I nostri speciali

Salute donna

1 5

Perchè lo stress ci fa ingrassare?

Perché lo stress ci fa ingrassare? Lo stress é uno dei fattori che determina maggiormente il nostro peso e cambia il metabolismo, scopriamo perché

Perchè lo stress ci fa ingrassare?

Spesso si cercano le cause delle nostre variazioni di peso in quello che mangiamo o nell’attività fisica che (non) pratichiamo, eppure il più delle volte la causa del nostro ingrassare o dimagrire a dismisura è semplicemente lo stress.

È impressionante come lo stress riesca a influenzare profondamente il nostro corpo: noi prendiamo o perdiamo peso a seconda dei periodi che viviamo e della pressione che li caratterizza, senza poterci fare nulla, o quasi.
Le cause che provocano lo stress sono molteplici e imprevedibili, ecco perché questo stato di tensione tende non solo a non sparire facilmente, ma a diventare quasi cronico nel tempo, in quanto un problema che si risolve è spesso soppiantato da un altro fattore che ci provoca nervosismo e stanchezza. Insomma lo stress non è un problema passeggero e dipende sovente da fattori a noi esterni, come il lavoro, i figli o la frenesia quotidiana, che si susseguono o si accumulano irrimediabilmente in una sorta di circolo vizioso.

Ansia e caldo: un binomio esplosivo

Ma perché accusiamo tanto lo stress sul nostro corpo? Perché ingrassiamo appena ci si presenta una situazione difficile da sopportare o gestire? Vediamolo insieme:

  • LA TIROIDE – Lo stress può causare alti livelli di cortisolo che sopprimono la funzione della tiroide, la quale agisce sul nostro metabolismo, provocando le indesiderate variazione di peso oltre a tutta una serie di altre problematiche fisiche

Consigli anti stress per ogni stagione

  • I NEUROTRASMETTITORI – Quando siamo stressati il nostro corpo sente il bisogno di essere sostenuto da due neurotrasmettitori: la serotonina (o ormone del buonumore) e la dopamina. La serotonina serve a darci quella sensazione di pace e di tranquillità, la dopamina indica la presenza di questa tranquillità ai centri del piacere del cervello. Il problema è che il nostro organismo riesce ad attivare questi neurotrasmettitori solo grazie agli zuccheri e ai carboidrati, alimenti notoriamente ricchi di calorie
  • IL CORTISOLO – Quando siamo sotto stress il nostro corpo si inonda di cortisolo, un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali, responsabile dell’accumulo di grasso e del catabolismo (perdita di massa muscolare). Un eccesso di cortisolo determina un incremento del peso soprattutto a livello addominale, una forte difficoltà a dimagrire e un consistente aumento di ritenzione idrica e cellulite nelle donne
  • I CIBI CONSOLATORI – Quando siamo nervose viene quasi naturale cercare di placare il nostro stato d’ansia con cosiddetti cibi consolatori. Iniziamo dunque a mangiare, non per fame, ma perché cerchiamo la sensazione rilassante che determinati alimenti ci conferiscono. Ingrassare diventa così inevitabile
  • IL CIBO COME AUTOMEDICAZIONE – Quando cediamo alla tentazione di mangiare sotto stress è perché scegliamo il cibo come automedicazione: invece di capire e risolvere il problema che provoca in noi forte tensione, decidiamo di curarci placando e intorpidendo il nostro organismo con le calorie, nulla di più sbagliato. Tentare di rallentare la propria vita sarebbe una soluzione utile per non soffrire di tali disturbi e rivolgersi ad un esperto, nei casi di stress più radicati, potrebbe essere una valida alternativa da prendere in considerazione. Inoltre gli studiosi suggeriscono che per vivere meglio e non rischiare di cadere nella morsa dello stress basterebbe lasciarsi scivolare addosso molte di quelle situazioni che non meriterebbero tante attenzioni. A volte, poi, per essere sereni sarebbe sufficiente imparare semplicemente a delegare di più
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt