1 5

Le proprietà dell’ossido di zinco, cosmetiche e terapeutiche

/pictures/2016/08/03/le-proprieta-dell-ossido-di-zinco-cosmetiche-e-terapeutiche-3649470004[5189]x[2166]780x325.jpeg
Quali sono le proprietà dell'ossido di zinco in crema, spray e puro? Ecco per cosa puoi usarlo e dove si compra

Le proprietà dell'ossido di zinco

L’ossido di zinco è un composto chimico molto conosciuto dalle mamme per via delle sue proprietà lenitive contro i rossori che possono infastidire la vita dei nostri neonati. Ma le proprietà dell’ossido di zinco non finiscono qui, e per questo è uno dei prodotti più usati per creme, unguenti e spray cosmetici. Oggi quindi ti mostreremo quali sono le proprietà dell’ossido di zinco, e come usarlo per alleviare i piccoli fastidi della vita quotidiana.

Ricordiamo sempre che a seconda delle creme, degli unguenti e dei prodotti, la percentuale dell’ossido di zinco può variare così come gli effetti sulla pelle e sull’organismo: al di fuori degli usi cosmetici, prima di utilizzare l’ossido di zinco chiedete sempre consiglio al vostro medico.

Le proprietà del magnesio

Le proprietà terapeutiche dell'ossido di zinco

Le proprietà terapeutiche dell’ossido di zinco, che è uno dei sali minerali fondamentali o perlomeno quelle fin qui svelate dagli studi scientifici che lo hanno visto protagonista, sono varie e riguardano diversi tipi di fastidi che possono riguardare il corpo. Generalmente l’ossido di zinco, sotto forma di pomata o unguento, viene utilizzato nel trattamento di problemi della pelle quali l’eczema o alcune dermatosi minori per via della sua azione antisettica e astringente.

Le proprietà antinfiammatorie dell'ossido di zinco

L’ossido di zinco ha poi anche proprietà antinfiammatorie: unito ad altri ingredienti e rigorosamente dietro suggerimento del medico curante, può avere infatti azione lenitiva, antisettica e appunto antinfiammatoria utile a coadiuvare il trattamento, per esempio, di distorsioni, ematomi o contusioni.

Il bendaggio con ossido di zinco

Uno degli usi più celebri dell’ossido di zinco è nel bendaggio. Il bendaggio all’ossido di zinco fu messo a punto da Paul Gerson Unna, dermatologo, nel 1885. Consiste in un bendaggio a triplo strato di cui il primo, quello a contatto con la pelle, è impregnato di pasta all’ossido di zinco. Grazie alle sue proprietà lenitive, l’ossido di zinco viene usato in questi bendaggi per il trattamento di ulcere o come bendaggi a sostegno dopo la rimozione del gesso.

Le proprietà cosmetiche dell'ossido di zinco

Per queste sue particolarità lenitive, l’ossido di zinco è quindi diventato un componente importante anche di alcuni prodotti cosmetici Pomate, creme e spray all’ossido di zinco (di solito contenenti il composto al 10% massimo) possono essere indicate

Le controindicazioni dell'ossido di zinco 

Una delle particolarità benefiche dell’ossido di zinco è poi quella di non avere particolari controindicazioni, soprattutto in uso cosmetico, dove raramente raggiunge il 15% di concentrazione nel prodotto finale. In generale l’ossido di zinco può avere controindicazioni di carattere generale, come la scarsa tollerabilità al prodotto di persone particolarmente sensibili. L’ossido di zinco può poi avere controindicazioni o effetti collaterali se assunto – anche in dosi massicce – per via orale. Infatti per quanto riguarda gli usi terapeutici o cosmetici, lo si trova solitamente in prodotti che vanno utilizzati solo esternamente e mai ingeriti.

Proprietà e usi dell’ossido di zinco

Ecco quindi i principali usi che si fanno dell’ossido di zinco in base alle sue proprietà. Spesso l’ossido di zinco viene usato anche per curare le piaghe della psoriasi: se ne soffrite però, prima di utilizzare qualsiasi rimedio contattate il medico da cui siete in cura.

Crema ossido di zinco per il viso

In molti utilizzano la crema all’ossido di zinco, unito ad altri prodotti come l’aloe vera o il burro di karité, come crema per il viso utile a lenire arrossamenti e irritazioni per il freddo, o per una ceretta troppo calda o mal strappata. La crema all’ossido di zinco per il viso non dovrebbe mai contenere più del 10% di ossido di zinco, poiché il componente tende a lasciare un alone bianco, inconveniente che altri ingredienti possono eliminare o diminuire.

Ossido di zinco e brufoli

Oltre che come lenitivo per il viso, l’ossido di zinco viene spesso associato ai trattamenti anti acne e contro i brufoli, dato che fra le sue proprietà può vantare anche un’azione astringente utile per asciugare i brufoli proteggendo la pelle. Va applicato, in forma di pomata, e massaggiato fino al completo assorbimento. In alternativa si può applicare sul brufolo e lasciarlo asciugare tutta la notte. In ogni caso comunque meglio applicare localmente l’unguento, soprattutto se in crema.

Dove si compra l'ossido di zinco? 

Dove si compra l’ossido di zinco? Dipende ovviamente dalla forma in cui lo si cerca. Spray, pomate e creme all’ossido di zinco, a seconda degli usi, possono essere trovate in farmacia o nei negozi di cosmetici. Se invece cerchi l’ossido di zinco in polvere senza altri ingredienti, puoi comprarlo presso alcune farmacie oppure sui siti online di e-commerce, dopo aver controllato le loro recensioni online per essere sicura di acquistare un prodotto puro e di qualità.

Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-benessere-0