1 5

Come lavare tutti i tipi di tessuti naturali e sintetici a mano e in lavatrice

Come lavare i tessuti di ogni tipo, dal cotone alla seta, a mano e il lavatrice: temperatura e modalità di lavaggio ottimale per ogni tessuto

Come lavare i tessuti

Come si lavano i tessuti? C'è tessuto e tessuto, come si suol dire e non possono lavare tutti allo stesso modo. Sicuramente ci sarà anche capitato di lavare un capo facendo poca attenzione a quanto riportato sull'etichetta e quindi anche al tessuto e di rovinarlo tanto da renderlo immettibile. Sicuramente abbiamo nell’armadio tante maglie, magliette, abiti e pantaloni, ma non conosciamo quale sia il lavaggio più adeguato per i diversi tessuti in cui sono confezionati. Ecco allora, consigli specifici per avere un bucato perfetto e imparare a lavare i differenti tessuti, dai più delicati ai più resistenti, con detersivi classici o detersivi fai da te preparati in casa.

Queste indicazioni che vi diamo sono adatte al bucato per i vestiti degli adulti, se state pensando ai più piccoli leggete la nostra guida al bucato per i neonati con tanti consigli utili.

Come lavare la Lana

  • Temperatura: tiepida
  • Lavaggio: a mano o in lavatrice con ciclo per lana
  • Detersivo: specifico per lana e ammorbidente

Uno dei tessuti più delicati da lavare, è proprio la lana. È importante prestare attenzione alla temperatura, alla tipologia di lavaggio e di detersivo utilizzato poiché la lana, è soggetta a infeltrimento e deterioramento delle fibre.

Il consiglio è sempre quello di lavare a mano, mettendo in ammollo il capo in lana, con uno o due capi massimo dello stesso colore. Infatti, colori diversi potrebbero rilasciare e tingere i capi più chiari. Inoltre, prestare attenzione alla temperatura dell’acqua è fondamentale: tiepida, mai calda o gelata.

Possiamo iniziare il lavaggio stemperando un detersivo a mano per lana nella bacinella, completando poi con una piccola quantità di ammorbidente per lasciare i capi morbidi e profumati a lungo. Se poi, siamo dotate di lavatrice con apposito lavaggio lana, possiamo seguire le indicazioni di lavaggio e sgravarci dall’onere di doverlo fare a mano!

Seta

  • Temperatura: tiepida
  • Lavaggio: a mano, in ammollo
  • Detersivo: sapone neutro e aceto

Per il lavaggio della seta è importante utilizzare acqua tiepida e sapone neutro per non danneggiare le fibre. Lasciando in ammollo per pochi minuti i capi, completiamo poi sciacquando accuratamente e aggiungendo una tazzina di aceto che aiuterà a mantenere le fibre morbide e eliminare gli eccessi di sapone. Appendiamo ad una stampella e attendiamo l’asciugatura. Se avete dubbi circa questa seconda fase, scoprie come stendere e stirare il bucato velocemente e bene.

Cotone

  • Temperatura: 30-40°
  • Lavaggio: in lavatrice
  • Detersivo: detersivo per capi colorati

Per il lavaggio del cotone non dovremmo avere eccessivi problemi: infatti, possiamo tranquillamente lavare in lavatrice a temperatura intorno 30-40 gradi, per evitare inutili dispendi energetici, con un detersivo per capi colorati. Attenzione a suddividere bianchi, chiari e colorati, magari aggiungendo un foglietto salva colore nei capi di tinte differenti.

Come lavare i capi in Pelle

  • Temperatura: ambiente
  • Lavaggio: a mano
  • Detersivo: detersivo specifico

In primo luogo, chiariamo che abiti e giacche ma anche borse e accessori in pelle, non dovrebbero mai essere lavati in lavatrice poiché a contatto con il cestello, si danneggerebbero irrimediabilmente. A questo proposito, sarà bene lavare a mano e con detergenti specifici, poiché i tradizionali sono troppo alcalini e  presentano quindi ph troppo elevato per la pelle.

Esistono poi lavatrici di nuova generazione con possibilità di lavaggi specifici per pelli che sono tanto delicati quanto un lavaggio a mano: una volta terminato il lavaggio, assicuriamoci di eliminare tutta l’acqua in eccesso con un panno o un asciugamano e appendiamo il capo ad asciugare su una gruccia affinchè non si deformi, lontano da fonti di luce e di calore.

Tessuti sintetici: poliestere, acrilico e viscosa

capi 100% poliestere

  • Temperatura: tiepida, da sciaquare in acqua fredda
  • Lavaggio: a mano (girando il capo al rovescio)
  • Detersivo: detersivo comune per il bucato

capi 100% acrilico

  • Temperatura: a mano in acqua fredda, 30° in lavatrice
  • Lavaggio: a mano o in lavatrice
  • Detersivo: detersivo comune per il bucato

capi 100% viscosa

  • Temperatura: in acqua fredda
  • Lavaggio: a mano
  • Detersivo: detersivo comune per il bucato

Quando parliamo di tessuti sintetici, si apre un mondo. In questa definizione rientrano poliestere, acrilico, viscose che nascono da materia prima naturale ma poi subiscono trattamenti chimici tali per cui, vediamo un passaggio obbligato al sintetico.

Inoltre, non è detto che un capo d'abbigliamento sia realizzato interamente con un'unica fibra sintetica, magari è lavorato con altre fibre naturali (cotone) o sintetiche. Questo è particolarmente importante quando parliamo del lavaggio, perché è diverso lavare un capo 100% poliestere da un capo che ne è composto solo al 60% o in altre percentuali. Cosa fare dunque? L'unica soluzione in questo caso è affidarsi all'etichetta e seguire scrupolosamente le indicazioni che vi sono riportati, pena la rovina del capo stesso!

Come lavare i tessuti che stingono

Talvolta tessuti vengono tinti con sostanze che rilasciano colore una volta che il capo viene bagnato. Come ovviare a tutto questo ed evitare che questi capi ne colorino e rovinino altri? Laviamo in lavatrice una prima volta il capo o i capi che rilasciano colore, insieme, ovviamente in tinte simili: poi, aggiungiamo in lavaggio abbondante aceto bianco, almeno un paio di bicchieri. Se siamo fortunati, ora, i capi non dovrebbero più stingere!

Se invece notiamo ancora rilascio di colore, possiamo mettere in ammollo con acqua fredda e aceto i capi per almeno due o tre ore e poi risciacquare adeguatamente. A questo punto, non dovremmo avere più alcuna perdita di colore.

gpt skin_mobile-casa-0