1 5

Galateo e posate: le regole per apparecchiare la tavola e sistemare gli ospiti

/pictures/2018/02/07/bon-ton-a-tavola-come-apparecchiare-e-sistemare-gli-ospiti-in-base-al-galateo-4144045432[985]x[411]780x325.jpeg Shutterstock
Spesso ci chiediamo come si apparecchia la tavola nel modo giusto, dalla posizione delle posate a quella dei bicchieri: a fornire le risposte esatte è il galateo, che ci indica dove posizionare posate e non solo

Come apparecchiare la tavola secondo il galateo

Esistono regole precise per apparecchiare la tavola? Dove vanno posizionate di preciso posate e bicchieri? Sono domande che spesso ci poniamo ogni volta che dobbiamo organizzare una cena con ospiti importanti o un pranzo un po' più formale del solito. Le risposte ovviamente ce le dà il galateo, il “codice della società” redatto da Monsignor Giovanni Della Casa, è ancora il must in tutte le situazioni “sociali” della vita quotidiana.

Ovviamente il galateo ci fornisce le istruzioni anche per apparecchiare la tavola e per sistemare gli ospiti a tavola. mentre un capitolo a parte meritano le regole sulle buone maniere da tenere a tavola (sia che si sia ospiti che padroni di casa) e le indicazioni su come sistemare piatti, posate. Ricordiamo che secondo il galateo il principale dovere del padrone di casa è tenere viva la convivialità e la buona conversazione: il savoir faire e la cura che mostrano i padroni di casa verso gli ospiti è indice di buona educazione. Ma prima ancora viene una tavola ben apparecchiata: ecco quindi le regole per non sfigurare in qualsiasi occasione e per disporre posate e non solo sulla tavola secondo il Galateo. 

Galateo delle posate: la guida video

Galateo e posate: i dubbi più frequenti che abbiamo sono su questo tema. Come bisogna disporre le posate sul tavolo seguendo le regole del galateo? Le regole sono tante e particolareggiate e le affronteremo nei prossimi paragrafi, ma per avere un'idea di massima seguite la velocissima guida contenuta nel video qui sotto, in cui cerchiamo di visualizzare le regole davvero fondamentali da seguire sempre su come mettere le posate sul tavolo quando abbiamo ospiti:

 

 

 

Come disporre tovaglia, tovaglioli e centrotavola secondo il galateo

La scelta di tovaglia e tovaglioli sta a voi: possono essere in tinta unita a o fantasia, di lino o di cotone, l'importante è che siano dello stesso colore o comunque debitamente abbinate. I tovagliodi di carta sono sicuramente più pratici, ma decisamente poco eleganti e non adatti a una cena o un pranzo di una certa importanza.

Dove mettere il tovagliolo quando si apparecchia? Al contrario di quanto molti pensano, il tovagliolo va rigorosamente alla sinistra del piatto. Non sotto le posate ma al loro fianco, quindi all'estrema sinistra della disposizione del posto a tavola. Starà poi agli ospiti stenderlo sulle gambe appena ci si siede, e poi lasciarlo sul tavolo o direttamente sul piatto quando il pasto è terminato, senza bisogno di ripiegarlo.

E' bene disporre sulla tavola anche un bel centrotavola che possa dare un tocco decorativo. Meglio abbinare il centrotavola alla tovaglia: potete creare una composizione di fiori e frutta (se avete un bravo fioraio esperto in queste composizioni affidatevi a lui), oppure farlo voi stessi con il fai da te. Ad ogni modo l'unica cosa importante è che il centrotavola non sia troppo grande e ingombrante, o che non ostacoli la conversazione tra commensali.

Galateo e posate

Veniamo alle posate: anche in questo caso i dubbi sono spesso parecchi, ma andremo a chiarirli tutti. Scontato dire che per le occasioni importanti si tira fuori il proverbiale "servizio buono", possibilmente d'argento.

Quante posate mettere in tavola? Si deve calcolare forchetta per ogni portata, mentre per i coltelli ne basta uno, ma in caso di antipasti o secondi di pesce bisogna aggiungere anche l'apposito coltello a spatola, da mettere sul lato più esterno.

Come disporre le posate? Alla sinistra del piatto le forchette, quella normale e poi quella da pesce; alla destra i coltelli, normale o da pesce, e con la lama rivolta all’interno verso il piatto. Se nel menù è presente una zuppa si mette anche il cucchiaio, che va posto alla destra dei coltelli. Se nel menu c'è un dolce al cucchiaio infine bisogna disporre la forchettina da dolce oppure un cucchiaino in orizzontale, davanti al piatto.

Durante il pasto: ricordatevi di non appoggiare mai le posate sul tavolo durante una portata e l’altra. Nelle pause le posate vanno lasciate sempre nel piatto.

Come disporre piatti e bicchieri secondo il galateo

Quali piatti scegliere? Scontato dire che se si ha il cosidetto "servizio buono" è bene usarlo per queste occasioni. Oltre ai normali piatti occorreranno anche i sottopiatti. Quanto alle fantasie sempre bene non esagerare: con i piatti bianchi ad ogni modo non si sbaglia mai.

Come disporre i piatti? I piatti vanno messi sui sottopiatti (se li avete) o direttamente sulla tovaglia. L'ordine è il seguente: piatto piano come base, piatto fondo per il primo e piattino per l'antipasto sopra. Secondo le regole più particolareggiate del galateo in realtà se il primo piatto non è una zuppa (in quel caso il piatto fondo è obbligatorio) ma è un primo di pasta, sarebbe meglio servirlo in un piatto piano, ma se non si hanno abbastanza piatti va bene anche il piatto fondo. Ultimo tocco di classe se volete fare le cose davvero a regola d'arte: il piattino per il pane che va posto in alto a sinistra rispetto al piatto principale.

E i bicchieri? Scegliamo rigorosamente i calici che sono più eleganti. Il minimo sindacale è metterne uno per l'acqua (più grande) e uno per il vino (che sarà il bicchiere piccolo). Se invece il pasto prevede la degustazioni di più vini, di cui alcuni bianchi e alcuni rossi, bisogna utilizzare un bicchiere di dimensioni intermedie per il rosso, e uno di dimensioni più piccole per il bianco.

Sistemate il piattino dell’antipasto sul piatto piano. Mentre per i bicchieri optate per quelli a forma di calice che sono sempre i più raffinati. Uno grande per l’acqua, a destra del piatto, e due per il vino, medio per il rosso, piccolo per il bianco, alla destra di quello dell’acqua.

Non dimenticatevi di mettere sale e pepe, e anche la formaggiera.

Nell'immagine potete vedere la trasposizione grafica di come andrebbe apparecchiata la tavola secondo il galateo:

Il segnaposto

Potete mettere anche dei cartoncini segnaposto, consigliabili quando gli invitati sono molti. Eviterete così quell’imbarazzo legato alla scelta del posto, permettendo ai padroni di casa di stabilire in anticipo dove far accomodare gli ospiti, sempre nel rispetto delle regole del bon ton. L’ideale sarebbe avere una tavola rotonda così tutti possono guardarsi negli occhi. Se la cena è informale, tra amici, allora è meglio evitare il segnaposto, troppo effetto “matrimonio” impostato e rigido.

Come disporre gli ospiti a tavola secondo il galateo

I padroni di casa hanno il posto d’onore a capo tavola, ai due lati opposti del tavolo. Alla destra del marito si siede la signora più anziana tra gli invitati, oppure la persona a cui è dedicata la cena. Idem per la moglie, alla sua destra si accomoderà l'uomo più anziano o l'eventuale festeggiato.

Passiamo poi agli invitati: la prima regola è dividere le coppie e cercare di integrare il gruppo. E’ fondamentale per il bon ton l’alternanza uomo/donna a tavola. In questa maniera la conversazione è più curiosa e animata, mischiando i soggetti e abbinando persone con interessi comuni si favorisce la convivialità.  Se ci sono dei bambini vanno messi vicino ai loro genitori per motivi di maggior sorveglianza e aiuto nel mangiare se sono troppo piccolini. Nella società tecnologica 2.0 il bon ton si aggiorna e suggerisce anche come gestire il cellulare a tavola: lasciatelo silenziato in borsa e mai sulla tavola. Punto e basta.

gpt skin_mobile-casa-0