1 5

L'erba del vicino non è più la migliore! L'aiuola perfetta a casa tua

/pictures/2015/04/16/l-erba-del-vicino-non-e-piu-la-migliore-l-aiuola-perfetta-a-casa-tua-530904134[994]x[415]780x325.jpeg
Cinque mosse per costruire e mantenere un'aiuola degna di un giardino inglese nel nostro personalissimo spazio verde

Come avere un'aiuola perfetta in giardino

È arrivata la primavera ragazze! Chi di noi possiede un piccolo spazio all’aperto, deve senza dubbio curarlo al meglio: se poi riusciamo a strappare un pezzetto di terreno alla cementificazione selvaggia, allora è proprio il caso di realizzare una bella aiuola. Non è importante la dimensione, quello che ci interessa è che sia ben distribuita, formalmente equilibrata e molto stilosa!

Come fare? Ecco cinque pillole per un’aiuola perfetta:

Come arredare la casa con le piante

Distribuzione del verde e dei fiori

Dov’è la nostra aiuolina? In base alla sua posizione, cambierà la tipologia distributiva all’interno. Infatti, è importante che le piante più alte stiano dietro, scendendo gradualmente di altezza man mano che si arrivi sul davanti. Poi, in prima fila, fiori bassi come primule e violette, per completare con una bella bordura di piante a tappeto erboso: ideale per questo scopo è la Portulaca, bassa, verde, carnosa e con tanti fiori colorati! Se l’aiuola è in uno spazio centrale, scegliamo di partire dal centro della stessa per le piante più alte, scendendo poi tutto intorno in maniera graduale con le varie altezze.

I colori e le forme

L’importante per avere un’aiuola perfetta è distribuire in maniera adeguata le forme e i colori. Infatti dovremo pensare prima di agire: disegniamo su un foglietto la forma della nostra aiuola e con qualche segno, indichiamo dove disporremo le piante. Cerchiamo di alternare due o tre colori in maniera equilibrata, alternando le altezze senza creare grandi dislivelli: articolare con criterio alti e bassi ci permetterà di avere uno spazio gradevolmente bilanciato sia in forme sia in colore. Valutiamo le fioriture delle piante e degli arbusti, cercando di creare una continuità nell’arco delle stagioni, per evitare di trovarci ad un certo punto con l’aiuola totalmente spoglia!

Niente erbacce!

Purtroppo dovremo armarci di guanti da giardinaggio e estirpare ogni sorta di erbaccia che non apporti beneficio al nostro spazio verde. Stiamo attente però a eliminare l’erba dalla radice, perché strappando solo le foglie il nostro lavoro sarà vano... evitiamo diserbanti e miscugli acidi: non gioverebbero agli altri arbusti e piantine del nostro spazio verde.

Coltivare in casa piante aromatiche

La corteccia... una mano santa!

Spesso ci siamo chiesti a cosa servisse, osservando sugli scaffali del fai da te, questi sacchi di corteccia? La corteccia è una soluzione ideale per avere un giardino a posto in ogni momento, poiché soffoca il terreno intorno alle piante e limita la crescita delle erbacce. Dopo aver accuratamente mosso il terreno e averlo pulito da ogni sorta di erba grama, distribuiamo sul terreno la corteccia, tanto da formarne uno strato di un centimetro o due. In questo modo ridurremo la necessità di cura e manutenzione della nostra aiuola, grazie alla corteccia che terrà il terreno umido e bel curato!

Quando e come innaffiare?

Attenzione a non bagnare mai la nostra aiuola nelle giornate di sole, a pieno sole: l’acqua buttata sulla pianta durante una calda giornata di sole farà solo danno, permettendo al sole di bruciare le foglie bagnate. È importante irrigare in maniera moderata e se possibile a pioggia, il terreno al mattino presto o alla sera tarda per mantenere aiuola e piante sane e forti. 

Buon lavoro ragazze!

 
gpt