gpt skin_web-ros-0-0
gpt
gpt strip1_gpt-ros-0-0
1 5

Menopausa precoce: dai primi sintomi alle cure, ecco cosa fare

La menopausa precoce è detta tale perché arriva prima dell'età in cui generalmente si manifesta, scopriamo quali sono i sintomi e le possibili cure

Menopausa Precoce

La menopausa precoce è una condizione per cui la funzione riproduttiva femminile viene meno, molto prima dell’età media in cui si manifesta la menopausa propriamente detta, ovvero prima dei 40 anni. Si parla in questi casi di insufficienza ovarica precoce ed è importante avere un bravo ginecologo che ci guidi in questa esperienza. Una storia familiare pregressa e l’abuso di tabacco potrebbero essere concause importanti nel determinare la menopausa precoce spontanea, ma in qualunque caso è bene sapere che esistono terapie ormonali sostitutive, in grado di supplire all’insufficienza ovarica. Solo il nostro ginecologo comunque può stabilire se per noi questa sia la strada terapeutica da seguire. Perciò le donne affette da menopausa precoce non devono sentirsi “diverse” o strane. Succede a molte e le soluzioni, anche se farmacologiche, esistono In realtà esistono due tipologie di menopausa precoce:

  • menopausa precoce spontanea, o insufficienza ovarica prematura, è una patologia dell’ovaio che colpisce sempre più frequentemente donne in giovane età, senza cause apparenti e spesso con sintomi iniziali silenti
  • menopausa iatrogenica, cioè indotta da farmaci e cure particolarmente aggressive, come quelle antitumorali.

Menopausa sintomi iniziali

  • una significativa alterazione del ciclo. In merito alla durata, al ritmo e alla quantità dello stesso, prima della sospensione delle mestruazioni in menopausa
  • il peggioramento della dismenorrea, cioè del dolore mestruale
  • una sindrome premestruale invalidante, tanto da impedire il normale svolgimento della vita quotidiana
  • disturbi del sonno
  • disturbi d’ansia e depressivi
  • iniziale perdita di memoria
  • dolori articolari
  • disturbi digestivi

questi i sintomi e disturbi iniziali della menopausa precoce, anche individuabili come campanelli d’allarme della stessa.

Menopausa precoce cure

Non esiste una cura per la menopausa precoce, si possono tuttavia seguire delle terapie ormonali sostitutive (in tutto simili a quelle della menopausa vera e propria) che consentono di alleviarne i sintomi. In molti casi si somministra la pillola anticoncezionale come terapia ormonale sostitutiva che, in buona sostanza, ci rifornisce di quegli ormoni che il nostro corpo ha smesso di produrre. Le varie cure, come la pillola anticoncezionale, sono dunque volte non tanto a riportare indietro il processo, quanto ad alleviare i vari sintomi caratteristici che possono essere fastidiosi: la mancanza di lubrificazione (approfondite scoprendo il sesso in menopausa), l'insonnia, le classiche vampate di calore notturne. Ci sono anche dei rimedi naturali ai quali si può ricorrere, per esempio per quanto riguarda il sonno la melatonina è una buona alleata, tutti utili ad attenuare le conseguenze della menopausa precoce.

Dato che uno dei sintomi “estetici” più temuti della menopausa è l’aumento di peso, dovuto anche ad un significativo aumento della ritenzione idrica e della fame, sarebbe bene attenersi ad una dieta in menopausa per mantenersi in forma contrastando l'aumento di peso.

Qualche consiglio:

  • fare 5 pasti al giorno e non saltarne nessuno, nemmeno gli spuntini, importantissimi per tenere a bada la fame
  • togliere bevande gassate e alcolici da tavola
  • scegliere carne e pesce magri, per il giusto apporto di proteine
  • controllare la quantità di carboidrati e condimenti (come l’olio)
  • diminuire un po’ le quantità di cibo a pasto
  • fare attività fisica almeno 3 volte alla settimana. Anche una camminata veloce di un’ora può accelerare il metabolismo!

Menopausa precoce conseguenze

  • vampate, anche prolungate e spesso molto fastidiose
  • forte irritabilità
  • sbalzi d’umore frequenti
  • difficoltà a controllarsi
  • crisi di pianto immotivate
  • scomparsa del ciclo
  • calo del desiderio sessuale
  • possibile aumento di peso e ritenzione idrica
  • calo di estrogeni e dunque perdita di capelli e maggiore secchezza della pelle
  • infertilità

Premenopausa

La premenopausa è un periodo di transizione che precede la menopausa. Si parla di solito di anni in cui le ovaie gradualmente producono meno estrogeni e cominciano a comparire i primi sintomi della menopausa vera e propria. La premenopausa si manifesta con una combinazione di fattori:

  • irregolarità del ciclo mestruale
  • tensione al seno in menopausa
  • peggioramento della sindrome premestruale
  • secchezza vaginale
  • stanchezza
  • bisogno di urinare più spesso
  • sbalzi d’umore.

Di solito la premenopausa inizia dopo i 40 anni e diventa sempre più fastidiosa negli ultimi due anni prima della menopausa vera e propria. Tuttavia, nei casi di menopausa precoce anche la premenopausa compare in modo prematuro.

Menopausa precoce e gravidanza

Naturalmente menopausa significa fine dell’età riproduttiva della donna. Quindi la menopausa precoce è una diagnosi molto difficile da accettare per una giovane donna, perchè potrebbe significare l’impossibilità di avere figli. Tuttavia le terapie sostitutive e le ricerche possono in alcuni casi permettere ad una donna di continuare la sua vita riproduttiva fino alla normale età della menopausa. Ma le possibilità variano da caso a caso ed è bene, all’eventuale manifestarsi di una menopausa precoce, cercare subito un centro specializzato per la riproduzione per capire che strategie adottare. Anche i campanelli d’allarme di cui parlavamo prima possono aiutare a decidere quando sia il caso di fare indagini mediche: a volte agire con tempestività può ridurre i rischi di infertilità.

Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt