1 5

Come scegliere la nuova casa se decidiamo di cambiare appartamento

/pictures/2018/03/19/come-scegliere-la-nuova-casa-se-decidiamo-di-cambiare-appartamento-3312063094[4725]x[1973]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-casa
Cosa ci spinge nella scelta di una nuova casa? Ecco tutti gli elementi che influiscono quando si valuta di acquistare un nuovo appartamento

Come scegliere la nuova casa

Quando si deve scegliere una nuova casa quello che preme, senza dubbio, è trovare la soluzione più adeguata a noi e alla nostra famiglia anche in base alla nostra situazione lavorativa e alla posizione di eventuali scuole o asili per i nostri bambini. Scegliere una casa però, non è solo questo: in realtà la scelta della casa comporta soprattutto cercare e trovare un luogo adeguato a noi che ci soddisfi sia dal punto di vista funzionale sia dal punto di vista estetico, anche in relazione alla dimensione che deve essere adeguata alla famiglia, oltre ad altre caratteristiche importanti

Consigli per chi compra casa: spese e lavori

La tipologia

Quale tipologia scegliere per la nostra nuova casa, è una questione di gusti e possibilità economica.
Infatti scegliere tra appartamento, villetta, casa bifamiliare, attico oppure loft, è una questione personale: senza dubbio, una coppia senza figli può permettersi un loft o un attico senza problemi mentre la scelta più adeguata per una famiglia può essere un appartamento con un piccolo spazio esterno oppure una villetta o una casa singola.

Anche la questione economica deve sicuramente essere presa in considerazione: definiamo quindi, un budget iniziale massimo oltre il quale non andare e poniamolo come punto fermo a chi ci aiuterà in questa nostra ricerca, soprattutto nel caso di agenzie.

La posizione

Città campagna oppure paese? La scelta del luogo in cui andare a vivere implica una valutazione di vari parametri: dalla comodità, alla qualità dell'aria e perché no anche al gusto personale. La passione per la città o il desiderio di vivere in campagna saranno sicuramente il leitmotiv della nostra scelta, accompagnati da tutta una serie di valutazioni accessorie. Attenzione però a considerare anche una questione fondamentale: la comodità. Scegliendo casa che non sia troppo lontano da dove si lavora, dall'asilo dei bambini o dalla scuola avremo sicuramente un maggiore benessere e tranquillità.

Dimensione della casa

Quando si parla di dimensione, in relazione ai metri quadri, la scelta della nuova casa deve considerare in primo luogo quante persone vi andranno a vivere e quante stanze avremmo bisogno per condurre al meglio la vita all'interno di questo spazio. Una coppia senza bimbi può permettersi di vivere in un appartamento anche solo di 40 metri quadri caratterizzato da uno spazio giorno e una zona notte.

Se la famiglia è invece più numerosa è importante poter garantire ai bambini o ai ragazzi almeno una stanza in più che nel caso di singola deve annoverare almeno una superficie di 9 metri quadri mentre la doppia almeno di 16. Garantire poi una stanza ulteriore nel caso sia necessario avere una singola per ogni bambino sarebbe la soluzione ideale, soprattutto a lungo termine. Inoltre avere uno spazio esterno che sia un terrazzo, un ampio balcone oppure un piccolo giardino è sempre consigliabile per trascorrere il più possibile i periodi estivi all’aperto, fattore importante per il benessere psicofisico della famiglia e della persona, soprattutto per i più piccoli abitanti.

Piano terra o piani elevati

Se abbiamo deciso che la nostra nuova casa deve essere un appartamento possiamo scegliere un piano terra magari con un piccolo spazio esterno oppure piani superiori. Nel secondo caso ricordiamoci di chiedere se sia o meno presente l'ascensore, poiché nella quotidianità portare al terzo o al quarto piano borse della spesa, pacchi di acqua, mobili appena acquistati, valigie, passeggino e altro, nel tempo arrecherà a noi e alla nostra famiglia oltre che una scomodità eccessiva, anche problemi di salute per il sovraccarico dovuto a livello di colonna vertebrale.

Interni della casa

Una volta che avremo stabilito se scegliere una casa in campagna oppure in città, in un paesino oppure in una periferia di un grande centro abitato, dovremmo dedicarci alla struttura interna della casa, per valutarla e sceglierla al meglio. Infatti in questo caso dovremmo considerare se preferire un open space o loft con zona aperta oppure spazi divisi dove trovare cucina e salotto in due ambienti separati. È importante poi definire se desideriamo l’abitazione su un unico piano o più piani sovrapposti. La scelta di tutto questo varia in base al gusto personale e alle necessità di spazio in termini qualitativi e quantitativi.

Progettare il bagno in una casa nuova

Coibentazione, riscaldamento e classe energetica

Infine, ultima valutazione fondamentale inerente l'abitazione, è valutare la presenza di una coibentazione adeguata delle murature e della copertura, affinché non ci siano dispendi energetici dovuti a dispersioni termiche eccessive con conseguenti spese importanti nelle bollette. A questo proposito sarebbe sempre bene informarsi su quale sia la classe energetica dell'abitazione o della casa, per valutare al meglio, soprattutto nel caso in cui la si stia acquistando definitivamente.

Inoltre possiamo chiedere e informarci se il riscaldamento sia centralizzato o no: spesso è bene preferire soluzioni di riscaldamento autonomo, affinché si possa scegliere la temperatura dell’ambiente interno in base alle esigenze personali, oppure se accendere o meno, anche in relazione a quanto tempo trascorriamo all'interno di casa. Questo è molto utile soprattutto nel caso in cui si trascorra buona parte della giornata fuori casa magari per lavoro, per evitare di spendere eccessivamente e di consumare inutilmente, con conseguente dispendio energetico eccessivo e davvero non necessario.

gpt skin_mobile-casa-0