare la pelle macchiata per un certo periodo. L'eritema solare al viso ha le stesse caratteristiche di quello che compare nel resto del corpo, bisogna però fare ancora maggiore attenzione in questo caso perché la pelle del viso è particolarmente delicata e non la si può coprire facilmente come si fa con il corpo, per quest'ultimo basta ricorrere agli indumenti. E' indispensabile stare all'ombra, tenendo eventualmente anche un cappello e idratare con costanza la parte interessata, anche bere aiuta a reidratare la zona colpita dall'eritema solare. Anche se non sono piacevoli a vedersi, per nessuna ragione bisogna rompere le vescicole.

Eritema solare quanto dura

La durata dell'eritema solare può variare, tutto dipende infatti dalla gravità del problema. Si parla di appena 4 o 5 giorni se l'infiammazione cutanea non è particolarmente pesante, ma il tempo si allunga decisamente di più se l'eritema è esteso e presenta le bolle, può durare anche più di 10 giorni prima di sparire completamente e permetterci di prendere il sole nuovamente (stavolta però facendo attenzione e mettendo la crema!)

Eritema solare rimedi naturali

  • Aloe vera
  • Oli essenziali
  • Impacco di camomilla
  • Patata cruda
  • Amamelide
  • Bicarbonato

Ci sono numerosi rimedi naturali che si possono utilizzare per lenire il prurito e il rossore dell'eritema. Uno dei più efficaci è senza dubbio l'aloe vera, soprattutto in versione gel, che ha grandi proprietà antinfiammatorie e idratanti. Un bel bagno con del bicarbonato può rivelarsi anch'esso un toccasana, mentrese desideriamo un rimedio naturale topico possiamo provare a tamponare l'eritema con una patata cruda. Infine, se siamo a casa e abbiamo un po' di tempo, possiamo preparare un impacco con la camomilla dalle ottime proprietà disinfiammanti.

gpt inread-benessere-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-benessere-0