1 5

Come pulire il bagno di casa a fondo: consigli per lavare il bagno dalle piastrelle ai sanitari

/pictures/2019/07/09/come-pulire-il-bagno-di-casa-a-fondo-consigli-per-lavare-il-bagno-dalle-piastrelle-ai-sanitari-592501737[968]x[404]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-casa
Lavare il bagno a fondo è fondamentale per mantenere una corretta igiene, scopriamo come pulire mattonelle, fughe e sanitari del bagno di casa

Come pulire il bagno

Pulire il bagno è indispensabile perché è uno degli ambienti più importanti della casa. Lavare il bagno a fondo consente di mantenere un grado di igiene piuttosto elevato. Proprio per questo è importante la pulizia del bagno e lavare sanitari e vasca perfettamente, senza tralasciare le piastrelle e le fughe che "corrono" tra queste, classici luoghi in cui si annida uno sporco difficile da sgrassare se non si pulisce regolarmente.

Il bagno è il luogo in cui ci prendiamo cura della nostra intimità e per questa ragione non possiamo assolutamente essere superficiali quando parliamo della sua pulizia. Va pulita con attenzione e in profondità ogni zona, perché non restino tracce di dentrificio e altri saponi e detergenti che utilizziamo e perché sporco e grasso non si attacchino alle zone inevitabilmente rimaste umide.

Pulire il bagno da cima a fondo è un lavoro impegnativo, ma ci consentirà di avere mattonelle splendenti, un wc che non sembri mai usato e una vasca da bagno splendente. Sicuramente una cosa che può aiutare in fase di pulizia è tenere un bagno ordinato, tutto si farà più rapidamente. Scopriamo come pulire il bagno di casa con prodotti tradizionali e metodi naturali. Leggi anche la nostra guida su come pulire la cucina.

Lavare le piastrelle

Generalmente il bagno è rivestito di piastrelle, almeno fino ad una certa altezza perché, proprio come la cucina, essendo una stanza che si sporca facilmente ma che va pulita con attenzione, è importante che la superficie principale sia facilmente lavabile.

Le piastrelle possono presentare incrostazioni di vario tipo: dentifricio, saponi, sporcizia comune, ogni genere di cosa. Per lavarle è fondamentale sgrassare a fondo. Potete usare un prodotto apposito, ma non dovreste avere difficoltà nemmeno utilizzando acqua e bicarbonato, un mix capace di igienizzare anche le superifici in cui lo sporco è più ostinato.

Sfregate molto bene con spugnetta e prodotto, lasciate agire qualche minuto e quindi bagnate nuovamente la spugnetta ed eliminate quest'ultimo completamente.

Per quanto riguarda il pavimento, un bel lavaggio con spazzolone e alcol mischiato ad acqua risulterà assolutamente perfetto!

Lavare le fughe delle piastrelle

Ancor prima di lavare le piastrelle, in verità, dovreste lavare le cosiddette fughe, ovvero quello spazio che intercorre fra piastrella e piastrella e che spesso ha un colore grigiastro proprio perché non lo si pulisce a dovere. Ci sono essenzialmente due modi efficaci per pulire le fughe: usare il vapore, capace di sciogliere lo sporco, o utilizzare uno spazzolino vecchio con sopra una pasta di acqua e bicarbonato.

Come è facile intuire il primo metodo, il vapore, è anche il più semplice e meno faticoso da usare e francamente è anche il più efficace.

Lavare i sanitari del bagno

Per lavare i sanitari del bagno in maniera efficiente è importante utilizzare un detergente anticalcare per igienizzare al meglio. In primo luogo, è importante indossare dei guanti in gomma o lattice per evitare di rovinare la pelle delle mani e le unghie in secondo luogo, se abbiamo sensibilità agli odori, utilizziamo una mascherina.

Ricordiamoci sempre di non miscelare differenti tipologie di prodotto per evitare che si creino esalazioni dannose per il nostro apparato respiratorio. Avremo bisogno di:

  • spazzolone per il wc
  • spugna abrasiva
  • panno in microfibra

Se non vogliamo utilizzare prodotti confezionati, possiamo avvalerci dell'aiuto di metodi naturali: alcol, aceto, limone e bicarbonato, eccellenti per pulire ed eliminare il calcare (lo abbiamo visto quando abbiamo parlato di come pulire il bollitore).

Il WC o tazza del gabinetto

Inutile dire che è la parte più spiacevole da lavare, ma è anche fondamentare riportarla ad uno stato di perfetta igiene. Come pulire il wc a fondo? Procuratevi uno sgrassatore e igienizzante e stendetelo lungo le pareti interne della tazza del gabinetto. Lasciatelo agire qualche minuto e intanto occupatevi del sedile copriwater.

Armatevi di spugnetta, usate del prodotto, e quindi strofinate bene e con estrema attenzione sollevando il copriwater e concentrandovi anche intorno ai perni che lo attaccano al gabinetto, dove si annida molta sporcizia. In questo modo eviterete che il water ingiallisca. Fate una seconda passata con la spugnetta bagnata, solo per rimuovere il sapone rimasto.

Prendete a questo punto il contenitore dello spazzolone, lavatelo con il sapone, sciacquatelo bene e mettete al suo interno un po' d'acqua con qualche goccia di alcol per tenerlo perfettamente igienizzato. A questo punto passate a lavare la parte in ceramica della tazza e quindi tirate lo scarico, sfregando bene con lo spazzolone, per mandare via le ultime tracce di sporco.

Lavare il bidet

Il bidet è un altro sanitario da lavare con grande attenzione, anche se la sua pulizia è più semplice di quella del wc. Basta armarsi di spugnetta, ma prima di cominciare a lavare la ceramica, svitate il filtro del rubinetto e mettetelo a bagno per mezza giornata in un bicchierino con dell'aceto: eliminerete ogni traccia di calcare.

Pulite quindi interno ed esterno del bidet e sciacquate tutto per bene, sempre utilizzando una spugnetta bagnata. Dedicatevi al rubinetto con un apposito prodotto per l'acciaio, così tornerà a brillare perdendo ogni opacità e traccia ci calcare.

Il lavandino

Il lavandino dovrebbe subire la stessa sorte del bidet: anche in questo caso la parte del filtro del rubinetto va tolta e immersa nell'aceto affinché quest'ultimo "mangi" il calcare. Pulite bene la ceramica, con particolare attenzione alle zone in cui sono appoggiati il portasapone e il bicchiere che solitamente si usa per tenere gli spazzolini. Lavate l'acciaio con il prodotto apposito e quindi sciacquate tutto con grande attenzione.

Come lavare doccia e vasca del bagno di casa

Vasca e doccia sono caratterizzate da ampie superfici da detergere. In primo luogo è fondamentale definire quale sia il materiale costitutivo dell’elemento da pulire per evitare di incappare in errori che potrebbero danneggiarne la superficie. Utilizziamo per i materiali plastici e compositi panni morbidi delicati e detergenti non abrasivi, evitiamo anticalcari e prodotti aggressivi. Asciughiamo con cura una volta detersa la vasca e il piano doccia, affinchè l’acqua residua non crei formazioni calcaree.

Anche il soffione e il filtro della vasca da bagno devono "subire" la stessa sorte toccata ad alcuni elementi di lavandino e bidet: un bagno nell'aceto per eliminare il calcare completamente.

Per quanto riguarda il cristallo della doccia, utilizziamo un panno morbido e ammoniaca per pulire il vetro, asciugando poi bene per evitare rigature da gocce.

Come togliere il calcare in bagno

Per togliere il calcare dalle superfici del bagno possiamo utilizzare un classico anticalcare, preferendolo spray affinché la schiuma si fermi e possa agire al meglio, oppure utilizzare altri sistemi più naturali.

L’aceto, come abbiamo visto, lasciato agire per tutta la notte sulla formazione calcarea ci aiuterà ad ammorbidire e rimuovere il tutto con una spugnetta abrasiva passata in maniera leggera senza pressare.
Dopo aver eliminato i depositi di calcare, possiamo sciacquare con acqua tiepida e asciugare con cura.

Come pulire il bagno con vapore

Una soluzione alternativa, economica e decisamente sostenibile è quella di utilizzare il vapore per la pulizia di bagno, vasca e doccia ma soprattutto sanitari. Passare con il getto di vapore aiuterà ad ammorbidire lo sporco e igienizzare, rimuovendo poi tutto con cura. Un getto ulteriore, sterilizzerà e permetterà se ad alta temperatura, 120 gradi, di asciugare senza necessità di passare alcun panno.

L’unica attenzione che si dovrà tenere in considerazione è quella del getto di vapore per la pulizia del cristallo della doccia: passare velocemente senza soffermarsi e ad una distanza di almeno 15 cm, poiché la dilatazione del materiale dovuta alla alta temperatura in uno specifico punto ne comporterebbe la rottura immediata.

Quanto spesso pulire il bagno

Il bagno andrebbe pulito a fondo almeno due volte a settimana, lasciando al resto dei giorni, una pulizia dei sanitari e del lavello anche veloce, passando aspirapolvere a terra, panno sui sanitari e sullo specchio, asciugando giornalmente con cura il vetro della doccia.

Come pulire il bagno velocemente in 10 minuti

Se dobbiamo pulire il bagno e abbiamo poco tempo, dobbiamo armarci di organizzazione e spostare tutto dalle superfici, accatastando spazzolini, saponi e quant’altro, in un angolo o in un contenitore. Gettare nel wc candeggina e spazzolone, chiudere il coperchio della tazza e lasciare agire.

Dopo una decina di minuti tirare l’acqua, passare con lo spazzolone e rimettere a posto. Passare prima di tutto i sanitari e il lavello, il vetro della doccia e lo specchio, dopo di che, asciugare accuratamente e passare a terra. Se abbiamo tappeti, rimuoviamoli all’inizio, scrolliamoli e riposiamoli a termine lavaggio pavimento. In meno di mezz’ora, il nostro bagno sarà pulito e igienizzato, pronto all’uso.

gpt skin_mobile-casa-0