1 5

Come si riduce la plastica nella vita di tutti i giorni?

/pictures/2020/02/27/come-si-riduce-la-plastica-nella-vita-di-tutti-i-giorni-3033163524[1000]x[417]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-casa
Ridurre la plastica nella nostra vita quotidiana è un dovere: se eliminarla del tutto non è facile, possiamo fare molto nel nostro piccolo per ridurla

Come ridurre la plastica

E' davvero possibile ridurre la presenza della plastica nelle nostre vite? L'argomento è tanto dibattuto e in effetti  sarebbe importante che ogni persona affrontasse la questione anche nel proprio piccolo, per dare un contributo effettivo alla salvaguardia del nostro ambiente. Ognuno di noi può fare la sua parte, riducendo drasticamente l’utilizzo della plastica nel proprio quotidiano.

Come fare la spesa

Quando andiamo a fare la spesa, arrivando a casa, mettendo a posto i cibi non buttiamo subito le confezioni: disponiamole a terra, da un lato e poi osserviamo. Il 30% del peso che avevamo in busta, è solo e unicamente plastica da gettare.

  • Latte: abbiamo acquistato latte in plastica, possiamo cambiare e scegliere la bottiglia in vetro o il cartone.
  • Contenitori: preferiamo quelli in vetro o se proprio non possiamo, quelli in plastica riutilizzabili e lavabili affinché non si crei inutile immondizia.
  • Salumi, formaggi e insaccati: no ferreo a confezionati e preconfezionati. Al banco potremo acquistare lo stesso prodotto evitando la confezione in plastica ma imbustata semplicemente con un foglio di carta riciclabile associato a un altro di cellulosa.
  • Detersivi: è possibile oggi ovunque in ogni supermercato, acquistare un flacone e spillare detersivi ricaricabili. Possiamo trovare i detersivi alla spina per ogni tipo di richiesta, dagli ecologici, ai sostenibili, ad ogni tipo di profumazione e prodotto, sia per lavatrice, sia per lavastoviglie, sia per le superfici di casa. In questo modo non avremo scarti inutili ma riutilizzeremo sempre gli stessi flaconi fino ad esaurimento o deterioramento delle plastiche stesse.
  • Frutta e verdura: preferiamo la frutta e la verdura fresche non imballate in confezioni di polistirene

Buste di plastica

Il primo passo da fare è quello di eliminare totalmente le borse usa e getta. Oggi si trovano in commercio tantissime simpatiche proposte di borse anche ben fatte e ben contenitive da poter richiudere e tenere in borsa, in o nello zainetto. Una mini tasca le accoglie, ben piegate, affinché spariscano per occupare davvero pochi centimetri di spazio ed essere poste ovunque.

In alternativa, le borse in materiale plastico telato rigido, disponibili in ogni supermercato per l’acquisto, ottime da tenere in auto nel bagagliaio, insieme a quelle termiche sempre a disposizione per l’utilizzo!

Bottigliette dell’acqua

Se proprio non possiamo farne a meno, può capitare, che la si debba acquistare. Se invece siamo super scrupolosi, possiamo acquistarne un paio in acciaio inox da lavare in lavastoviglie e da portare con noi ogni volta che usciamo. Ovviamente, accuratamente riempite a casa, preferibilmente con acqua di rubinetto che - ricordiamo - è potabile e sicura, oltre che controllatissima. Se non ami il sapore dell'acqua di rubinetto puoi sempre ovviare con l'uso delle caraffe filtranti. Se poi abbiamo dei bimbi, possiamo acquistarne di graziosissime, colorate e pratiche per l’utilizzo, sia nei centri commerciali, sia on line.

Cannucce e usa e getta in plastica

Eliminare l’usa e getta in plastica è possibile: stop all’utilizzo di bicchieri, posate, cannucce e piatti. Possono essere senza dubbio sostituiti da bioplastiche riutilizzabili o se proprio non possiamo farne a meno, preferiamo quelli in carta riciclabile. Anche per le cannucce esiste l’alternativa in carta facilmente reperibile o quella in acciaio o plastiche riutilizzabili all’infinito, scelta sostenibile e intelligente.

Spazzolini da denti

Anche lo spazzolino da denti, elemento fondamentale per l’igiene orale quotidiana, è un elemento che spesso smaltiamo senza pensarci ed è altamente inquinante. Stop all’usa e getta allora, preferiamo spazzolini elettrici o quelli manuali ma in bamboo. Senza dubbio una scelta ecologica e sostenibile.

Caffè e the

Spesso si sottovaluta l’impiego di “comodità” come le capsule del caffè che ad ogni porzione permettono di smaltire molto materiale. Preferire una caffettiera tradizionale come una moka ad una macchinetta del caffè, sarebbe una scelta sostenibile e adeguata. Anche il the, dovrebbe essere preferibilmente acquistato sfuso e utilizzato con gli appositi infusori in acciaio. Questo per evitare l’utilizzo delle bustine che spesso sono realizzate con fibre plastiche affinché i sacchettini non si deteriorino in ammollo. In alternativa oggi, sono disponibili anche bustine monouso in cotone, preconfezionate singolarmente con carta riciclabile.

gpt skin_mobile-casa-0