1 5

Come assumere una colf in regola

/pictures/2017/10/17/come-assumere-una-colf-in-regola-2559196898[5478]x[2284]780x325.jpeg Shutterstock
La colf è una presenza fondamentale per molte di noi, ma anche una figura lavorativa regolamentata dalla legge. Ecco tutto quello che bisogna fare per assumere una collaboratrice domestica e metterla in regola

Come mettere in regola la colf

Sempre più spesso, oggi, la vita frenetica e il tempo che non basta mai, ci portano necessariamente ad avere bisogno di qualcuno di esterno che possa darci una mano in casa sia nel governare gli ambienti sia nella preparazione di pranzi e cene. La collaboratrice domestica è colei (o colui) che può occuparsi di tutto questo nel modo più efficiente possibile.

In questo caso, infatti, la colf è davvero di grande aiuto all'interno di una casa: assumere una collaboratrice domestica ci aiuta ad alleggerire di molto tutti i lavori e i compiti che gravano nello spazio abitativo. È fondamentale poi per impiegare una persona che ricopre questo ruolo regolarizzare la posizione e il rapporto lavorativo che intenderemo intraprendere.

Lavori domestici: perché le donne li fanno e gli uomini no?

Per fare questo è bene rispettare alcune regole e magari, se proprio non abbiamo idea, possiamo affidarci a qualche software e simulatore disponibili freeware online, con lo scopo di capire quanto dovremmo spendere di mese in mese.

Quanto costa mettere in regola la colf

Regolarizzare una collaboratrice domestica è fondamentale poiché saremo tutelati nel caso di infortuni domestici e soprattutto nel rispetto della legge. Se non abbiamo idea di quanto possa costare mettere in regola la nostra governante, quello che possiamo fare è utilizzare uno dei tanti simulatori come ad esempio quello offerto da Colfinregola. I simulatori sono disponibili online e ci permetteranno di capire come e quale sarà la spesa che dovremo affrontare di mese in mese.

Senza dubbio dovremo considerare l’incremento di spesa rispetto al costo orario relativo a contributi INPS, tredicesima e TFR. Se poi, la nostra collaboratrice ha vitto e alloggio gratuito presso di noi allora il costo sarà ovviamente inferiore e avrà diritto a un giorno festivo e uno semifestivo a settimana.

Metodi di pagamento

I metodi di pagamento che potremo utilizzare sono diversi e rapportati in base alle necessità che si hanno di inquadrare nello specifico il collaboratore domestico. Altra soluzione per il pagamento della colf e della domestica è mediante l'utilizzo del “contratto di lavoro intermittente” chiamato anche “lavoro a chiamata” o “job on call”.

Mediante questo contratto un determinato lavoratore dà la disponibilità per lo svolgimento di una determinata prestazione su chiamata di un datore: il tetto massimo è di 400 giornate in 3 anni e in questo limite il datore di lavoro è legittimato a richiedere la prestazione lavorativa anche solo nel momento in cui necessita di aiuto. Sono due le tipologie contrattuali del “lavoro intermittente”, con o senza obbligo di chiamata: il lavoratore però è tutelato solo nei periodi di impiego effettivo. Questa tipologia di contratto può però consentire l'impiego di persone solo sotto i 24 anni o sopra i 55 e può essere a tempo indeterminato o a termine.

Altra tipologia di contratto per collaborazione esterna può essere quella detta “coordinata e continuativa” anche chiamata “Co.Co.Co”. In questo caso non esiste alcun vincolo di subordinazione tra il lavoratore che svolge in via continuativa una prestazione a favore del committente e il datore stesso. Infine per chi sa di avere esigenze limitate nel tempo è possibile sempre stipulare un contratto a tempo determinato che ci permetta di prefissare una data di scadenza sin dal primo giorno di contratto.

Se quello che ci serve è una persona che ci aiuti e sollevi dai carichi casalinghi per qualche ora al giorno e specifici orari della giornata, invece, potremmo utilizzare il sistema del part-time classico, rapporto subordinato che comporterà costi e adempimenti per il datore di lavoro.

Voucher

Da un aggiornamento del marzo 2017 sappiamo che con D.L n. 25 del 17/03/2017 é stato abolito il lavoro accessorio: da questa data quindi non è quindi più possibile l’acquisto dei voucher. Tuttavia, fino al 31 dicembre 2017 sarà possibile utilizzare i voucher acquistati ante decreto fino al 16 marzo 2017. In sostituzione, per il pagamento della collaboratrice occasionale dal luglio 2017 abbiamo la possibilità di utilizzare i nuovi voucher di €10 all'ora: con il decreto legge 50/2017 è stata introdotta infatti la nuova disciplina del lavoro occasionale che eliminando i voucher utilizzati finora prevede al suo posto il “libretto di famiglia”.

Il “libretto di famiglia” è dall'anno 2017 un nuovo sistema di pagamento per badanti e collaboratrici domestiche. Lo strumento è operativo già dal 10 luglio e prevede un pagamento di € 10 l'ora lordi di cui € 8 netti al lavoratore e € 2 destinati a INPS e INAIL.

Si possono pagare massimo 280 ore all'anno per un importo percepito non superiore a € 2500 dallo stesso datore di lavoro. Il committente può usare lo strumento del libretto di famiglia per un massimo di € 5000 all'anno ma per differenti lavoratori.

Agenzie per collaboratrici domestiche

Sono davvero tantissime le agenzie che ci mettono a disposizione collaboratori e collaboratrici domestiche: online troveremo una vasta scelta di link con offerte di ogni tipo pronti ad assecondare ogni nostro desiderio. La possibilità dell’utente è quella di personalizzare la richiesta con lo scopo di avere a breve la soluzione adeguata alle proprie necessità.

Un esempio, l’agenzia del lavoro “Mary Poppins” offre soluzioni di alto livello qualitativo e durature nel tempo: lo scopo è di mettere in contatto famiglie e lavoratori, affinché si trovi la giusta e più adeguata soluzione per entrambi. Nanny & Buttler da anni seleziona personale domestico referenziato e qualificato, con lo scopo di essere leader in Italia del settore. Sul sito potremmo trovare i migliori maggiordomi, cuochi, governanti, domestici e giardinieri sia singoli sia in coppia. L'agenzia fa inoltre presente alla clientela che in base allo stipendio offerto variano anche il livello dei candidati e l'esperienza.

Soluzioni internazionali, poi, su Domostaff, dove potremo trovare competenza e qualità lavorativa. Utilissimo su Sister’s abbiamo la possibilità anche di avere a disposizione soluzioni di emergenza per l’ultimo minuto. Per il personale domestico, il costo delle commissioni di Sister’s sarà pari a una mensilità netta. Tante altre le soluzioni come ad esempio Homestaff che si occupa della selezione di colf, guardarobiere, governanti, maggiordomi, stiratrici, ecc… Che la scelta sia tra una colf fissa o un domestico a giornata, Homestaff ci proporrà la soluzione migliore tra personale referenziato e in linea con le richieste espresse.

gpt skin_mobile-casa-0