gpt skin_web-benessere-0
gpt strip1_generica-benessere
gpt strip1_gpt-benessere-0
1 5

Svegliarsi presto porta benefici e allontana i rischi di depressione

/pictures/2018/07/11/svegliarsi-presto-porta-benefici-e-allontana-i-rischi-di-depressione-1109091192[4824]x[2014]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-benessere
Uno studio pubblicato sul Journal of Psychiatric Research dimostra che alzarsi presto fa bene all’umore riducendo anche i rischi di depressione

Svegliarsi presto: i benefici

Il mattino ha l'oro in bocca. Ad avvalorare il detto popolare è ancora una volta la scienza che, in uno studio pubblicato sul Journal of Psychiatric Research, dimostra che alzarsi presto fa bene all’umore, riducendo i rischi di depressione. La ricerca, pubblicata sul Journal of Psychiatric Research, ha infatti dimostrato che le donne mattiniere sono meno a rischio di depressione. I ricercatori dell'Università del Colorado, del Massachusetts Institute of Technology, di Harvard e dell'Università di Vienna hanno condotto uno studio per capire se il cronotipo delle donne poteva avere un legame con la depressione, analizzando i dati di 32.470 participanti al Nurses Health Study II, con un'età media di 55 anni.
Le donne sono state intervistate sul loro cronotipo, sull'assunzione di antidepressivi o su eventuali diagnosi di depressione. Al termine di 4 anni di indagini, 2.581 partecipanti avevano sviluppato la patologia. In particolare, è emerso che le donne mattiniere avevano un rischio del 12% in meno di depressione, al contrario di quelle nottambule che risultavano più suscettibili di essere colpite dal male oscuro.

Ma risultati simili sono stati osservati restringendo il campo a donne che riferivano una durata media del sonno (7-8 ore) e non svolgevano alcun tipo di turni di lavoro notturni. Da qui l'ipotesi che il cronotipo possa essere un fattore di rischio depressione indipendente dal sonno.
In conclusione, secondo gli autori i risultati dello studio suggeriscono che il cronotipo può influenzare il rischio di depressione nelle donne di mezza età, ma sono necessarie altre ricerche per confermare questi risultati e approfondire il ruolo di fattori sia ambientali che genetici per migliorare la comprensione del ruolo del cronotipo nell'eziologia dei disturbi dell'umore.
Ma i benefici della sveglia di prima mattina, oltre che sull’umore (uno studio ha dimostrato che essere esposti alla luce del sole prima avrebbe un effetto molto positivo), si fanno sentire anche sulla qualità del sonno delle cosiddette ‘allodole’, che sarebbe migliore rispetto a quello dei ‘gufi’. E ancora: svegliarsi presto aiuterebbe a dimagrire e avrebbe un effetto positivo sui risultati scolastici e nelle prestazioni lavorative
gpt inread-benessere-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-benessere-0